Sabato, 25 Dicembre 2010 00:00

Auguri scomodi di Buon Natale

By

Vogliamo farvi i più affettuosi auguri di Buon Natale, i primi della storia di Genitori Channel. Molti di noi stanno trascorrendo ore liete, serene, piene di gioia, ma non tutti hanno questa fortuna. Abbiao quindi deciso di affidarci alle parole di auguri di don Tonino Bello per riflettere insieme. Sono parole dure, ma ci sembrano imperdibili. Un augurio scomodo, come come spesso è scomoda ogni decisione e scelta della nostra vita, oggi, per consentirci di costruire un mondo di domani che ospiti tutti nella comodità e nella gioia. Sono parole di un vescovo, con un contenuto prezioso e vero anche per chi non è cristiano.

 

 

"Carissimi, non obbedirei al mio dovere di vescovo se vi dicessi Buon Natale senza darvi disturbo.

Io, invece, vi voglio infastidire.
Non sopporto infatti l'idea di dover rivolgere auguri innocui, formali, imposti dalla routine di calendario. Mi lunsinga addirittura l'ipotesi che qualcuno li respinga al mittente come indesiderati.

Tanti auguri scomodi, allora, miei cari fratelli!

Gesù che nasce per amore vi dia la nausea di una vita egoista, assurda, senza spinte verticali e vi conceda di inventarvi una vita carica di donazione, di preghiera, di silenzio, di coraggio.

Il bambino che dorme sulla paglia vi tolga il sonno e faccia sentire il guanciale del vostro letto duro come un macigno, finchè non avrete dato ospitalità ad uno sfrattato, ad un marocchino, ad un povero di passaggio.

Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la vostra carriera diventa idolo della vostra vita; il sorpasso, il progetto dei vostri giorni; la shiena del prossimo, strumento delle vostre scalate...

Gli angeli che annunciano la pace portino ancora guerra alla vostra sonnolenta tranquillità incapace di vedere che poco lontano di una spanna, con l'aggravante del vostro complice silenzio, si consumano ingiustizie, si sfratta la gente, si fabbicano armi, si militarizza la terra degli umili, si condannano popoli allo sterminio della fame.

Vi saluto con affetto in attesa del Natale vero."

 

Auguri di un Buon Natale scomodo a tutti noi!

 

 

Don Tonino Bello fu Vescovo di Molfetta.

Lo troviamo assieme agli operai delle acciaierie di Giovinazzo in lotta per il lavoro, insieme ai pacifisti nella marcia a Comiso contro l’installazione dei missili, insieme agli sfrattati che ospiterà in episcopio.

Fa nascere la Casa della Pace, la comunità  per i tossicodipendenti Apulia, un centro di accoglienza per immigrati dove volle anche una piccola moschea per i fratelli Musulmani.

Ricordiamo la scomoda battaglia contro l’installazione degli F16 (aerei da guerra) a Crotone, degli Jupiter a Gioia del Colle, le campagne per il disarmo, per l’obbiezione fiscale alle spese militari, la marcia pacifica a Sarajevo, di cui fu ispiratore e guida, sebbene già malato di cancro. Morì poco dopo a 58 anni.

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.