Venerdì, 04 Novembre 2011 08:11

Un anno di felicità vera: lettera di un papà al suo bimbo

By

Una emozionante lettera di un papà per il primo anno di suo figlio. Un bimbo arriva e ti stravolge la vita e ti accorgi che è una delle cose più belle che potessero capitarti. Ringraziamo Fabio Lalli per questo dono.

***

Un anno fa mi è cambiata veramente la vita: è nato Mattia.

Scrissi un post nel quale esprimevo l’emozione dell’attesa, poi la sequenza di immagini del parto che ti rimbombano nella testa, l’incontro del primo giorno di vita e poi la promessa che sarebbe diventato la persona più importante della mia vita. Il suo arrivo mi ha reso fin da subito consapevole di una cosa: tutto non sarebbe stato più come prima.

E’ così, non esagero. Tutto non è più come prima. E’ molto più bello. Anzi, è meglio ed è ancora più indescrivibile di quello che si possa immaginare. Lo puoi capire solo vivendo questa esperienza.

Durante i primi giorni di vita ti addormenti ascoltando il suo respiro ed il tuo sonno rimane leggero perché hai la preoccupazione di non sentirlo, di esser poco attento e pensi possa succedere qualcosa. Cerchi di tenerlo vicino pensando che sia più al sicuro. Il livello di attenzione è a livelli altissimi e non vorresti perderlo di vista un secondo. Il livello di dialogo ed interazione dei primi mesi è difficile, e non è semplice capire cosa voglia e ogni volta cerchi di intuire e intercettare, soprattutto quando non sta bene o si lamenta, cosa tu possa fare per fargli capire che ci sei. E’ difficile, stancante e stressante.

Con il passare del tempo lo vedi crescere e progredire. E’ piccolo, ma fa cosa incredibili. E’ piccolo, ma ti sembra stia crescendo velocemente. Alcuni momenti ti sembra che cresca anche troppo velocemente: vorresti ancora coccolarlo così piccolo, dolce e con quell’odore della pelle che ti manda in estasi e che ti rende impossibile stargli lontano.

Qualcuno pensa che un bambino ti cambi la vita perchè con il suo arrivo non puoi più uscire, non puoi stare con gli amici o non puoi goderti il tempo libero, e lo spazio personale si riduce: si è vero, è indiscutibile che lui richieda attenzione e non si può negare che modifichi le dinamiche e le abitudini di ogni componente della famiglia.

Ma il vero cambiamento non è questo.

Ti accorgi che ti ha cambiato la vita quando stai lontano da casa e non vedi l’ora di vederlo. Quando addormentandoti vuoi sentire il suo respiro perché è il suono più piacevole e rilassante che un uomo possa sentire. Quando torni a casa e ti sorride dicendo, a modo suo, Papà e non vorresti più partire. Quando facendo i primi passi verso di te, ti stringe con quelle manine piene di forza prima di cadere, facendoti sentire importante. Quando ti ride a singhiozzo perchè si sta divertendo e ti cancella dalla mente qualsiasi altra cosa. Quando piangendo, malgrado ancora non parli, ti fa capire che vuole qualcosa e ti rendi conto di esserci entrato veramente in sintonia. Quando giocando ti fa capire che per lui non è importante ieri o domani, ma adesso. Quando conoscendo una cosa nuova si stupisce incredibilmente, facendoti pensare all’importanza della scoperta delle cose semplici e del bisogno di continuare a stupirsi delle piccole cose anche da grande. Quando vorresti immortalare ogni piccola novità perché ti sembra il momento più bello del mondo o ancora quando ogni cosa che fai pensi di farla per lui.

Auguri piccolino di Papà per questo tuo primo anno di vita e grazie per avermi reso così felice.

Papà.

 

Fabio Lalli è un appassionato di ICT e tecnologia, blogger e da un anno papà! Potete seguirlo su http://fabiolalli.com/ da dove è tratta questa lettera.

Aggiungi commento


Commenti   

Trevor
0 # Trevor 2020-02-09 17:43
Riyadh Travel Fair, which usually celebrates its 10th anniversary thks season, is considererd
onee of thhe key tourism plus travel events in the region. Now,
orr else up to the task of writing the particular pastor anniversary poem you can certainly hire someone to ddo it for you.
If yyou are a seasoned medical tourist oor have only egun to consider medical
travel to South america, choosing the right hospital forr a procedure could
be a dqunting task. Yoou cann reach this by taking a ferry to the interface of Singapore HarbourFront Center
that is connected to the ports of Batyam Middle, Harbourbay,Seku pang, and Nongsa.
In comparison, Mexico hospitals are completely outside of the
reach of big American insurance firms (though ironically,
many insurance companies arre starting tto see medical traverl as a option for providing lower cost
policies iin order to U. S. By deciding which usually facilities
are "in network" plus which aren't, large insurance companies may dictate whether a doctor or medical center loses thousands of patients.
You can appreciate your day by explorinhg the Artwork Deco
district inn the city.

my website; Travell Club
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.