Lunedì, 17 Giugno 2013 00:00

Il significato dei colori #esperienzacreativa

By

Voi avete un colore preferito? ...non è una domanda scontata, perché non tutti hanno un colore preferito e per alcuni questo cambia nel tempo.

Prendete mia figlia Aylin, ad esempio, c'è stata una fase tra i 2 e i 4 anni in cui era innamorata del GIALLO... la sua passione del giallo era così spiccata e inconsapevole che faceva morire dal ridere, perché ogni volta che doveva scegliere o esprimere qualcosa di bello, esitava come passando in rassegna nella testa tutte le possibilità tra cui scegliere: i colori dell'arcobaleno, o gli aggettivi più iperbolici, per poi concludere sempre con “GIALLO” e gli occhi che le brillavano, come se ti avesse rivelato d'un tratto il significato di ciò che veramente voleva esprimere.

“Mamma, stanotte ho fatto un sogno bellissimo, mamma... ho fatto un sogno... veramente... GIALLO!”

 

“Aylin, scegli quale vuoi” “mmmmm.... quello GIALLO!”

E giallo non è un colore facilissimo, non si trovano facilmente calzini gialli, magliette gialle, per non parlare di mutandine, o accessori. Si trova il rosa, il fucsia, il blu, il verde... ma il giallo è un colore difficile.

Ad un certo punto la vena del giallo si è esaurita, chissà come o perché, e dopo alcuni anni è emersa una nuova passione: il verde. Non è più con la veemenza di prima, non è più una predilezione inconsapevole, Aylin ormai ha 10 anni e non ha dubbi, il verde è il suo colore preferito. A me fa molta tenerezza perché, lei non lo sa, il verde era il colore preferito di nonna Dina... Nonna Dina, la mia nonna materna, era una sarta, e quando cuciva un tessuto verde mi diceva sempre, con quella sua inflessione marchigiana: “Il verde è il colore più bello, perché è il colore della natura. Ma mica sta bene a tutti, sai: devi essere bella per permetterti il verde!”

I colori sono una cosa straordinaria : chi non si è incantato a guardare un arcobaleno! E pensate al fascino di un astuccio pieno di colori nuovi... 
I colori hanno una valenza e un simbolismo specifico. Fin dall'antichità (e tutt'ora) si ritiene che abbiano un potere di cura del nostro corpo e della nostra anima, hanno un loro significato e sono abbinabili a parti specifiche del nostro corpo.

Vi siete mai chiesti perché il colore dei neonati maschi è il celeste?
Perché il celeste è il colore della spiritualità e della calma. Queste caratteristica si ritiene che siano molto più insite nel femminile, dunque nei maschi necessitano di essere stimolati. Per questa ragione, ormai divenuta inconsapevole, i neonati maschi vengono inondati di celeste.
Il rosa invece simboleggia la capacità di aprirsi al prossimo in un continuo ed equilibrato scambio tra il dare e il ricevere...

La nostra predilezione per un colore o per l'altro sembra addirittura essere una chiave per raccontare cose di noi stessi. Provate a fare questo test scegliendo di volta in volta il colore che preferite e scoprite se la descrizione che emerge fa davvero per voi! Clikkate l'immagine:

colori2

 

 

 
Questo viaggio nei colori, grazie a #esperienzacreativa di Crayola (il brand leader per i pastelli a cera e colori per bambini), mi ha portato a riflettere molto sul tema... leggendo qua e là della simbologia e del significato sui colori, mi è venuto da pensare alla straordinarietà del messaggio che forse celano i disegni surreali dei nostri bambini, che a volte colorano di fucsia un cavallo, gialle le zampe e celesti i prati su cui corre... chissà che quei colori, ancora così vergini da schemi, non raccontino molto delle sensazioni che i nostri bimbi evocano disegnando o colorando... 

Il prossimo blog che racconterà la sua #esperienzacreativa è Oasidellemamme.it

 

Banner-210x210px

 

Questo post è offerto da Crayola - Non solo colore ma esperienze creative.

 

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.