Venerdì, 16 Luglio 2010 00:00

Suggerimenti per i viaggi in auto con i bimbi

By

 

Tempo di vacanze, agognate vacanze. Non vediamo l’ora di partire, ma quando cominciano ad esserci bimbi di mezzo, l’idea di un viaggio, specie se in macchina, è la parte “incubo” della vacanza.

Sicurezza in auto significa anche tenere i bimbi calmi ed evitare loro di diventare troppo insofferenti, che poi vogliono slacciare la cintura, venire in braccio, fare 2000 soste raddoppiando la durata del viaggio.

Per noi il primo trucco è quello di stabilire orari di partenza strategici, ovvero in cui i bimbi possono addormentarsi, ed evitare accuratamente i sonnellini prima. Ma poi dobbiamo armarci anche di fantasia e trucchi per assicurarci un viaggio sereno.

Aiutateci a trovare i trucchetti che possiamo inventarci per affrontare le ore di “quanto manca?”, “siamo quasi arrivati?”, “io mi sono stufato!”  e piagnistei vari. Postate sotto i commenti.

 

Ecco alcuni suggerimenti frutto dell'esperienza nostra e di altri genitori:

1. Un lettore DVD portatile – noi non l’abbiamo, ma c’e’ chi giura che non viaggerebbe mai senza

2. DVD nuovo da tirare fuori come sorpresa a metà del viaggio.

3. Un CD con una favola registrata. Per noi è utilissimo, assicura un’oretta di tregua, e concilia il sonno.

4. Una borsa frigo piena di succhi di frutta, carote, cetrioli, ciliegini, olive, yogurt da bere, focaccia, taralli, crackers.

5. Un approvvigionamento snack, schifezze proibite tutto l’anno, ma che in quelle occasioni di sofferenza sono permesse: tra questi valgono le patatine e un pacchetto di caramelle, queste ultime possono salvarti da un piagnisteo infiniti di quella di 2 anni, certo, non ne guadagna in salute, ma tanto di viaggi cosi’ se ne fanno al massimo 4-5 in un anno

6. Decine di piccoli giocattoli per sorprendere i bimbi durante tutto il viaggio.

7. Pastelli, carta o un nuovo libro da colorare (per le pause, se no viene il mal di mare, o per i tratti in treno/traghetto/aereo).

8. Un nuovo CD misto delle nostre canzoni preferite, meglio se ci sono dentro quelle che si mimano.

 

poi ci sono i giochi improvvisati, ecco alcuni esempi che facciamo con i grandi che hanno 5 e 7 anni, sembrano un po’ sciocchi, ma a loro piacciono:

- Quello dei colori: si sceglie un colore e a turno ognuno deve trovare qualcosa di visibile con quel colore (es: bianco – le strisce sulla strada, l’auto che ci ha superati, il cartello stradale, etc.).

- Quello delle associazioni mentali: uno dice una parola e quello dopo deve dire una parola che associa a quella (vacanza, nonna, regali, etc.)

- Inventare una storia a tempo: si stabilisce che ognuno ha 2 minuti, deve raccontare una storia, allo scadere dei 2 minuti ci si interrompe improvvisamente e quello dopo riprende da dove il primo si era interrotto e continua la storia a modo suo, e così via.

- La vecchia fattoria a modo nostro: cantiamo la canzone della vecchia fattoria, ma sono ammessi gli animali più strani: stella marina, lumaca, squalo… e quando è ora di fare il verso vale tutto: anche mimare con le dita o con l’espressione l’animale di turno

- Morra cinese

- indovina l'animale: si può descrivere, mimare, fare il verso, o altro per far capire di che animale si tratta

 

Altri giochi per bimbi più piccoli (1-3 anni)

- marionette: se c'è un'adulto che non guida può fare uno spettacolino con le marionette che spuntano dal sedile davanti (molto apprezzati i rumori onomatopeici e gli scontri tra marionette!), all'ikea trovate delle micro-marionette da dito

- cantare l'opera: cantare pezzi di opera in modo stonato e divertente che poi loro imitano (questo di solito è riservato all'ultima parte del viaggio quando i bimbi sono già cotti)

- ammirare il paesaggio: ovviamente funziona solo con paesaggi variegati e interessanti, non in autostrada. Si ammira dicendo tutte gli aggettivi che vengono in mente, per es. guarda che graaandeeee la montagna, com'è veeeerdeee il prato...

- gli animali colorati: per spezzare la noia ogni tanto un'adulto dice con grande stupore, puntando il dito fuori dal finestrino: "guarda! un'ippopotamo fucsia!", descrivendo dov'è passato e cosa stava facendo, mettendo anche persone conosciute o che dobbiamo raggiungere "Hai visto laggiù, la nonna sta correndo dietro ad un cammello arancione". Dopo i primi "dove?dove?" diventerà un gioco che ameranno fare anche i bimbi e state sicuri che si inventeranno le cose più strane.

E voi cosa avete sperimentato che funziona?

 

 

 

 

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Commenti   

Cosmic Mummy
0 # Cosmic Mummy 2010-08-25 07:33
:D geniale la trovata di fargli mangiare schifezze normalmente proibite... credo che l'importante è che non facciano parte dell'alimentazi one giornaliera di casa, ma se mangiate una volta tanto non fa niente, anzi le trasgressioni sono belle proprio per quello no? ;-)
comunque ricordo che i metodi di cui parli erano simili ai metodi che usavano i miei con noi quando eravamo piccoli... eppure in quegli anni il seggiolino non si usava... i viaggi annoiano e stancano i bimbi comunque, indipendentemen te dal modo in cui sono seduti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.