Iscrizioni scuola online: come registrarsi al sito del Miur

Iscrizioni scuola online: come registrarsi al sito del Miur

Come effettuare la registrazione sul sito del Miur per l'iscrizione online

Iscrizioni scolastiche online dal 16 gennaio

Iscrizioni scolastiche online dal 16 gennaio

Tutte le informazioni sulle iscrizioni scolastiche online.

Giovedì, 11 Dicembre 2014 00:00

La cicatrice del cesareo: trattarla e curarla

La cicatrice del cesareo: trattarla e curarla Charlie Barker su Flikr

Trattare e curare la cicatrice del cesareo.

In Italia il 40% circa dei bambini che nascono lo fanno attraverso la pancia, attraverso un intervento di chirurgia maggiore. Molte donne subiscono l'episiotomia, che è anch'esso un taglio profondo.

Se vogliamo davvero occuparci di una nascita rispettata e rispettosa penso che dobbiamo (si dobbiamo!) occuparci delle donne che hanno vissuto l'esperienza del parto cesareo o di un parto operativo.

La cicatrice del parto cesareo

Che lo si abbia chiesto oppure no, questo intervento esterno lascia una ferita, che a seguire diventa una cicatrice.
Il Dr. Kanner, osteopata, insegna che "la cicatrice da parto cesareo è un'entità particolare e complessa e, che è differente da tutte le altre, poiché è la testimonianza dell'arresto o dell'assenza dei movimenti della vita, ossia di quel passaggio iniziatico che è la nascita di un figlio o di una figlia."

Secondo il Dr. Kannertutte le cicatrici sono una aggressione memorizzata dai tessuti”, in particolare per la diade madre-figlia/o poiché la pelle, proprio
per la sua estensione fisica, è il più grande organo del corpo ed ha la stessa origine embrionaria del sistema nervoso centrale, dell'ipofisi (deputata ai cambiamenti ormonali, come l'ossitona che è l'ormone dell'amore e della relazione), della ghiandola mammaria (importante per l'allattamento) e delle surrenali (che producono adrenalina e cortisolo).

Il medico, attraverso la lama del bisturi taglia la pelle, dunque le fasce che collegano tutte le nostre parti e gli organi tra loro. Sotto la pelle, le fasce, sono quelle membrane che collegano tutte le nostre parti, le strutture e gli organi tra loro. Quindi se le fasce sono cicatrizzate, tutta la meccanica del corpo ne è informata e modificata.
Nel caso particolare della cicatrice del cesareo l'utero è stato tagliato, ferito nella sua intimità, quindi si indurisce e crea una tensione meccanica e funzionale.

Conseguenze della cicatrice da parto cesareo

Sappiamo che è la percezione degli eventi che ci fa leggere e sentire la nostra realtà, ma indipendentemente da questa percezione, che potrebbe essere molto positiva soprattutto nelle donne che hanno desiderato fortemente un parto cesareo, la cicatrice c'è, esiste ed è la testimonianza dell'aggressione al corpo della donna, e mantiene la memoria dell'evento.
Uno dei segni di questa memoria è la sensibilità della pelle. In una prima fase la zona circostante la cicatrice è al tatto insensibile, come se fosse morta, dura, nascosta, immobilizzata.

Il punto è che durante il parto cesareo, la secrezione di cortisolo che è necessaria per la cicatrizzazione mantiene anche uno stato di stress permanente.
La cicatrice altera l’ordine naturale e anche se si forma fisicamente per rinsaldare i tessuti, in realtà resta aperta energeticamente. Diventiamo piu’ vulnerabili all’influenza esterna e alla perdita di energia.

Armonizzazione globale della cicatrice da parto cesareo

L'armonizzazione globale della cicatrice che propone il Dr. Kanner, tecnica che a sua volta ha imparato dal Dr. Philippe Mahè, è composta da tre tappe:

  1. La prima tappa della riconciliazione e’ il ringraziamento. Ringraziare la cicatrice e’ importante perché è grazie a lei che il bambino è nato e la mamma è sopravvissuta.
    Ringraziare libera molta energia repressa e negativa, mettersi in stato di gratitudine di fronte ad un evento che potremmo aver percepito come negativo, libera molta energia.
  2. La seconda tappa è il rilassamento: la liberazione emozionale e la dispersione energetica.
  3. La terza tappa è l’informazione positiva.

