Idee regalo per San Valentino

Idee regalo per San Valentino

Ecco arrivati alla festa degli innamorati. Siete pronti? Qualche suggerimento su cosa regalare a San Valentino.

10 costumi di carnevale per bambine che non vogliono essere principesse

10 costumi di carnevale per bambine che non vogliono essere…

Idee per un costume di carnevale per bambine che non amano i tulle.

Martedì, 28 Giugno 2016 07:54

Gli alimenti da non dare a cani e gatti

Cane e gatto che mangiano Cane e gatto che mangiano Monika Wisniewska su Shutterstock

Ci sono alimenti che per i nostri animali domestici sono fatali.

L’alimentazione dei nostri amici animali è fondamentale, proprio come per noi umani. La differenza è che ci sono alimenti che vanno benissimo nella nostra dieta ma che sono da evitare assolutamente nella dieta di cani, gatti, conigli, pappagalli, tartarughe e così via.

Quali sono gli alimenti da non dare assolutamente ad un cane o un gatto e quali quelli che potrebbero causare problemi?

I cibi pericolosi per i nostri pet (animali domestici) solo l'oggetto di questo nuovo articolo della nostra rubrica A Scuola di Pet Care, realizzata in collaborazione con Purina Magazine, per sensibilizzare bambini e genitori alla cura degli animali da compagnia, agli effetti positivi che possono avere nella vita familiare, ma anche al fatto che accogliere un animale in famiglia richiede un atteggiamento responsabile e non va fatto senza ponderare con cura ogni aspetto. Nella nostra sezione ad hoc A Scuola di Pet Care trovate molte informazioni utili.

Ecco gli alimenti da NON dare a cani e gatti; se avete altri animali chiedete al veterinario, perché ci sono cibi apparentemente innocui, che possono costare la vita al vostro pet (animale da compagnia).

Cioccolato e cacao

Cacao e cioccolato sono alimenti che NON vanno dati ai cani e ai gatti, contengono una sostanza che crea gravi danni sia al cuore, che al sistema nervoso, che a quello respiratorio.

Uva

L’uva (e l’uvetta) creano gravi danni al sistema renale dei nostri pet.

Avocado, rabarbaro e luppolo

Sono alimenti rari nella nostra dieta, ma sempre di più si trovano nei grandi supermercati delle città. Sono alimenti ricchi di sostanze che possono essere letali per i nostri animali.

Noci, noccioli e semi

Molti dei semi e noccioli della frutta oltre a porre il problema che i cani possono ingerirle con il guscio, causando problemi di transito nel tratto intestinale, specie se si rompono, contengono sostanze tossiche per cani e gatti. 

Alcolici

Ok, so che non vi verrà mai in mente, ma voglio includere questi alimenti.  Cani e gatti non dispongono degli enzimi per metabolizzare l’alcol, questa sostanza (contenuta in alcune bevande, ma anche in alcuni dolci) può intossicarli con conseguenze molto gravi.

 

Ci sono poi alimenti che se somministrati regolarmente sono dannosi per i nostri amici animali:

patate, peperoni, melanzane, pomodori, cipolla, aglio, cavolo, fegato, caffè, dolcificanti, insaccati, dolci.

In tema di alimentazione, ricordate che un animale in sovrappeso non è un animale sano e felice, pensate che il 20% degli animali domestici presenta questo problema. Se pensate che la cosa riguardi il vostro pet, vi consigliamo un articolo su come comportarsi con cani e gatti obesi e in sovrappeso.

 

Il progetto A Scuola di Pet Care

Due parole su questo progetto straordinario di cui facciamo parte e che ci consente di approfondire i vari temi legati a bambini/animali e genitori.

A Scuola di Pet Care è un progetto che nasce dal desiderio di avvicinare i bambini alla cultura della cura e del rispetto degli animali.

Lavorare sui bambini significa creare adulti coscenziosi e consapevoli sul tema del rispetto di tutti gli esseri viventi nonchè creare futuri compagni capaci e affidabili di animali da compagnia felici, non pericolosi o molesti. 
Un progetto molto ambizioso e con una valenza davvero importante sul quale Purina investe grandi energie e risorse da oltre 10 anni.

Quest'anno il progetto A Scuola di Pet Care si arricchisce di molte parti, per farlo siamo state coinvolte noi mamme digitali. In questi mesi su molti blog curati dai genitori per i genitori troverete articoli relativi agli animali di compagnia. Ognuno di noi ha proposto 10 temi che ci sembravano di interesse come genitore. La cosa bella è che ogni blogger ha la sua sensibilità e la sua storia e quindi i temi sono spesso originali e sicuramente anche il modo in cui saranno trattati sarà eclettico e arricchente.

Molti articoli saranno pubblicati sul Pet magazine on line di Purina, un sito ricco di infrmazioni estremamente interessanti per chi ama, ha o desidera avere un pet.

A Scuola di Pet Care per le Scuole dell'obbligo

Da ben 11 anni il progetto A Scuola di Pet Care entra nelle scuole e vede alunni e insegnanti entusiasti. Purina, con la collaborazione di Giunti, mette a disposizione gratuita di migliaia di scuole kit cartacei e scaricabili, per realizzare progetti didattici che ruotano attorno al tema dei pet. I kit sono gratuiti e limitati.
Le scuole poi realizzano dei materiali che, se premiati, vengono trasformati da Purina e Giunti in veri e propri cartoon.

Per partecipare al progetto basta andare sul sito A Scuola di Pet Care di Purina dove ci sono aree specifiche per famiglie, insegnanti e bambini.

Godetevi questa storia molto carina, realizzata con una I elementare.

di Barbara Siliquini

 130x130

In collaborazione con Purina

 

immagine di Monika Wisniewska su Shutterstock

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole.
Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.