Lunedì, 09 Gennaio 2012 07:55

Metodo Montessori: critiche e consensi

By

Il metodo Montessori spesso raccoglie consensi dai genitori che lo scelgono e molte critiche dai detrattori

Questo è il periodo in cui si procede alle iscrizioni dei bambini nelle varie scuole, asili, materne, per quelli di noi più fortunati che abitano in realtà dove c'è la possibilità di compiere una scelta, oltre alle tradizionali scuole vi sono scuole che seguono varie pedagogie. Abbiamo parlato della pedagogia steineriana, un'altra possibilità sono le scuole che seguono il metodo Montessori, ispirato al lavoro di Maria Montessori.
La Montessori fu la prima donna a laurearsi in medicina nel 1896, candidata per 3 volte al premio nobel, pedagogista, scrittrice, scienziata, ricercatrice, donna straordinaria e preziosissima per i bambini e l'educazione.
In questo articolo Matteo Manzini, ci racconta perché ha scelto una scuola Montessori e quali sono i punti di forza del metodo e perché viene criticato.

****

 

Meotodo Montessori Versus il resto delle scuole

Un titolo volutamente provocatorio per descrivere quello che vivo, da padre, accompagnando mia figlia lungo il suo percorso di crescita ed educativo. Ma andiamo con ordine.

Prima di diventare ostetrica mia moglie ha svolto attività come educatrice presso una “Casa dei Bambini” istituzione educativa tipica del metodo Montessori. E' stata proprio l'esperienza educativa con i bambini del nido che l'ha aiutata a comprendere che si poteva “cominciare ancora prima” ad accompagnare in modo rispettoso e attento l'essere umano. E certamente l'esperienza della nascita viene prima di qualunque forma educativa.

Questa breve premessa solo per aiutarvi a capire che quando è stato il momento di scegliere la scuola materna per Sofia, mia moglie non ha avuto dubbi: scuola Montessori!!!
Per quanto mi riguarda la mia formazione è stata decisamente più “classica” e il mondo educativo montessoriano lo conoscevo solo per aver letto e studiato qualcosa durante il periodo della mia formazione studentesca.

In breve tempo, però, mi sono lasciato trasportare dall'entusiasmo di mia moglie. Così, oggi, a distanza di quasi due anni dall'ingresso di Sofia nella Casa dei Bambini, io sono il genitore più attivo e partecipe della coppia. Credo che ciò sia dovuto alla mia iniziale necessità di conoscere e sperimentare il metodo, dato che mia moglie aveva già sperimentato profondamente.
Partecipo, mi informo e scopro interessanti prospettive.

Vi dirò anche che scopro quante critiche ci siano rispetto a un metodo decisamente diffuso in Italia nella prima metà del '900 e che oggi è fortemente limitato, al contrario di quanto avviene nel resto d'Europa o negli Stati Uniti, per esempio.

Quando mi ritrovo in ampi gruppi di genitori, ad esempio durante conferenze o riunioni che trattano temi educativi, vengo in contatto con un'atmosfera che non aiuta il mondo montessoriano ma nemmeno quello al di fuori di questo mondo. C'è una generale tendenza nel mondo montessoriano a difendere questa “scelta” e, ovviamente, ogni forma di difesa richiama un attacco, le energie poi si invertono e si prosegue così, senza ottenere alcun vantaggio. 
Ecco perché secondo me il metodo Montessori attira spesso più critiche di quello che meriterebbe.

 

Quali sono le caratteristiche del metodo Montessori

Credo che la realtà montessoriana sia, in generale, valida come molte altre, ma la caratteristica del mondo montessoriano è di capovolgere alcuni paradigmi dell'educazione, infatti per la scuola montessori:

“I bambini non sono l’oggetto del sapere, il mistero da esplorare, sono loro stessi fonte di conoscenza."

Vorrei citare ancora un elemento che ritengo importante: “...se non è possibile insegnare al bambino lo sviluppo in quanto è lui che lo promuove in se stesso, si può comunque favorirlo indirettamente, integrando nell’ambiente le informazioni necessarie”.

L'ambiente, gli strumenti, la capacità di ascolto e di osservazione degli educatori, sono elementi cardine del metodo che lascia ampio spazio al bambino, affinché egli possa esprimersi sperimentando i propri limiti e sentendosi responsabile delle proprie scelte.
Tutto ciò contribuisce a creare, nel bambino, un forte senso di autonomia e indipendenza. Ritengo che queste ultime siano qualità fondamentali per una vita serena e piena, qualità che possono permettere all'essere umano di superare con maggior facilità gli ostacoli che si presenteranno lungo il corso della vita.

Sono felice di poter favorire mia figlia in questo cammino di scoperta di se stessa, perché proprio in questi anni lei sta costruendo le basi sulle quali fonderà il suo futuro sviluppo personale.
Sento che Sofia sta sviluppando le sue capacità di ascolto e che, a modo suo, è già in grado di riconoscere se stessa e che è capace di trovare risposte autonome rispetto agli stimoli che la vita le propone.
La Casa dei Bambini e il Metodo Montessori sono “esperienze” che stanno favorendo questo percorso.

 

Per tutte le informazioni sul metodo e sulle scuole Montessori potete consultare il sito dell'Opera Nazionale Montessori.

 

di Matteo Manzini
Insegnante di Rebirthing e Meditazione
www.ilrebirthing.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel 347-8702112 Riceve a Milano e Varese

 

Immagine: Teacher and pupils... on Shutterstock.com

Aggiungi commento


Commenti   

D.
+1 # D. 2012-05-19 19:22
Io sono una quasi mamma che ha studiato i libri di Maria Montessori e che ha tutta l'intenzione di seguire i suoi principi fin dalla nascita. Ho appen aperto un blog su questo argomento, sperando che altri genitori abbiano la voglia e la curiosità di saperne di più
www.noiemariamontessori.com/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.