Quando un nonno se ne va come riuscire a parlarne con i propri figli.

Uxoricidi: è ora che gli uomini costruiscano dei loro spazi di riflessione, sostegno e relazioni.

Federica Lisi Bovolenta è una ex pallavolista di serie A e moglie di Vigor Bovolenta, pluricampione di pallavolo che è venuto a mancare 1 anno fa, durante una partita di campionato.
I due hanno 5 figli. I primi 4 sono concepiti con fecondazione assistita, Andrea, l'ultimo, è il dono inatteso che Federica scopre di avere in grembo 15 giorni dopo la morte di Vigor...

In questa intervista Federica, donna straordinaria, ci racconta com'è crescere i suoi figli da sola, guardando sempre alla vita con il sorriso e la positività.

Di ritorno dal MammacheBlog Social Family Day, (il 4° anno per noi), ancora una volta una giornata intensa, bella e ben organizzata.
Forse quest'anno per allinearsi al tema #sfidedimamma lanciato per l'occasione, il tempo ha voluto organizzare "pioggia", ma non aveva capito con chi aveva a che vedere! Le mamme blogger e Fattore Mamma hanno superato la sfida alla grande.  

"Le tasche piene di sassi". Quando ho sentito per la prima volta questa canzone di Jovanotti – Lorenzo Cherubini, come si fa chiamare ormai da diversi anni, ossia da quando ha smesso di dare il cinque e ha iniziato a regalare molte emozioni in più – non sapevo esattamente di cosa parlasse. Però la sensazione era forte, profonda, inequivocabile.

Solo alla mamma puoi dire che “ti ha lasciato solo” e che deve “venirti a prendere”. E' lei, chi altro?, che ti ha portato su questa terra e poi d'un tratto ti lascia solo.

La solitudine che lascia la mamma non ha fondo, è un buco nero in cui puoi gettare monete per esprimere un desiderio, ma il rumore metallico di un rimbalzo o quello di un tuffo nell'acqua non lo sentirai mai per quanto tu tenda le orecchie.

Oggi dedichiamo uno spazio di informazione al tema della perdita in gravidanza e dopo il parto, un tema delicato che coinvolge i genitori e che grazie all'associazione CiaoLapo ha uno spazio dove potersi esprimere.

***

CiaoLapo Onlus è un'associazione a carattere scientifico e assistenziale, composta da  genitori colpiti da lutto in gravidanza e dopo il parto e professionisti (medici, psicologi, ostetriche) impegnati nella ricerca sulla morte perinatale e nel sostegno psicologico ai familiari in lutto.

Come spiegare la morte ai bambini? In questo articolo Barbara Motolese racconta come ha mosso i primi passi in questo difficile argomento con sua figlia di 5 anni.

Ogni giorno qualcosa ci arriva in dono, sta a noi scegliere come prenderlo e in cosa trasformarlo. Questo concetto è spiegato benissimo nel film Cast Away che ho visto tempo fa, un uomo naufraga su un'isola e cerca di sopravvivere, il mare ogni giorno gli restituisce qualche dono finchè lui riesce a metterli insieme e costruisce una zattera, si avventura in mare e viene recuperato da una nave. Tornato a casa scopre che sua moglie nel frattempo si è risposata e si è costruita una famiglia e lui è diventato un po' un disadattato ma sa che il giorno dopo il mare gli porterà qualche altro dono.

 A novembre si è celebrata la giornata mondiale per la ricerca contro il cancro. Un tema che riguarda ormai quasi tutte le famiglie. Abbiamo tradotto per voi questo bel post di una blogger americana: sarah, perché ci sono piaciute le riflessioni e ci è sembrato importante il tema.

Se vorrete darci il vostro punto di vista o esperienza, sarà una condivisione preziosa.

***

"Mamma, hai un cuore sulla maglietta?" Mi ha chiesto l'altro giorno mio figlio di 2 anni e mezzo.

"A dire il vero è un cuore capovolto e c'è scritto 'il cancro non mi piace'"
E visto che non ce la facevo a sentirmi chiedere: "Cos'è il cancro mamma?" ho subito aggiunto: "Il cancro è una malattia che a volte colpisce le persone."

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.