Venerdì, 28 Gennaio 2011 00:08

Ragazzi videogame-dipendenti

By

Sono quasi il 10% i ragazzi e ragazze tra i gli 8 e i 13 anni che sviluppano una dipendenza patologica dai videogiochi (cioè diventano "giocatori patologici"), con seri disturbi e conseguenze. Questo emerge da uno studio pubblicato a gennaio sulla rivista Pediatrics e condotto su c.a 3000 ragazzini in questa fascia di età ed è durato 2 anni. Nello stesso periodo un'altro studio sugli adolescenti (tra 16 e 20 anni), denuncia una correlazione tra l'uso eccessivo di internet e problemi di salute.

Lo studio mirava a stabilire le abitudini dell'uso dei video game, capire in che misura generano una dipendenza, quali conseguenze genera la dipendenza, e se esistono dei "fattori di rischio", cioè caratteristiche che rendono un bambino più incline a questo tipo di dipendenza.

Le conseguenze
Dallo studio emerge che i ragazzini di questa fascia di età trascorrono, in media, più di 20 ore a settimana ai videogames (...la metà del tempo che trascorrono a scuola!), e c.a il 9% diventa "giocatore patologico", cioè sviluppa una patologia che genera conseguenze nella sua vita: depressione, ansia, fobie sociali e peggioramento dei risultati scolastici.

Dallo studio emerge anche come la fruizione di giochi violenti o aggressivi influenzi il comportamento aggressivo dei ragazzi. Lo studio aggiunge importanti informazioni ad uso di medici e psichiatri, e dimostra che è una patologia di per sè, non la conseguenza di una situazione patologica preesistente, e che la dipendenza può durare per anni.

Nello stesso periodo un'altro studio sugli adolescenti (tra 16 e 20 anni), denuncia una correlazione tra l'uso eccessivo di internet e problemi di salute. Lo studio, anch'esso pubblicato su Pediatrics di questo mese,  condotto su oltre 6000 adolescenti tra i 16 e i 20 anni, mette in relazione l'utilizzo intenso di internet (oltre 2 ore al giorno) con obesità per i ragazzi e sonno insufficiente per le ragazze, mentre dichiara che un'uso abituale di internet in questa fascia d'età deve essere considerato normale.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Commenti   

Barbara Siliquini
0 # Barbara Siliquini 2011-01-28 13:36
L'amara verita' è che tv e videogames sono babysitter che non vogliono soldi e tengono il bambino buono e tranquillo..... insomma, massima efficienza. Un po' come il cibo pronto, la spesa al centro commerciale, la verdura fuori stagione... sono troppo comodi ed economici per rinunciarci, e tanto il prezzo lo paghi a rate e a cominciare dagli anni a venire. :-?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.