Mercoledì, 18 Gennaio 2012 07:54

EquAzioni.org: fasce porta bebè e tecnologia per le mani libere

By

Oggi ospitiamo la bella famiglia di EquAzioni.org, Francesca e Davide con i loro due piccini. Una splendida famiglia in cui si intreccia l'utilizzo di strumenti antichi e di contatto come le fasce portabebè, per tenere comodamente i bambini "addosso", sbrigando il quotidiano, con strumenti supertecnologici. Quando si sono trovati a testare la clip vivavoce, hanno trovato il connubio perfetto tra tecnologia e mani libere, molto apprezzato anche dai bimbi.  Godiamoci dunque un'altra testimonianza dei piccoli grandi gesti che ogni famiglia, splendidamente imperfetta, compie ogni giorno per crescere insieme ... con qualche piccolo aiuto tecnologico come la clip Gigaset.

...comunque vada è già un successo!

***

Il telefono.
C'è chi lo ama, chi ci passerebbe le ore, chi se lo porta sempre appresso, chi ci riversa dentro un fiume di parole. E c'è chi lo odia, chi lo dimentica a casa, chi impiega le ore per trovarlo ogni volta che deve fare una telefonata, chi lo usa rispondendo a monosillabi per concludere nel più breve tempo possibile la conversazione.
C'è Francesca.  E c'è Davide.

Davide odia stare al telefono. Già, non odia il telefono, ma odia 'starci', nel senso che si sente come 'legato ad un filo', e come un cane al guinzaglio tira-tira-tira, con l'inevitabile caduta dell'apparecchio. Non ci è voluto molto per passare ad un cordless che in effetti ha risolto tanti problemi dello “stare” al telefono: lo si può portare in giro, ma non è il massimo cambiare un pannolino o a scrivere al pc con il collo torto e la spalla inarcata a sorreggere la cornetta!

C’è il vivavoce, ma i risultati ahimè spesso non sono quasi mai quelli sperati:  o ci si ritrova a strillare mentre il vivavoce è appoggiato da qualche parte – e l’interlocutore continua a chiederci 'oh ma mi senti? ti sento lontano/a, c’è riverbero, hai il vivavoce?!' – oppure ci si ritrova (come spesso accade anche con l’auricolare del cellulare) a vagare per la casa con il cordless in mano a mezz’aria…

Ed ecco che un bel giorno Genitorichannel ci chiede di di partecipare al progetto Clip Vivavoce Gigaset: un piccolo aggeggio senza fili che permette di parlare in vivavoce a mani completamente libere?
Bè, per noi che promuoviamo la fascia portabebè come soluzione per tenere i bambini in braccio ma con le mani libere... sembrava un 'fatto-apposta-per-noi'!

Agganciata ai vestiti, con un ottimo audio, ci permette di parlare al telefono per lavoro o per svago, senza inconvenienti, e senza dover rinunciare a quello che stavamo facendo (il multitasking è la regola!  o almeno ci si prova) che fosse rispondere ad una email, riordinare casa, lavare i pannolini, o sistemare l’orto.

Se la clip Gigaset ha avuto successo con nostro figlio Ale? Se consideriamo che è nell'età in cui non si ama stare al telefono, raccontare cosa si è fatto a scuola... direi di sì!! Prima di tutto perchè per rispondere al telefono non si deve staccare da quello che sta facendo o smettere di giocare.

 

 

Gigaset L410

 

E infine per la funzione da noi ribattezzata ' interprete':  Ale ora si esprime già benissimo, ma spesso i nonni al telefono non lo capiscono. Spesso sentiamo Ale che ripete 2-3 volte la stessa cosa per poi venire da noi, scocciato, a renderci il telefono. E allora vai a ricostruire la conversazione: un'impresa!

Con la funzione 'interprete' attivata, e cioè Ale con la clip agganciata che gioca vicino a noi mentre noi siamo presi nelle nostre faccende, possiamo ascoltare la conversazione ed intervenire per una traduzione simultanea!

Francesca e Davide di www.Equazioni.org

Articoli correlati (da tag)

  • Ah Ecco! Il mattino ha l'oro in bocca... Ah Ecco! Il mattino ha l'oro in bocca...

    Una rocambolesca mattina di una mamma come tante che cerca di incastrare lavoro, bambini, scuola e tanti guai...con un piccolo aiuto tecnologico!

    Questo video nasce da un progetto di Genitori Channel per Gigaset, che ha coinvolto i genitori su web e 6 blogger: 
    Raffaella di BabyGreen.it, Francesca e Davide di Equazioni.org, Francesca di MammeInRadio.it, Ilaria di MammenellaRete.it, Linda di PaneAmoreCreativita.it.
    Si tratta dunque di un fiction "community generated" ovvero che si rifà alle esperienze e condivisioni fatte via web, con i genitori che hanno partecipato.

