Visualizza articoli per tag: calendario avvento

Un calendario dell'avvento facilissimo, da realizzare con i bambini.

Pubblicato in Ricette e lavoretti
Etichettato sotto

Calendario dell'avvento facile, economico e bellissimo.

Pubblicato in Ricette e lavoretti
Etichettato sotto

La barba di Babbo Natale si accorcia e il Natale si avvicina.

Pubblicato in Ricette e lavoretti

Il calendario dell'Avvento è una tradizione di origine tedesca che iniziò intorno alla metà del XIX secolo. Il primo calendario stampato con caselline apribili è del 1903. Molti altri editori seguirono l'esempio del loro collega di Monaco. Da allora, con una battuta d'arresto durante le due Guerre Mondiali, la Germania è il massimo produttore di calendari dell'Avvento. Questi oggetti sono molto diffusi anche nei Paesi del nord Europa, in Scandinavia soprattutto.

Mi ricordo che in casa mia non sono mai mancati i calendari di cartone con i cioccolatini dietro ogni finestrella. E' rimasta per me una delle tradizioni irrinunciabili del Natale, che cerco di trasmettere anche alle mie bambine. 

Pubblicato in Ricette e lavoretti
Etichettato sotto

Eccoci giunti alla fine di Novembre, da domani parte il conto alla rovescia per arrivare al Natale. Qui siamo ancora in alto mare con i regali... già mi prende lo stress, perché, lo sappiamo bene, anche se deprechiamo il Natale consumistico e i bambini hanno sempre troppe cose, che Natale è "LA" festa dell'anno, e va celebrata in pompa magna.
Sul web impazzano i calendari dell'avvento, per me sono un po' come la festa di Halloween, una tradizione che in realtà in Italia è molto recente. Io ricordo di averli scoperti quando ero ragazzina e vivevo all'estero. Quando ci avvicinavamo al Natale si trovavano in vendita questi cartoncini pieni di finestrelle numerate di cui io e la mia famiglia non riuscivamo a capire il senso...

Adesso che con il web il mondo si è globalizzato, quella tradizione (forse di origine tedesca, non sono riuscita a scoprirlo) è arrivata fino a noi

Il calendario dell'avvento, come dice la parola stessa, dovrebbe scandire i giorni dall'inizio dell'avvento al Natale, ma ormai cosa sia l'avvento è ignoto ai più... viene dal latino e significa "venuta", quindi è il periodo che precede la venuta di Gesù bambino e nel quale ci si prepara, cristianamente, a questo evento, a questa festa sacra così solenne.
Si accorge dell'arrivo dell'avvento chi frequenta la messa, perchè la chiesa si tinge di viola e compare una bella composizione di candele, ogni domenica se ne accenderà una. A Milano, dove c'e' un rito diverso, di candele che ne sono addirittura 6, quindi la preparazione al Natale comincia 6 domeniche prima, mentre nel resto di Italia l'avvento riguarda solo le 4 domeniche che precedono il Natale.

I calendari dell'avvento che si sono ormai diffusi invece hanno introdotto una logica che prescinde dai calendari liturgici, ma sono una sorta di "count down" per arrivare al fatidico 25 dicembre e partono dal 1 del mese.
Nelle famiglie con i bambini il calendario assume diverse valenze apprezzabili e apprezzate:

  • innanzi tutto consente ai bambini di rendere percepibile la distanza tra loro e il Natale, questa è una cosa che li entusiasma e rende tangibile un'attesa difficile da razionalizzare,
  • inoltre spesso è l'occasione per trascorrere un pomeriggio a realizzarne uno, e i bimbi vanno matti per i lavoretti, specie se si ritaglia, appiccica, colora, impiastra.
  • Infine è un modo gioioso per svegliarsi la mattina, presto come sempre per andare a scuola, ma questa volta con l'idea che va aperta una nuova casellina del calendario per scoprire che sorpresa contiene.

 

Veniamo alle sorprese: qui bisogna mettere in campo il riciclo e la fantasia, se no per preparare il calendario dell'avvento si finisce per spendere quanto acquistare uno dei regali di Natale, che non sempre è economicamente sostenibile.
Come sapete, il calendario dell'avvento ha delle caselline (24 caselle, dal 1 dicembre al Natale), ne va aperta una al giorno e in ognuna si trova una piccola sorpresa.

Ecco quindi alcune idee per popolare le caselline del nostro calendario dell'avvento low cost:

  • stampate dei disegni dal web da colorare,
  • scovate delle filastrocche,
  • inventate e scrivete delle fiabe o trovatene alcune che non conoscono, potrete leggerle ai bimbi la sera prima di andare a letto,
  • trovate, ai mercatini, degli oggetti di uso quotidiano e utili: es. degli elasticini per capelli o delle mollettine, per le femminucce, del materiale di cancelleria, tipo gomme, matite, poi ancora potete trovare degli steakers (gli appiccichini), esistono confezioni che ne contengono più pezzi e che quindi possono essere distribuiti in più caselle
  • in una delle caselline potrete mettere una bella moneta da 1 euro
  • ovviamente ci sarà qualche casellina dedicata a qualche schifezza (cioccolatini, caramelle, leccalecca...), ma se i vostri bimbi non sono abituati a mangiare noci e noccioline, anche quelle potrebbero rappresentare il piccolo dono di quel giorno
  • nel nostro in una delle caselle ci sarà anche un "buono con il permesso di fare una cosina speciale", tipo: giocare ai giochini del PC (cosa che a casa nostra, per es., si può fare solo in rarissime occasioni), oppure vedere un dvd con tutta la famiglia (ai miei bimbi piace molto, e ci prepariamo anche il pop corn)

 

Se non avete ancora preparato il vostro calendario dell'avvento, eccovi un'idea "Last minute" semplice da realizzare:

Vi occorrono:

24 buste da lettera

cartoncini colorati

forbici, colla, matite colorate

festoni, foglie di pino e materiale di recupero per i decori

mollette dei panni (meglio quelle in legno)

uno spago dove appendere le buste

nel video vi spieghiamo come assemblare il tutto.

 

Buona attesa dunque!

Barbara Siliquini

Pubblicato in Ricette e lavoretti