Dermatite atopica e le cure termali

Dermatite atopica e le cure termali

La dermatite atopica, la malattia della pelle più diffusa tra i bambini. La miglior cura è l'idratazione.

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

 Quando le regole sono chiare, aderirvi è più semplice.

Martedì, 17 Novembre 2015 00:00

Quale animale domestico scegliere per il tuo bambino

L'animale domestico adatto per i bambini L'animale domestico adatto per i bambini

Qual è l'animale domestico adatto per la tua famiglia?

Quale razza di cani e di gatti è preferibile scegliere quando ci sono bambini in casa?

Continua la nostra collaborazione con Purina per scoprire i benefici di crescere con gli animali, vi sveleremo questa e molte altre cose nell'arco di questi mesi. Infatti GenitoriChannel.it è tra gli ambasciatori del progetto “A Scuola di Pet Care” frutto della collaborazione di Purina con il mondo delle mamme digitali. Un progetto che ci vede entusiasti, perché gli animali sono straordinari per aiutare i nostri bimbi a sviluppare affettività, coscienza ecologica, rispetto, apprendimento, gioia di vivere.
Questa volta scoprirete come scegliere l'animale domestico più adatto alla vostra famiglia in base al tipo di vita che fate e al tipo di casa che avete.

L'abbiamo detto tante volte ma lo ripetiamo, un animale domestico non è un regalo, è un dono, un dono che tutta la famiglia riceve, un essere vivente di cui prendersi cura e che sicuramente ci ripagherà in amore incondizionato.
Quindi un animale domestico si sceglie in base allo stile di vita e alla quotidianeità della propria famiglia, tenendo ben presente che, per quanto possiamo riuscire a coinvolgere e responsabilizzare i nostri figli, siamo comunque noi genitori i responsabili delle cure che l'animale riceve.

Il cane: grande impegno, grande affetto

Il cane è sicuramente il più impegnativo tra gli animali da compagnia, d'altro canto però è anche l'animale che più ripaga in termini di affetto e fedeltà, non per niente è "il migliore amico dell'uomo".
Valutate attentamente che: va portato a passeggio più volte al giorno tutti i giorni, è impegnativo anche in termini di costi, sia per il cibo che per le visite veterinarie e non ama stare da solo troppe ore di seguito, inoltre dovrete trovargli una sistemazione o portarlo con voi durante le vacanze e anche per brevi weekend.

Se avete deciso di prendere un cane ricordate che alcune razze sono più adatte per la vita di famiglia: il Border Collie va bene per i bambini grandi e attivi, Labrador e Golden Retriever sono di solito molto dolci ma richiedono molto impegno quando sono cuccioli. Per i bambini piccoli sono ottime le razze "da grembo" come il Chihuahua, il Maltese, il Barboncino nano e il Bassotto nano.

Detto questo, ogni cane è un individuo con la sua personalità, perciò, quando è possibile, sceglietelo tenendo conto del carattere dei genitori e del suo comportamento nella cucciolata. Il periodo migliore per accoglierlo in famiglia è intorno ai due mesi di età, inoltre fate in modo che nella sua crescita venga in contatto con i bambini in modo che ne abbia una percezione positiva. 
Anche se ogni cane è un individuo a sè stante,

Il gatto: indipendente ma non troppo

Il gatto, a differenza del cane, non soffre molto il distacco dal padrone anche se apprezza coccole e attenzioni, potrebbe però non gradire le attenzioni troppo "strette" dei bambini piccoli.
Se siete fuori molte ore durante il giorno, ma avete un terrazzo o uno sbocco sull'esterno, il gatto è il vostro animale ideale.

bambina gatto s

Come per i cani possiamo dire che non esiste una razza di gatto adatta per i bambini ma le caratteristiche di alcune razze le rendono la scelta migliore per le famiglie, in particolare possiamo citare il Birmano, il RagDoll chiamato così per la sua particolarità di "afflosciarsi come un pupazzo" quando lo si prende in braccio, e il gatto himalayano (un incrocio tra il Persiano e il Siamese)

Pesci e animali acquatici: poco impegno, poca interazione

Sicuramente i pesci e gli altri animali acquatici non richiedono molto impegno, una volta approntata la boccia o l'acquario hanno bisogno solo di cibo e della pulizia ordinaria. Non hanno però una grande interazione con noi umani, perciò se il vostro obiettivo è di decorare il salotto un bell'acquario farà sicuramente un figurone ma se volete donare un animale da compagnia alla vostra famiglia, forse è meglio orientarsi su altri animali.
Stesso discorso per le tartarughe, che danno più soddisfazione dei pesci ma che possono diventare impegnative con gli anni poichè le loro dimensioni da qualche cm possono arrivare a 30cm quando sono adulte con conseguenti problemi di trovare uno spazio adatto a loro.