  • Istruzioni di una mamma al suo bimbo: "ecco come sono" Istruzioni di una mamma al suo bimbo: "ecco come sono"

    Caro il mio uccellino – passerotto è quello che mi viene più spesso di citare e non per il classico di Baglioni, ma perchè era uno dei nomignoli con cui il babbo chiamava me da piccola – che sta imparando a zampettare e che volerà presto per il mondo...
    Ho iniziatoa scrivere questa lettera un milione di volte. Ne avevo già scritta una, prima che tu nascessi, ma adesso che sei qui, che vedo ogni giorno le tue piume spuntare e le tue ali sgranchirsi per quello che sarà il tuo volo, è più difficile trovare le parole, più complicato essere obiettiva.

  • Telefoni cellulari e salute dei bambini, quali regole? Telefoni cellulari e salute dei bambini, quali regole?

    Chi oggi fa a meno del cellulare? Noi che siamo la generazione che li ha visti nascere quando ancora andavamo in discoteca, abbiamo vissuto tutto il passaggio da: “a cosa mai può servirgli se non a darsi un mucchio di arie?!” a “lo voglio anch’io, guarda che alla fine è utile… beh sì fa pure fico” al considerare il cellulare uno strumento tale e quale al frigorifero: indispensabile.

    Ormai dal cellulare non si torna più indietro. Tuttavia, ora che gli anni sono passati, forse è il momento di cominciare a guardarlo con l’oggettività e il distacco che merita, perché, come tutte le cose, ha un rovescio della medaglia: l’impatto sulla salute. Con questo non ci sogniamo di dire che abbandoneremo il cellulare, ma essere consapevoli ci aiuta ad adottare dei piccoli accorgimenti di tutela della salute, e a stimolare le grandi compagnie ad investire in tecnologia sempre più tutelante per la nostra salute.

  • Ah Ecco! Il mattino ha l'oro in bocca (con video) Ah Ecco! Il mattino ha l'oro in bocca (con video)

    Oggi con molta gioia e molto orgoglio vi presentiamo “Ah Ecco! Il mattino ha l’oro in bocca”, il racconto di un mattino di ordinaria follia di una mamma… il risultato di un progetto partecipato, che ha preso spunti dall’interazione con chi ci segue su Facebook e con alcuni blogger eterogenei, ma tutti genitori. Un progetto reso possibile grazie a Gigaset, nell’ambito di una campagna di comunicazione per la loro clip vivavoce indossabile L410, che con molto piacere e soddisfazione abbiamo potuto ospitare su Genitori Channel.

    E così ecco il video. La mamma è molto carina… ma in fondo anche noi sappiamo esserlo quando abbiamo un importante appuntamento di lavoro. I bimbi sono casinisti… ma in fondo è successo a tutti di piombare nel vortice hooligan una delle tante mattine di risveglio. Il papà non c’è, ma a chi non capita la volta che lui esce presto presto. La scuola ci tira un brutto scherzo… la salute dei bimbi un altro… però in fondo… la nostra famiglia, la nostra vita densa, i nostri bimbi sono una grande gioia, come rinnegarlo?!

  • E adesso non ne faccio più a meno! (con video) E adesso non ne faccio più a meno! (con video)

    Spesso nei blog di mamme recensiamo o parliamo di prodotti, libri, novità che possono essere d'aiuto, utili o che sono degni di nota. Questa volta l'occasione è stato un progetto molto innovativo voluto da Gigaset, un colosso tedesco, produttore di telefoni cordless. Godetevi la video recensione delle blogger, davvero molto simpatica!

    Infatti, noi, insieme ad altri blogger, abbiamo testato una novità assoluta proposta da Gigaset: un piccolo vivavoce portatile. Si tratta di un oggettino rettangolare, dotato di una clip (una mollettina) che permette di portarlo addosso comodamente, che si collega al telefono cordless di casa, e che consente di parlare al telefono a mani librere, con una qualità audio eccellente (nessuno si accorge che parlate ad un vivavoce).

Aggiungi commento


Commenti   

paola
0 # paola 2012-01-18 11:36
ma che piacere trovarvi anche qui!
troppo simpatico ale :P
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
mammagiochiamo
0 # mammagiochiamo 2012-01-19 12:56
Proprio untile questa clip! soprattutto per i bambini. Ogni volta che mio figlio di 2 anni parla con i nonni, cerco di farcelo stare meno possibile perchè ho sempre paura che il celluare con lei sue radiazioni gli possa far male
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Barbara Siliquini
0 # Barbara Siliquini 2012-01-19 13:22
Questo progetto per Gigaset e' stato una vera sorpresa per tutti. Io non ho dubbi di cosa regalero' alle mie sorelle, ai miei genitori alla prossima occasione regalo! Noi siamo lontani dai nonni materni e dalle zie, così abbiamo un rapporto telefonico e la clip e' VERAMENTE geniale sia per me che x i bimbi. Sembra uno spot, ma la verità e' che ne siamo rimasti tutti entusiasti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.