La ghiandola pineale e la sua funzione regolatrice nel sonno.

Cosa fare quando i bambini grandicelli non riescono ad addormentarsi facilmente?

Un papà, un bambino dai risvegli frequenti, una notte come tante altre...godiamoci il racconto tragicomico di questo ri-addormentamento notturno...quante volte anche voi vi siete trovati in questa situazione?

***
E’ notte.
Il paese a quest’ora è quasi del tutto in silenzio, s’odono in lontananza ancora delle voci, sono quelle di ragazzi fuori dal pub in piazzetta che di tanto in tanto schiamazzano e ridono, ma a breve cesseranno, i ragazzi di qui non tirano mattina come accade nelle grandi città, qui fino alla 1.00 al massimo poi tutti a nanna.

Benedetta, la mamma de Il cesto dei tesori, ci mette a disposizione, per il mese del sonno, questo bell'articolo sui lettini dove la riflessione va sul modo in cui i bambini si sentono al momento della nanna, e queste riflessioni guidano la scelta dell'oggetto del sonno per antonomasia: il letto.

***

Credo che sia ormai evidente a tutti, mamme, addetti ai lavori, pediatri, puericultrici, pedagoghi, che la nanna del bambino è uno dei grandi spauracchi dell'ultimo mezzo secolo. Il fatto che in passato, e ancora adesso in molte altre culture principalmente nel sud del mondo, l'attachment parenting - termine intraducibile, forse l'unico vocabolo che ci si può avvicinare è empatia - sia stata una pratica naturale e consolidata dovrebbe farci capire quanto ci siamo allontanati dal nostro istinto, soprattutto nella maternità. In questi ultimi decenni siamo andati avanti, siamo progrediti in moltissimi campi, ma abbiamo perso di vista le nostre emozioni.

Un bambino che piange di notte... come reagire senza trasmettergli il nostro nervosismo?

Per il nostro focus sul sonno dei bambini abbiamo chiesto a Sara Letardi di farci un po' di chiarezza e di fornirci alcuni binari per partire nel viaggio che ci porterà alla soluzione del problema sonno. Non è un viaggio organizzato, è un percorso personale che passa dall'osservazione, dall'analisi e anche dall'intuito. E' un percorso che ciascuno famiglia potrà costruire in base alle sue esiegnze specifiche e senza aspettarsi la "bacchetta magica" ma è uno di quei viaggi in cui non è importante solo la meta, bensì il viaggio stesso.

***

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.