Una famiglia che ha scelto come vuole vivere.

La vita non è una fiaba, ma forse una favola sì... ci si sveglia leggiadri, si saltella allegramente verso il quotidiano, si pulisce soavemente, e si rientra al castello in groppa al cavallo del principe azzurro... o no?!!!
A questa domanda risponde Monia con questo suoo post...

**** 

E' l'alba: Biancaneve si stiracchia in maniera leggiadra, svegliandosi spontaneamente già truccata e pettinata, col sorriso sulle labbra.

Le 6,30 in casa nostra: la tua mamma, tesoro mio, deve svegliarla il babbo scuotendola come una maracas per scrollarle un po' di bradipismo di dosso; poco elegantemente, quasi a passo di leopardo, si sposta verso il bagno, spettinata e con le pieghe del cuscino sulla faccia.

di Barbara Siliquini

Noi che viviamo nel mondo occidentale per certi versi siamo molto fortunati, per altri abbiamo imparato a vivere come i polli nelle gabbiette degli allevamenti industriali: ci ritroviamo, i più, ingabbiati in città cementificate, in appartamentini che sono scatole di mattone impilate su e in mezzo ad altre analoghe, quando non siamo infilati in un cubotto di cemento siamo nel cubotto di lamiera della nostra auto, con altre auto tutto intorno a noi, mangiamo cibi raffinati, poveri di sostanze nutrizionali, ricchi di chimica, ci impasticchiamo più o meno massicciamente, anche in funzione dell'età, cioè della nostra esposizione a cotanto benessere.

 A novembre si è celebrata la giornata mondiale per la ricerca contro il cancro. Un tema che riguarda ormai quasi tutte le famiglie. Abbiamo tradotto per voi questo bel post di una blogger americana: sarah, perché ci sono piaciute le riflessioni e ci è sembrato importante il tema.

Se vorrete darci il vostro punto di vista o esperienza, sarà una condivisione preziosa.

***

"Mamma, hai un cuore sulla maglietta?" Mi ha chiesto l'altro giorno mio figlio di 2 anni e mezzo.

"A dire il vero è un cuore capovolto e c'è scritto 'il cancro non mi piace'"
E visto che non ce la facevo a sentirmi chiedere: "Cos'è il cancro mamma?" ho subito aggiunto: "Il cancro è una malattia che a volte colpisce le persone."

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.