Lunedì, 03 Maggio 2010 12:34

Arianna e Costantino: la prima coppia del nostro Fair Player (con video)

By

Normal.dotm 0 0 1 77 443 studio x 3 1 544 12.0 0 false 14 18 pt 18 pt 0 0 false false false

Il nostro primo appuntamento con il Fair Player ci ha visto andare a Torino, a casa di Arianna e Costantino, una coppia molto unita e solida, che non si fa mancare nulla! Quindi anche qualche screzio e battibecco a volte compare all'orizzonte. Li abbiamo incontrati con l'aiuto di Maria Teresa Ossola (in foto), una counselor di lunga esperienza che per professione aiuta a portare armonia e consapevolezza nelle relazioni delle persone che si affidano a lei.

 

Le chiediamo di parlarci delle consulenze di counseling, in che cosa ci possono essere utili e nel caso di Arianna e Costantino cosa le sembra sia emerso.

 

 

GC: Ciao Maria Teresa. Ci parli del tuo lavoro? Come lo definiresti?

Maria Teresa: Come l’ostetrica accompagna la nascita, così è il mio intento di sostenere nei “travagli” della vita, nella direzione dell’anima cosciente.

 

GC: Che cosa è e in cosa consiste un servizio di counseling?

MT: Il “counselor”, l’esperto, la “levatrice” (o come vogliamo chiamarlo) si pone in mezzo alle due persone, alla coppia, ai genitori proprio per esprimere anche col corpo il significato dell’interazione. Il conflitto, il problema va osservato e accolto dai diversi punti di vista: un primo passo è la comprensione dell’altro, della sua verità. ASCOLTO PER COMPRENDERE, MI ESPRIMO PER FARMI COMPRENDERE. Sembra semplice, ma sovente presi dall’urgenza della soluzione si dimentica questo primo passo. L’esperto, come l’ostetrica partecipa al travaglio, sostenendo e stimolando, sta poi alle persone coinvolte scegliere le “vie d’uscita” dei problemi e perseguirle.

GC:  In che modo il counseling può essere utile per i genitori?

MT: Normal.dotm 0 0 1 390 2224 studio x 18 4 2731 12.0 0 false 14 18 pt 18 pt 0 0 false false false Sovente nei rapporti si tende a riproporre un unico schema di relazione, mettendosi sulla difensiva e prefigurando la soluzione secondo i propri bisogni più o meno coscienti. Se poi ci sono di mezzo i figli entra in gioco il vissuto personale di ciascuno dei due genitori e si agisce automaticamente, immersi in un’interpretazione soggettiva e unilaterale. La “scommessa” tra genitori è di mettere in comune il proprio mondo interiore e immaginario e di trasformarlo in “progettualità familiare”. Quando si parla di crisi della famiglia ci si riferisce a modelli che non corrispondono più alle situazioni reali. Sia che la coppia coabiti o che sia “separata”, il ruolo di genitore rimane centrale e tutti coloro che hanno figli sanno che non è solo un abito, è una seconda pelle, una iniziazione verso...nuove avventure. Inventare e sperimentare cosa sia oggi “famiglia” richiede la conoscenza e l’accettazione di se stessi e dell’altro, per poter offrire ai figli immagini chiare e morali da imitare.

GC: Come ti è sembrata la coppia formata da Arianna e Costantino?

MT: Sono una coppia vivace alle prese con le provocazioni della quotidianità. Mentre l’affrontare problemi di fondo (aspetto economico, licenziamento...) unisce e rinforza la solidarietà nei rapporti tra di loro , la routine rischia di far sorgere difficoltà di comunicazione e creare malintesi. L’episodio che può apparire banale, dell’acquisto degli occhiali di Costantino, si trasforma in un’ occasione per fotografare i ruoli di ciascuno, il controllo e l’organizzazione all’interno della famiglia. Un flash per osservare, riconoscersi e per trarre spunti di riflessione e di confronto.

 

Allora non ci rimane che andare a conoscere la nostra prima coppia!

Vai a vedere il Fair Player di Arianna e Costantino

Aspettiamo le vostre riflessioni e commenti rispetto ai temi sollevati: siamo certi che ci saranno tanti che si sentiranno coinvolti!

 

 

L'Esperto GC: MARIA TERESA OSSOLA, è nata a Torino nel 1952, è educatrice, floriterapeuta, rebirther affermata, consulente in Lavoro Biografico, offre consulenze individuali e di coppia. E’ co-fondatrice dell’associazione “Risonanze, dove nasce l’Armonia”. Vive da 15 anni in una casa di campagna tra le colline di Santo Stefano Roero. INFO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.