Divario tra le generazioni: adolescenti e genitori

By Giugno 17, 2011

Adolescenti e genitori, un conflitto spesso costante e il rincorrersi di sensi di colpa e di inadeguatezza. Ecco il punto di vista della nostra psicologa.

***

Anche nelle “migliori famiglie” si assiste a contrasti generazionali, con figli insofferenti e rivendicativi nei confronti di genitori nostalgici che ricercano il bambino nell’ormai figlio adolescente.

Madri addolorate perché respinte nelle coccole, considerate come “fallite”, capaci di consigliare o di regalare solo ridicoli vestiti. Genitori che sentono vacillare la propria autorevolezza ricorrono a luoghi comuni “ai miei tempi” o al ritornello dei sensi di colpa “mi sono sacrificato per te…daresti un dispiacere a tuo padre…etc”.

 

Purtroppo il rimprovero mosso ai figli di essere irriconoscenti dopo tutti i sacrifici fatti per loro è una carta giocata male perché solleva sensi di colpa e rabbia, aumentando il divario tra le parti.
Critiche all’adolescente per il gergo usato nel parlare, per il modo nel vestire e pettinare e per la scelta nel mangiare. I figli, dal canto loro, si sentono rassegnati nel parlare con i genitori perché “vogliono avere sempre ragione” e perché tanto :“loro non capirebbero”.

Adolescenti combattuti perché sentono una nuova spinta evolutiva che li allontana dai genitori e da quello che loro erano e che non saranno più. Il figlio si carica di sensi di colpa, si sente disorientato perché lui stesso è impegnato nel riconoscere dei cambiamenti che stanno avvenendo e che non riesce ad afferrarne il senso.

Con l’entrata in adolescenza i figli rivendicheranno la propria autonomia su quelle competenze che poco tempo prima competevano unicamente ai genitori. Questi faranno fatica ad accettare tale cambiamento e questa ridefinizione delle competenze. Spesso nel conflitto è coinvolta principalmente la madre essendosi maggiormente occupata della gestione quotidiana dei figli.

I genitori non sapranno mai come comportarsi, un genitore raccontava: “se ti occupi troppo di loro te lo rimproverano, se pensi alla tua vita ti fanno sentire in colpa”.

Il circuito dei sensi di colpa va monitorato e corretto perché molto pericoloso. In fondo il conflitto se considerato come avere e confrontare un punto di vista diverso nel valutare un fatto o un’idea è utile a quei processi di differenziazione alla base della crescita.

Dott.ssa Luisa Marchionni

Psicologa, Specialista in Psicodiagnostica, Docente dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. 
Le aree di intervento sono rivolte prevalentemente all’infanzia e all’adolescenza, con  riguardo al contesto familiare e alla riabilitazione psichiatrica.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.