Imparare sperimentando: i laboratori Kids by Safilo at school

Un'occasione per imparare giocando: laboratori Kids by Safilo at school

Gli occhiali sono stati da sempre miei compagni fidati, con l'astigmatismo e la miopia ho dovuto, fin da piccolissima, indossare gli occhiali tutto il giorno e i miei genitori hanno svariati aneddoti da raccontare su quelli che ho rotto o perso misteriosamente.

L'anno scorso vi abbiamo raccontato come scegliere gli occhiali da vista dei bambini e come aiutarli se si vergognano di portarli grazie alla giornata che avevamo trascorso con Safilo, uno dei più grandi produttori italiani di occhiali, che ha sviluppato anche una linea di occhiali per bambini leggeri, ergonomici e fabbricati con materiali bio compatibili.

Quest'anno invece Safilo ha fatto qualcosa in più, ci ha fatto sperimentare di persona i laboratori che propone nelle scuole dell'infanzia e nella scuola primaria centrati sul tema delle potenzialità della vista e la salvaguardia del benessere dell’occhio.

 

Le attività pratiche nelle scuole

Se mi chiedessero di scegliere una cosa sola da migliorare nelle nostre scuola non avrei alcun dubbio: vorrei più attività pratiche. E questo non perché, come molti sostengono, i bambini di oggi non hanno più disciplina ma perché il tipo di disciplina che obbliga un bambino ad un banco con un libro davanti per la maggior parte della sua giornata non è più utile a nessuno (se mai lo è stata in passato).

Il mondo del lavoro è molto cambiato, ai nostri figli servirà la creatività, l'immaginazione e l'innovazione, serviranno doti di problem solving, team building e capacità di parlare in pubblico cioè tutte quelle competenze che all'estero chiamano "soft skills" e che nelle nostre scuole sono pressoché assenti.

Ma per fortuna molte cose stanno cambiando, gli studi ci spiegano meglio come funziona il nostro cervello e di conseguenza la didattica si trasforma. C'è sicuramente una generazione di insegnanti restii a cambiare metodo e molti genitori "all'antica" ma ci sono anche diverse correnti di pensiero che ci trasporteranno in una scuola molto più sperimentale.

Ecco perché mi sono piaciuti così tanto i laboratori Kids by Safilo at school: nessuna noiosa teoria, solo attività pratiche, giochi di ruolo e simulazioni.

Come funzionano i laboratori Kids by Safilo at school

Quando ci svegliamo al mattino l'occhio ha bisogno di qualche minuto e di qualche esercizio per svegliarsi per bene, è questa la prima cosa che imparano i bambini al laboratorio, guardiamoci un po' intorno, giriamo gli occhi, chiudiamo e riapriamo...siamo pronti ora?

Bene, allora facciamo una prova, provate a guardare un cartellone pieno di simboli per qualche minuto e poi cercate di riprodurlo su un foglio accedendo alla vostra memoria visiva, non così facile vero?

Ma l'occhio non serve solo a guardare, può anche esprimere emozioni e stati d'animo, con una mascherina sul viso che lascia spazio solo agli occhi i bambini possono giocare a indovinare se chi ha la mascherina sta sorridendo, facendo una faccia triste o arrabbiata.

Dopo un bel po' di divertimento i bambini scoprono che gli occhi non sono tutti uguali, gli animali infatti hanno occhi completamente diversi dai nostri, un occhio rotondo rivolto su un lato è sicuramente quello del cavallo che, come tutte le prede, ha bisogno di avere una visione il più ampia possibile per scappare non appena un predatore lo attacca.
Una pupilla stretta e lunga invece non può che essere di un serpente e una grossa e rotonda invece appartiene ad un rapace, che vede le prede a kilomteri di distanza.

safilo7

Infine i bambini si trasformano in oculisti con tanto di camice con il nome. Tramite il gioco di ruolo, oltre ad imparare molte cose sulla vista, esorcizzano la paura del camice bianco e assorbono l'importanza della prevenzione. I bambini in età prescolare hanno un cartellone speciale, con animali e simboli al posto delle lettere, mentre ai bambini che già leggono viene consegnata la cartelletta del dottore con le domande da fare e i test da sottoporre ai compagni.

