Mamme e papà milanesi, a raccolta, c’è bisogno di voi!
C'è tempo solo fino al 20 giugno per aderire all'iniziativa di MammeAcrobate, che grazie al loro sponsor Electrolux e al negozio per mamme The MilkBar stanno coordinando una raccolta di generi per le famiglie dell’Emilia colpita dal terremoto.

Siamo attoniti di fronte alla potenza della natura che si scatena. Ci sentiamo impotenti e impreparati.

Per aiutarci a reagire nel modo corretto alle scosse che in questi giorni stanno dilaniando l’Emilia Romagna, la Protezione Civile della Regione ha emanato un vademecum di regole a cui attenersi.

 

Ecco come comportarsi durante il terremoto:

  1. terremoto1

    Uscire di casa se si è al pianterreno e la porta è vicina;

  2. Non fuggire sui balconi né prendere l’ascensore;

  3. Ripararsi sotto i tavoli, contro i muri portanti e i vani delle porte;

  4. Stare lontani da oggetti pesanti o pericolosi;

  5. Spegnere i fornelli in cucina;

  6. Restare al riparo fino a che la scossa non è finita;

  7. Quando la scossa è terminata, cercare con calma di uscire;

  8. All’aperto, allontanarsi dagli edifici e cercare di fermarsi in spazi aperti;

  9. Allontanarsi da pali e linee elettriche;

  10. Sui marciapiedi, prestare attenzione ai cornicioni, alle insegne e ai balconi che potrebbero precipitare – se possibile cercare riparo sotto le architravi dei portoni;

  11. In auto, fermarsi evitando i ponti, i viadotti, i sottopassaggi, i terreni franosi e le linee elettriche;

  12. Nei luoghi pubblici, raggiungere l’uscita con calma, senza accalcarsi e facendo attenzione agli oggetti che potrebbero cadere.

 

E' una buona idea, in questi giorni, individuare dei punti sicuri della casa dove rifugiarsi in caso di scosse e parlarne con i bambini, informandoli su dove ripararsi e cosa fare in caso di terremoto.

di Cristiana Calilli 

centopercentomamma