timezone=0

timezone=0

Che cosa è Carnevale senza coriandoli e stelle filanti? E allora mettiamoci al lavoro, con i nostri bambini, e realizziamo dei coloratissimi lavoretti a tema carnevale, per decorare la nostra casa e da portare con noi alle feste!

I giorni più freddi dell'anno sono, secondo la tradizione, il 29, 30 e 31 gennaio. Ma perché per identificare il freddo più freddo dell'anno si usa l'espressione "i giorni della merla"?

Me ne parlò per la prima volta la mia maestra delle elementari. Questa leggenda mi ha colpita e così ve la racconto come l'ho proposta alle mie bambine.

Creare insieme ai bambini il loro costume per Carnevale è un'esperienza divertente per tutti. Farlo con materiali di riciclo insegna loro l'importanza di dare nuova vita a ciò che non si usa più.

Vediamo una carrellata di idee di costumi di carnevale ottenuti riciclando vecchi oggetti.

Non so se capita anche a voi, ma io d'inverno tendo a uscire poco e a chiudermi in casa per interi pomeriggi con le mie figlie. Dopo aver provato qualche lavoretto e averle lasciate libere di giocare tra loro, mi rendo conto che la noia prende il sopravvento. Nulla di male, la noia è foriera di idee e portatrice di creatività. Tuttavia, sto cercando di offrire alle bambine anche spunti di attività interessanti da fare insieme in città - anche se fa freddo e la voglia di uscire spesso non c'è.

Non mi va più di usare milioni di prodotti chimici e costosissimi per tenere pulita la mia casa. E così ho cercato informazioni sull'uso di limone, bicarbonato e aceto nelle pulizie di casa. Da qualche tempo sto pulendo senza più flaconi di detersivo specifico per ogni superficie, che inquinano e mi costringono a respirare effluvi nocivi.

E i risultati sono ottimi! Eccovi alcune alternative ecologiche per le pulizie delle varie superfici della cucina.

I cardi fanno parte della tradizione culinaria piemontese. Si mangiano per accompagnare la bagna caoda, gratinati, in flan e in minestre. Mia nonna usava cucinarli nel latte, in modo che perdessero quel sapore amarognolo che non piace ai bambini. Ammorbiditi dalla lunga cottura, piacevano anche a me che da bambina avevo gusti molto selettivi in tema di verdure.

Chissà che non riusciate a farli provare ai vostri bambini!

Anche l'Epifania si sta avvicinando a grandi passi. Grazie alle vacanze natalizie e al tempo a disposizione che possiamo dedicare ai bambini e alla creatività, quest'anno potremmo creare una calza della Befana in casa, magari coinvolgendo i nostri figli e trascorrendo alcuni momenti in allegria.

A novembre abbiamo lanciato la campagna #liberidinonpicchiare, che ha visto la partecipazione commossa e attiva di moltissimi blog e lettori.

La premessa che avevamo fatto e che sta alla base della rassegna, lanciata nel mese di novembre in collaborazione con Non togliermi il sorriso, è che

crediamo che la violenza, l'esercizio del potere e del controllo non siano eticamente accettabili e non possano mai aiutare a crescere e a stringere rapporti giusti e alla pari con gli altri. Siamo anzi convinti che nel rapporto tra adulti e bambini possano solo produrre conseguenze negative, in genere sottovalutate, che graveranno poi su tutta la vita dei piccoli che li subiscono. 

Ecco i numerosi articoli sul tema

Sono feste per tutti, non solo per noi grandi! Anche per i bambini è bello festeggiare, associando un cibo particolare al Natale e al Capodanno. Spesso ce ne dimentichiamo e componiamo menù che di baby friendly hanno poco o niente.

Con qualche accorgimento possiamo apportare delle modifiche al menù tradizionale della nostra famiglia e renderlo più allettante anche per i bambini di casa, senza per questo dover cucinare portate differenziate.

L'atmosfera natalizia qui a Torino quest'anno si fa sentire. Moltissime sono le iniziative nell'Avvento torinese. Domenica una gradita sorpresa ha bussato alla mia porta: mio marito e la bimba graziata dall'influenza sono tornati dl loro giretto mattutino con tutto l'occorrente per realizzare una ghirlanda di rami e bacche.

Ma da dove arrivava? Dal cortile di Palazzo Madama, accessibile sotto Natale a 1 € a persona e adibito ad atelier in cui i visitatori potevano cimentarsi con rami e rametti.

Così eccoci all'opera!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.