I laboratori sono realizzati da Pleiadi, realtà che si occupa di educational a 360° e incontra quasi 100.000 bambini e ragazzi ogni anno. La loro mission è generare continuamente nuovi perché, stimolare alla ricerca delle motivazioni e appassionare alla scienza.
Per fare questo gli explainer Pleiadi utilizzano il metodo sperimentale e interattivo che conduce i ragazzi a procedere per tentativi tramite l’esperienza diretta sulle cose: l’explainer più che rispondere alle domande ne pone di nuove, più che fornire soluzioni stimola il ragionamento, la curiosità e la passione.

Sono proprio l’entusiasmo e lo stupore, infatti, le scintille che scatenano la nascita di nuovi perché. Una reazione emozionale che tramite una guida diventa ragionamento e conduce alla comprensione profonda dei concetti scientifici.

Imparare giocando

“Raccontami e io dimentico, fammi vedere e io ricordo, coinvolgimi e io capisco”.

Se dobbiamo imparare qualcosa leggendo un libro ci occorre leggere, riassumere e ripetere...e rileggere e ri-ripetere...il tutto condito con molta noia, se invece guardiamo un film o un documentario le immagini attivano un'emozione e vengono ricordate molto più facilmente ma è nel "fare" che veramente impariamo velocemente, ricordiamo a lungo e soprattutto comprendiamo profondamente un argomento.

Nel processo di apprendimento il coinvolgimento diretto favorisce la comprensione e stimola, attraverso la ricerca di risposte alle domande e di soluzioni ai problemi, la costruzione di nuove conoscenze.

safilo6

I laboratori Kids by Safilo sono quindi molto importanti per integrare la didattica e permettono ai bambini di sperimentare e sperimentarsi in un apprendimento continuo.

Safilo for Kids at school è un progetto pilota nazionale che partirà nell’anno scolastico 2016/2017, e mette a disposizione 2 laboratori didattici della durata di 90 minuti : il primo rivolto ai bambini degli ultimi anni della scuola dell’infanzia, il secondo pensato per le classi prime, seconde e terze della scuola primaria. Il progetto di stampo educativo è centrato sul tema delle potenzialità della vista e la salvaguardia del benessere dell’occhio, rivolto ai bambini in età 4-8 anni.

 

di Barbara Lamhita Motolese

In collaborazione con 

safilo logoSafilo è uno dei più grandi produttori italiani di occhiali, distributore mondiale di qualità e fiducia, leader nell’eyewear di alta gamma per il sole, la vista e lo sport. Ispirato dal Design, Safilo traduce progetti straordinari in prodotti eccellenti creati grazie ad una expertise artigianale che risale al 1878. Il suo portfolio prodotti comprende 5 marchi di proprietà, Carrera, Polaroid, Smith, Safilo e Oxydo e 27 marchi in licenza: Dior, Fendi, Gucci,Banana Republic, Bobbi Brown, BOSS, BOSS Orange, Céline, Fossil, Givenchy, J.Lo by Jennifer Lopez, Jack Spade, Jimmy Choo, Juicy Couture, Kate Spade, Liz Claiborne, Marc Jacobs, Marc by Marc Jacobs, Max Mara, Max&Co., Pierre Cardin, Saks Fifth Avenue e Tommy Hilfiger.

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

  • Inserimento scuola materna: 5 consigli Inserimento scuola materna: 5 consigli

    In questi giorni sta iniziando l'inserimento alla scuola materna per molti dei nostri bambini. E' un momento di cambiamento che porta con sé nuove sfide da affrontare sia per noi genitori che per i nostri figli.
    Oggi vi offriamo 5 consigli che vengono dall'esperienza nostra e di tanti altri genitori che ci seguono per affrontare questo momento al meglio (anche con bambini in crisi!).

