Martedì, 17 Marzo 2015 00:00

In viaggio con i bambini per imparare l'inglese divertendosi

By

Imparare l'inglese in Inghilterra: un viaggio a misura di famiglia.

L’inglese è ormai materia di studio rivolta a bambini sempre più piccoli. Quasi tutte le scuole di lingue si sono messe “al passo” coi tempi offrendo corsi per bambini già dai tre anni di età e negli ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom negli asili e nelle scuole che si sono attrezzati per insegnare l’inglese ai piccoli studenti.
Se negli anni passati si mandavano i figli adolescenti a fare un’esperienza di full immersion nei campi estivi in Inghilterra, adesso è nata l’esigenza anche per le famiglie con figli molto più piccoli.


Un soggiorno in Inghilterra per tutta la famiglia

La prima caratteristica che un soggiorno in Inghilterra dovrebbe avere è quella di far vivere una vera e propria FULL IMMERSION sia ai bambini che ai genitori. I bambini dovrebbero avere la possibilità di vivere la quotidianità con i coetanei inglesi, magari frequentando l’asilo insieme a loro, sperimentando nuovi giochi e visitando nuovi luoghi avendo sempre accanto la rassicurante presenza di mamma e papà.

Il soggiorno deve essere divertente per tutta la famiglia e prevedere quindi attività e gite che coinvolgano allo stesso tempo bambini e genitori.

La meta prescelta deve essere facile da raggiungere e ricca di intrattenimenti adatti a tutta la famiglia.
L’organizzazione deve essere attenta e precisa, perché chi viaggia con bambini, soprattutto se piccoli, ha esigenze molto peculiari da tenere in considerazione. Le informazioni dovranno essere chiare e dettagliate fin nei minimi particolari perché con dei bambini a seguito è molto più difficile affrontare gli imprevisti! Un planning delle giornate precisamente scandito con orari e attività, informazioni di carattere generale sul paese straniero che si va a visitare, consigli utili sull’abbigliamento da mettere in valigia, documenti  necessari all’espatrio dei minori, valuta, fusorario, clima, sanità ecc. sono tutti dettagli indispensabili a rassicurarci e permetterci di vivere una vacanza “senza pensieri”!

La scelta della struttura che ospita le famiglie con bambini è altrettanto importante. Questa deve rispondere a criteri per noi italiani di fondamentale importanza: pulizia, buon cibo e gentilezza del personale che ci accoglie.
Una vacanza così organizzata non potrà che essere indimenticabile sia per i bimbi che per mamma e papà e se l’organizzazione prevedesse anche un ricordo indelebile come un album fotografico o un filmato dei momenti più belli di questa esperienza unica da conservare e mostrare ad amici e parenti?

Esistono ancora poche iniziative di questo genere, proprio per la novità e la peculiarità della vacanza-studio all’estero per famiglie.

First Family Holiday

Per il terzo anno consecutivo, Il Centro Ludico Linguistico FIRST WORDS di Torino, in collaborazione con gli esclusivi asili FIRST STEPS di Birmingham ( partner della scuola ) e i rinomati campi estivi KINGS CAMPS, offre la possibilità ai propri studenti tra i 3 e i 10 anni e i loro genitori, di vivere una  fantastica ed unica esperienza di full immersion durante una settimana all inclusive in Inghilterra.

Si tratta di una vacanza per genitori e bambini che vogliono imparare e approfondire l’inglese “sul campo” divertendosi durante un soggiorno organizzato nella regione delle West Midlands,  Inghilterra.  Tutte le attività si svolgeranno nell’area che circonda la città di Birmingham, seconda metropoli dell’Inghilterra (subito dopo Londra), caratterizzata da ampi spazi verdi, parchi e boschi, case basse in mattoni rossi e i tipici canali

Tutta la vacanza è organizzata nei minimi dettagli, dalla permanenza in hotel 4 stelle alle lezioni di inglese per grandi e piccini, alle escursioni didattiche giornaliere. fino all’allegro leaving party finale.

I bambini fino ai 5 anni avranno l’opportunità di frequentare un vero asilo inglese, il First Steps di Rathvilly a Northfield, a pochi passi da Birmingham.

Mentre i bambini saranno all’asilo, i genitori frequenteranno le lezioni di conversazione in lingua inglese. Nel  pomeriggio, invece, grandi e piccini saranno protagonisti di bellissime escursioni didattiche all’insegna del divertimento e dell’apprendimento.

I bambini dai 6 ai 10 anni, invece, frequenteranno uno dei Kings Camps, campi estivi conosciuti in tutto il mondo che uniscono gli elementi dello sport a quelli tipici dell’estate ragazzi.

Per tutte le informazioni visitate il sito www.firstfamilyholiday.it o richiedete un preventivo

 

In collaborazione con First Words

 

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Commenti   

simona
0 # simona 2018-10-03 08:23
Ciao Barbara, ho fatto quasi le tue stesse scelte tranne l'homeschooling e quindi adesso mi sto scontrando con la dura realtà della scolarizzazione !!! Quanto mi piacerebbe poter offrire alle mie bambine un'esperienza del genere, anche perchè io e mio marito siamo pessimi in inglese e ci farebbe molto bene a tutti una vacanza così sia per la lingua che per l'esperienza in se....sono convinta che imparare con l'esperienza sia la cosa migliore, abbiamo solo qualche problema con i nostri lavori, ma ci lavorerò su a questa splendida idea, grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Lamhita
0 # Lamhita 2018-10-03 11:43
Ciao Simona, puoi iniziare scaricando qualche app che sicuramente le tue figlie useranno volentieri, DuoLingo e Babbel sono quelle più utilizzate ma a seconda del livello a cui siete ci sono anche cose più avanzate come ABA english o i corsi in DVD. Certamente la cosa migliore sarebbe andare in Inghiltrerra o, se avete una camera in più, ospitare una persona che parli solo inglese.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.