Comprendere le emozioni: dalla pancia alla testa

Non possiamo vivere senza emozioni, ecco come accettarle e comprenderle.

Dopo averci accompagnato nel viaggio del bambino dalla pancia i 3 anni di vita, Silvia Colombini oggi ci inizia ad un altro viaggio, quello che compiono le emozioni nel loro percorso dalla pancia alla testa, passando per il cuore.
Le emozioni, queste sconosciute, in questo periodo sono molto chiacchierate, grazie al nuovo film Disney Inside Out. Bene, più se ne parla meglio è, perchè, come Silvia ci spiegherà, le emozioni hanno bisogno di essere comprese, non solo con la pancia, ma anche con il cuore e con la testa.
Vedremo insieme, e in un modo molto poetico,  la gioia, la tristezza, la paura e la rabbia e quanto sia importante un buon legame di attaccamento genitori-figli perchè anch'essi possano attraversare le emozioni in modo sicuro e sereno.

***

Le emozioni non sono piatte, tutt’altro. Alle emozioni piace coinvolgere tutti i nostri sensi ed anche di più. Le emozioni hanno un rumore, un sapore, un colore; ma anche una forma, una gestualità, un movimento specifico del corpo.
Per questo motivo le emozioni sono tanto intense e lasciano così tanto il segno.
Ed è per questo che è importante che le emozioni compiano un viaggio.
Un viaggio che le porti ad attraversare tutti i livelli del nostro essere: il corpo, lo spirito ed il pensiero.  
O, altrimenti detto, la Pancia, il Cuore e la Testa.

Le emozioni, infatti, prendono vita, o si alimentano, dentro la nostra Pancia. Migrano poi attraverso il Cuore (esplicitandosi nella relazione con gli altri), e raggiungono infine la Testa, nella quale vengono decodificate e rielaborate.

Il viaggio delle emozioni

Tanto più a lungo le emozioni si soffermano nella Pancia e tanto più rischiano di rimanere un po’ irrisolte, incompiute o non ben decodificate dai nostri pensieri, creando quindi possibili scompensi e squilibri. Che siano positive o negative è bene, infatti, che prima o poi le emozioni arrivino alla Testa.  Questo è l’unico modo per comprenderle, darle una forma, un nome, una spiegazione, e, quindi, un senso compiuto.

Ma le emozioni, lungo il loro viaggio dalla Pancia alla Testa, devono passare attraverso il Cuore. E questo transito è importantissimo.
Quando un’emozione passa dalla Pancia al Cuore, infatti, si carica di una sfumatura relazionale con l’altro, con la persona che sta condividendo questa emozione. Ed il modo in cui questa stessa emozione viene decodificata e riceve risposta, è determinante e dipende se essa viene compresa, accettata ed accolta, oppure se viene rifiutata, non capita ed annientata oppure, al contrario, se viene alimentata eccessivamente.
Questa modalità è ciò che, in un certo senso, misura la relazione con l’altro, il grado di attaccamento e di fiducia nell’altro. E’ ciò che, più di ogni altra cosa, ci condiziona a lungo termine.

Per questo motivo il viaggio di un’emozione dalla Pancia alla Testa è tanto importante.
Perchè scioglie i nodi psicofisici che essa potrebbe generare rimanendo ancorata nelle nostre viscere; determina e connota la relazione affettiva con le altre persone; e determina una memoria emotiva dalla quale trarre insegnamento e comprensione di sè e dell’altro.

L'emozione ti smuove

l’Emozione ti smuove
e ti lancia una scossa.
Ti gira e rigira con grande furore,
ti scombina la Pancia,
ma ti colora il Cuore.

Nasce nel ventre
e lì si connota
di suoni, colori, odori e sapori.
Lì dentro ci sguazza
e fa grandi faville,
per riempirci di essa
e fare scintille.

Ma nel ventre fermenta, cresce ed esplode:
ormoni in subbuglio e troppa energia
rischiano di farti scivolare via.

Per darsi un valore e mantenersi sana,
Emozione, infatti, deve andare lontana.
Deve viaggiare ed in alto salire,
dal Ventre alla Testa, per progredire.
Bisogna che voli su nel tuo Cuore,
per riempirti l’anima di un grande amore.

Solo compiendo questo intenso viaggio
Emozione si trasforma in un grande vantaggio.
Quando Emozione, infatti, incontra l’amore
nel Cuore lei cambia e abbandona il suo fragore.
Sperimenta la quiete e l’accettazione,
vive l’incontro e la comprensione.

E dopo questo passaggio nel Cuore,
Emozione continua a salire con ardore.
Raggiunge veloce l’amica Testa
e serena si lascia guidare con modestia.
La Testa funziona come un grande motore
che spiega infatti cos’è l’Amore,
che trova parole per capire la Rabbia,
che rende più chiara, della Paura, la nebbia.

In questo modo Emozione ha un senso,
viaggiando felice e non controvento.
Ed ecco quello che è importante capire,
perché da Emozione non ci si lasci intimorire:
è che, di fronte al baratro di tanta energia,
noi non dobbiamo mandarla via.
Bensì accoglierla con profondo amore,
contenerla nel Cuore,
e darle infine il suo giusto valore.

Il viaggio continua, scopriremo insieme la gioia...e tutte le altre emozioni

di Silvia Colombini

Immagine: Sweet girl with red heart on Shutterstock

Silvia Colombini

Educatrice, Consulente in allattamento IBCLC, mamma

www.latte-materno.com

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


adsense_correlati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.