Piccoli mammiferi: teneri e bisognosi

Molte famiglie scelgono un criceto, un coniglietto nano o una cavia come animale da compagnia, sono piccoli mammiferi, molo teneri e dal pelo soffice che possono vivere in gabbie anche in appartamento.
Attenzione però, i criceti hanno una vita perlopiù notturna e quindi possono disturbare molto il nostro sonno e quello dei nostri bambini se la loro gabbia è nella camera. Inoltre non è raro che si spaventino e mordano le dita di chi tenta di prenderli in mano.
Il coniglietto nano è invece più socievole ma ha maggiore bisogno di muoversi ed è quindi importante lasciarlo libero per casa per alcune ore al giorno però preparatevi perchè  tenderà a mordicchiare mobili e fili elettrici.
La cavia infine sembra essere l'animale più calmo e adatto ai bambini.

Uccellini: scegliere bene la specie

Al contrario di quel che si pensa, gli uccellini sanno affezionarsi molto ai loro padroni, a seconda delle specie possono aver bisogno di molta compagnia, alcuni vengono venduti solo a coppie (come gli inseparabili) proprio perchè non è raro che soffrano la solitudine.
I canarini e i diamantini sono i più semplici da curare, possono vivere in spazi piccoli senza risentirne troppo e hanno bisogno solo di cibo e pulizia ordinaria. I pappagallini invece, che interagiscono molto con gli esseri umani, hanno bisogno di molta compagnia e di essere tenuti fuori dalla gabbia qualche ora al giorno, non sono quindi adatti se state molte ore fuori casa.
Al momento dell'acquisto chiedete se sono stati allevati a mano perchè questo vi garantisce una maggiore socievolezza.

Domande da farsi quando si sceglie un animale da compagnia

In conclusione, se state pensando ad un animale da compagnia chiedetevi:

  • Quante ore al giorno la nostra casa è abitata? Se sono poche escludete subito di prendere un cane. E anche alcune specie di piccoli mammiferi e uccelli che necessitano di molta compagnia. Optate piuttosto per un gatto, una cavia o un uccellino.
  • Quali spazi abbiamo a disposizione? Se lo spazio è piccolo scegliete un animale che stia nella sua gabbia oppure un gatto la cui razza abbia caratteristiche di sedentarietà
  • Quanto tempo e voglia abbiamo di dedicarci ad un animale domestico? Scegliete pesci o uccelli se non avete tempo a disposizione o siete molto impegnati in mille altre cose, mentre se avete desiderio di stringere un legame forte e duraturo, il cane è la scelta adatta.

 

Il progetto A Scuola di Pet Care

Due parole su questo progetto straordinario di cui facciamo parte.

A Scuola di Pet Care è un progetto che nasce dal desiderio di avvicinare i bambini alla cultura della cura e del rispetto degli animali.

Lavorare sui bambini significa creare adulti coscenziosi e consapevoli sul tema del rispetto di tutti gli esseri viventi nonchè creare futuri compagni capaci e affidabili di animali da compagnia felici, non pericolosi o molesti.
Un progetto molto ambizioso e con una valenza davvero importante sul quale Purina investe grandi energie e risorse da oltre 10 anni.

Quest'anno il progetto A Scuola di Pet Care si arricchisce di molte parti, per farlo siamo state coinvolte noi mamme digitali. In questi mesi su molti blog curati dai genitori per i genitori troverete articoli relativi agli animali di compagnia. Ognuno di noi ha proposto 10 temi che ci sembravano di interesse come genitore. La cosa bella è che ogni blogger ha la sua sensibilità e la sua storia e quindi i temi sono spesso originali e sicuramente anche il modo in cui saranno trattati sarà eclettico e arricchente. 

Molti articoli saranno pubblicati sul Pet magazine on line di Purina, un sito ricco di infrmazioni estremamente interessanti per chi ama, ha o desidera avere un pet.

A Scuola di Pet Care per le Scuole dell'obbligo

Da ben 11 anni il progetto A Scuola di Pet Care entra nelle scuole e vede alunni e insegnanti entusiasti. Purina, con la collaborazione di Giunti, mette a disposizione gratuita di migliaia di scuole kit cartacei e scaricabili, per realizzare progetti didattici che ruotano attorno al tema dei pet. I kit sono gratuiti e limitati.
Le scuole poi realizzano dei materiali che, se premiati, vengono trasformati da Purina e Giunti in veri e propri cartoon.

Per partecipare al progetto basta andare sul sito A Scuola di Pet Care di Purina dove ci sono aree specifiche per famiglie, insegnanti e bambini.

130x130in collaborazione con Purina A scuola di Pet Care

 

Immagine: Baby girl in summer dress on Shutterstock, Child is kissing a cat

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Sito web: www.genitorichannel.it

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.