Stampa questa pagina
Martedì, 06 Agosto 2013 00:00

Libri scolastici in formato elettronico

By

Libri elettronici per la scuola, quando entrano in vigore? dove si comprano?

Una recente normativa, ha disposto che i libri di testo delle scuole debbano essere disponibili anche in versione elettronica... capiamo meglio e vediamo come procurarci e a che prezzi i libri elettronici.

 La Legge 133/08 art 15  prevedeva l'adozione degli eBook nelle scuole per favorire il progresso tecnico nel campo della formazione a partire dall'anno scolastico che si apre (2013/14), in realtà è di questi giorni la notizia di un forte rallentamento su questo fronte, per cui l'obbligo per gli editori è procrastinato, così come la possibilità di avere wi-fi aperto e gratuito nelle scuole. 

Queste normative, (nel tipico linguaggio astruso del nostro legislatore), prevedono che a partire dall'anno scolastico 2011/12 (cioè l'anno scorso) i libri di testo adottati dalle scuole siano “utilizzabili nelle versioni on line scaricabili da internet o mista” (… quel “mista” inficia tutto, perché va bene anche che il libro sia il solito e poi l'editore faccia una ridicola appendice per il web...).
Il punto è che, con una certa progressione, tutti i libri di testo via via potranno essere acquistati sia in formato cartaceo che elettronico.

Libri in formato elettronico - Vantaggi

  • spesa ridotta: la spesa per i libri elettronici consente un risparmio di c.a il 40% sul prezzo di listino
  • peso ridotto: tutti i libri sono disponibili semplicemente portandomi dietro un tablet
  • interattività: su ogni libro c'è la possibilità di : sottolineare, annotare e mettere segnalibri. Mentre la possibilità di fare "copia incolla" dipende da ogni editore (occorre controllare la scheda del libro)
  • se l'editore lo consente, il libro può anche essere stampato (occorre verificarne la possibilità nella scheda del libro)

 

Libri in formato elettronico - Svantaggi

  • non esiste l'usato: dunque non possono essere né rivenduti, né prestati (per essere consultati occorrono i dati di registrazione)
  • dopo c.a 5 anni e mezzo non sono più consultabili
  • non sono ideali per i bambini delle elementari: per il bambino che apprende la scrittura è indispensabile scrivere utilizzando la manualità e non una tastiera, perché l'utilizzo della scrittura aiuta l'elaborazione e l'apprendimento della stessa (i libri di scuola delle elementari in genere prevedono una grossa fetta di esercizi sul libro)
  • La lettura da schermo è sicuramente più affaticante per la vista, inoltre i libri non sono in genere disponibili per dispositivi come il kindle, su cui la lettura è molto più agevole, ma solo per tablet e computer.

 

Dove si acquistano i libri scolastici elettronici

Per ora io ho trovato solo un sito: scuolabook.it.
Il sito è interamente dedicato ai libri scolastici digitali per tutto il ciclo di studi fino al diploma di scuola superiore.

Per acquistarli occorre registrarsi.
Poi va scaricato un apposito software di lettura del libro. Si tratta di un software che rende leggibile il libro, consentendo all'editore di proteggersi, cioè di stabilire fino a quando sarà consultabile, assicurarsi che a leggere il libro sia la persona che l'ha acquistato, che il file non possa essere passato da un dispositivo ad un altro non autorizzato, etc (la tecnologia è nota come DRM).

Il libro acquistato può essere letto e scaricato su 5 dispositivi diversi, le tecnologie utilizzabili sono Windows, iPad, Mac, Android e Linux (non su kindle e dispositivi con tecnologia e-ink)

Se avete più figli e intendete passare i libri da un figlio all'altro vi conviene creare un account per la famiglia, perché tutti coloro che vorranno utilizzare il libro dovranno utilizzare la stessa login e password per farlo.

Come già detto, il libro elettronico costa ovviamente meno di quello cartaceo (circa il 40% in meno).

 

Allora che ve ne pare?
La mia maggiore preoccupazione, al momento, è lasciare che mia figlia porti a scuola un dispositivo elettronico da svariate centinaia di euro, mi preoccupano i furti e la possibilità che il dispositivo venga danneggiato, nonché la sua preoccupazione nel dover prendersene cura.
Per ora mia figlia è in I media, i tablet a scuola non sono certo diffusi e non ne esistono di versioni base robusti e a poco prezzo che li rendano presto di larga diffusione... magari con il tempo le cose cambieranno.

 

Immagine: Brad Flickinger su flikr

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.