Le altre cicatrici

Il trattamento di armonizzazione, funziona oer tutti i tipi di cicatrice: bruciature, interventi chirurgici diversi dal parto cesareo, tagli, episiotomia (il taglio che viene effettuato a volte durante il parto sulla vagina) e così via.

La mia esperienza professionale e personale

La "tappa di ringraziamento" - che può sembrare semplice e semplicistica - è di fatto di capitale importanza per tutto il processo di guarigione e pacificazione della donna. Se non ringraziamo la cicatrice e non riconosciamo che è "anche grazie a lei" che il nostro bambino è nato manteniamo un'energia di ostilità nei suoi confronti e nei confronti di noi stesse.

La conseguenza è che ringraziando la cicatrice nel profondo si attivano nuove sinapsi e spesso si attiva l'accettazione, non solo per la cicatrice ma più in generale per se stesse, per la propria famiglia e quella d'origine.
Quando una donna decide di farsi trattare la cicatrice da un punto di vista energetico, di fatto, fa qualcosa di un valore inestimabile per se stessa e la propria famiglia, per quella d'orgine e di conseguenza per tutte le generazioni che verranno. Un'eredità di inestimabile valore umano.

Io ho personalmente sperimentato su di me il trattamento con 3 sedute da parte del Dr. Kanner in persona. La prima nel 2011, proprio in occasione della mia partecipazione al Corso. Per una sincronicità che non ha uguali, al corso era presente anche una delle ostetriche che aveva assistito al mio parto.
E' un'esperienza che non dimenticherò mai, e che ha contribuito a liberare l'energia negativa che i miei due parti cesarei avevano mantenuto nelle cicatrici. Il risultato evidente e immediato fu di una sensazione di liberazione fisica ed emotiva, di un riappropriamento del mio potere personale.

E' con il secondo trattamento - che avvenne nel mese di ottobre del 2013 - e il terzo - nel mese di dicembre dello stesso anno - che ho chiuso definitivamente le cicatrici dal punto di vista energetico.

Essendo Counselor, avevo elaborato in tutte le salse i miei parti, partecipando a percorsi di counseling post-parto e gestaltici, ma è stato con l'armonizzazione energetica di Kanner che ho chiuso davvero il cerchio.
La conseguenza diretta dell'armonizzazione, oltre a migliorare fisicamente ed esteticamente la cicatrice, è un contatto con la cicatrice, che non è un semplice "toccare", ma con-tattare, l'amore per lei e per sé.
Senza amore di sé non possiamo amare completamente nessuno.

"L'armonizzazione delle cicatrici non è un viaggio indietro ma una liberazione per camminare verso il futuro per la donna e la sua discendenza"
David Kanner

 

Corso di armonizzazione delle cicatrici a Milano

Se sei incuriosito da questa pratica e vuoi saperne di più o se sei un operatore e vuoi aggiungere questa competenza alla tua formazione non perderti il corso con David Kanner:

L'arte di Ascoltare ospita un seminario di armonizzazione delle cicatrici con David Kanner il 7 e 8 febbraio 2015 dalle ore 9.00 alle ore 17:30 a Milano presso lo Studio Metamorphosis (zona P.ta Venezia)

Giornata di approfondimento

Per gli operatori e le operatrici che hanno già partecipato negli anni passati al corso di David Kanner, è possibile partecipare anche alla  "giornata follow up"per approfondire con domande applicate alla pratica che hanno avuto le operatrici con le clienti, il 6 febbraio 2015 dalle ore 14:30 alle ore 21:30 sempre a a Milano presso lo Studio Metamorphosis (zona P.ta Venezia)

Sconto di 20 euro sul corso comunicando il codice "GenitoriChannel" al momento dell'iscrizione

 

arte di ascoltare definitivo

Iscrizioni entro il 7 gennaio 2015.
Per informazioni, iscrizioni e per avere il programma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - + 39 3772760425.
Per approfondimenti sul metodo Kanner
Pagina Facebook "Cicatrici"

 

di Anna Maria Ricci - Counselor Professionista, ReBirther, Operatrice trattamento delle cicatrici, Formatrice.

 

immagine: Charlie Barker su Flikr

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Sito web: www.genitorichannel.it

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.