    Questo articolo è stato redatto grazie alla collaborazione con Stikets.it, un'azienda che ci è piaciuta da subito per la qualità dei loro prodotti e con cui collaboriamo già da diversi anni.
    Stikets.it è stato fondato da una mamma che voleva trovare una soluzione efficace ed economica per organizzare e trovare le proprie cose.
    Ad agosto vi abbiamo parlato dei loro braccialetti identificativi utilissimi quando si è in spiaggia (ma anche ad una fiera o in un luogo affollato) perché i bambini possano avere sempre un recapito telefonico con sè in caso si perdano tra la folla.
    Oggi vi racconteremo delle etichette adesive e del loro utilizzo su vestiti, scarpe e materiale scolastico.

     

    pack basico guarderia

     

    Veniamo ai nostri consigli per l'inserimento alla materna. Tenete a mente però che ogni bambino è a sè e che probabilmente voi siete la persona che lo conosce meglio. Ricordate anche che l'asilo non è obbligatorio nè fondamentale, se la scuola materna dopo qualche mese continua a essere un problema, potete sempre cercare strade alternative come tenerlo a casa con voi ancora un anno, se vi è possibile, o cercare un asilo con un approcio diverso non prima ovviamente di aver parlato con le maestre per capire cosa osservano dal loro punto di vista.

     

    1. Non abbandonare i bambini in preda alle loro emozioni

    Come abbiamo detto spesso, non tutti i bambini sono pronti al distacco quando inizia la scuola materna. Ci sono sicuramente molte cose che possiamo fare per aiutarli, ma partiamo sempre dal presupposto che i bambini non sono dei piccoli ricattatori maligni che piangono a comando solo per complicarci la vita. Se piangono, sono arrabbiati o non riescono a gestire le loro emozioni è perché hanno bisogno di un adulto che li accolga e li aiuti a elaborare la situazione che per loro è incomprenibile o ingiusta.
    Non sempre l'inserimento dà tempo e modo ad ogni bambino di riporre la sua fiducia in un luogo nuovo e in una persona che non ha mai visto, quindi informatevi bene su qual è la modalità e la tempistica dell'inserimento nell'asilo che avete scelto.

     

    2. Accogliere le crisi a casa

    Il cambio di ritmi, il distacco e le ansie che ne conseguono possono modificare il comportamento del bambino per qualche tempo.
    E' per esempio assolutamente comune che abbia delle regressioni come: chiedere di tornare nel lettone anche se dormiva già nella sua cameretta, oppure fare pipì a letto anche se avete tolto il pannolino da tempo.
    Inoltre potrebbe essere più nervoso del solito, più richiedente o più silenzioso.

    Se riuscite ad accogliere questi cambiamenti, nel giro di qualche mese rientreranno senza lasciare strascichi, in fondo stiamo chiedendo ai nostri figli un grande sforzo, è importante che anche noi ci mettiamo a loro disposizione per qualche tempo. Se invece iniziamo a sgridarlo di continuo, a dirgli che non è più piccolo, a fare confronti con i fratelli o con gli amici la reazione più logica sarà quella di un ulteriore regressione e di un peggioramento della relazione con lui.

    Avete presente quando arrivate dal lavoro stanchi e sopraffatti e avete solo voglia di raggomitolarvi sotto una copertina sul divano? Ecco, questa è probabilmente la sensazione di sicurezza e fiducia di cui hanno bisogno i nostri figli quando tornano dalla scuola dell'infanzia. Prendiamoli in braccio e coccoliamoli, facciamo sentire loro il nostro amore e la nostra fiducia così che possano ripartire il giorno dopo con "il serbatoio pieno".

     

    happy child

     

    3. Un po' di fantasia e un pizzico di magia

    I bambini adorano le storie, perché non usarne qualcuna per rendere l'inserimento più sereno? In casa nostra è vissuto per alcuni anni un folletto che festeggiava le prime volte lasciando un dono sul cuscino.
    La fantasia in questi casi non ha limiti, conoscete ciò che il vostro bambino ama, aiutatelo a trovare una motivazione divertente per andare a scuola, che convinca di più del classico "devi andare perché è il tuo lavoro". E se, ad esempio, dovesse lasciare una stellina per la fata degli armadietti? Una fata che ha bisogno proprio delle stelline che si lasciano negli armadietti per poter volare.
    Oppure non sarebbe bello tenere una foto della mamma attaccata proprio sotto il grembiule vicino al cuore? (su Stikets trovate la possibilità di personalizzare degli stikers con una vostra foto insieme)
    E se ci fosse uno gnomo che lascia un disegno da portare alla fata degli armadietti di cui è segretamente innamorato?
    In un altro articolo abbiamo parlato delle collane della nostalgia e i ciondoli chiama-mamma, altri buoni suggerimenti.

