Visualizza articoli per tag: neonati prematuri

Il prof Fabio Mosca, Direttore di neonatologia e terapia intensiva neonatale alla Mangiagalli di Milano, ci dice l'importanza del contatto e dell'umanizzazione per i prematuri. Video realizzato con Canon Legria HFR16
Etichettato sotto
Il prof Fabio Mosca, Direttore di neonatologia e terapia intensiva neonatale alla Mangiagalli di Milano, ci dice cosa viene fatto per l'allattamento dei prematuri... solo il 50% circa viene dimesso con allattamento naturale (non esclusivo in molti casi), e il dato è migliore della media europea. Video realizzato con Canon Legria HFR16
Etichettato sotto

Il papà di una bimba nata gravemente prematura parla della sua esperienza.

Annalu, ormai 2 anni e 8 kg, è una bimba che è nata di 28 settimane e pesava poco più di mezzo kg. Suo papà oggi è membro dell'Aistmar, un'associazione che si occupa del sostegno e del reperimento fondi per progetti di cura e sostegno delle famiglie dei prematuri.

Video realizzato con Canon Legria HFR16

 

Etichettato sotto

Perchè la prematurità è in aumento?
In questa intervista il prof Fabio Mosca, Direttore di neonatologia e terapia intensiva neonatale dell'Ospedale Mangiagalli di Milano, ci dice che la prematurità è una patologia in aumento in Italia e quali sono le ragioni di questo.

Video realizzato con Canon Legria HFR16

 

Etichettato sotto

Venerdì 6 luglio, il piccolo Mario, con poche ore di vita è stato affidato dalla sua mamma alla "Ruota degli Esposti" della Mangiagalli di Milano, un piccino nato prematuro e piccolo piccolo... Sembra impossibile, ma in Italia sono circa 3mila all’anno i neonati abbandonati e ritrovati (soprattutto vivi, ma anche morti): il 73% è figlio di italiane, il 27% di immigrate, prevalentemente tra i 20 e 40 anni; le minorenni risultano solo il 6%; di questi abbandoni circa 400 l'anno, ancora troppo pochi, avvengono in ospedale...

Pubblicato in Gravidanza e parto

Ho sempre una certa fatica e diffidenza quando si tratta di strutture ospedaliere, e guardo con scetticismo alle invenzioni tecnologiche e alle soluzioni ad alto tasso di sapienza quando si tratta di nascita e di bambini, non è un mistero. Sono convinta e sostengo sempre che la nascita vada rispettata come momento fisiologico, i rischi e le paure, intorno a questo evento, sono come nel resto della nostra vita. Tuttavia oggi mi sono confrontata con una di quelle circostanze in cui ti dici “quando è davvero indispensabile, meno male che c’e’”. Dunque meno male che ci sono la tecnologia, la competenza, la dedizione e il  cuore.

Pubblicato in Gravidanza e parto

"Tutte le procedure di cui necessita un neonato prematuro sono molto fastidiose per lui, per questo motivo cerchiamo di ridurre al minimo tutte queste pratiche o di farle durante la marsupioterapia. Dagli studi emerge che il bambino in marsupioterapia il messaggio doloroso non arriva al cervello." Susan Ludington phd in Pediatric nursing USA