    Dite la verità ai vostri bambini su orari e ritmi  ("torno alle 12.30" e non "torno tra 10 minuti") ma lasciate che sognino insieme a voi di folletti e fatine, spesso continueranno a volere il regalo del folletto anche quando avranno capito che siete voi a metterlo perché la magia piace a tutti i bambini!

     

    Un aiuto dai fiori di Bach

    Abbiamo già parlato altre volte di fiori di Bach, sono rimedi naturali, che possono essere assunti senza problemi anche dai bambini e che agiscono per riequilibrare gli stati emotivi.
    Per esempio è molto utile Walnut in tutti i cambiamenti, è il fiore del passaggio nelle varie fasi della vita. Poiché nei momenti di mutamento si può essere fragili e influenzabili  Walnut offre una sorta di scudo e barriera, dà sicurezza e aiuta a vivere serenamente il nuovo stato.

    Per chi sente un po' di timore per l'inizio della scuola c'e Mimulus, il fiore per le paure specifiche e concrete; dà coraggio, placa l'ansia e può essere utile contro l'eccesso di timidezza.

    I fiori si possono richiedere in farmacia o in erboristeria con un consulto, di solito sono sufficienti poche gocce da sciogliere in acqua e da assumere mattina e sera oppure all'occorrenza specifica. Sono molto utili, inoltre se spiegate al bambino che sono gocce magiche che danno forza e sicurezza sarà lui stesso a chiedervele se si rende conto di essere agitato.

     

    Le etichette Stikets

    Una delle cose che invogliano i bambini a iniziare la scuola è preparare le loro cose in anticipo magari scegliendo lo zainetto dei supereroi o le ciabatte del loro colore preferito. Quando scegliete le etichette coinvolgete i vostri bambini perché possano scegliere loro stessi il colore e il disegno da far comparire così l'etichetta non sarà solo utile per non perdere le cose ma sarà anche un modo per vivere meglio l'asilo.

    Su Stickets.it trovate etichette per tutti gli usi, ci sono le etichette adesive che possono essere utilizzate per matite, penne, pennarelli, quaderni, forbici, righelli, libri di testo ma potete anche mettere le etichette su borracce, custodie per occhiali, spazzolini da denti, ciucci e tutto ciò che non volete perdere.

     

    etiquetas adhesivas pequeas wizzard it c

    Per mettere il nome sui vestiti dei bambini invece sono perfette le etichette termoadesive, ma se ne può fare un utilizzo creativo attaccando per esempio una foto etichetta con una nostra immagine nella parte interna del grembiule per quei bambini che vogliono avere la mamma sempre con sè.

    Anche scarpe e ciabatte per l'asilo possono essere etichettate in modo che non vengano scambiate tra i bambini. E infine le etichette da applicare agli zainetti o agli astucci.

    Comodi e convenienti sono i packs che contengono differenti tipi di etichette ad un prezzo scontato.

     

    Insieme a questi consigli vi doniamo un grande abbraccio virtuale che vi accompagni in uno dei mesi più faticosi per i genitori!

     

    di Barbara Lamhita Motolese

    In collaborazione con:

    logo stikets

     

    Credit immagini:  the girl 3-4 years... the concept of a happy childhood... on Shutterstock.com, Stikets.it

  • Come affrontare l’ansia dei bambini che tornano a scuola? Come affrontare l’ansia dei bambini che tornano a scuola?

    Qualche consiglio per diminuire l'ansia legata al rientro a scuola.

  • 10 risorse per risparmiare sui libri per la scuola 10 risorse per risparmiare sui libri per la scuola

    E' ora di ordinare i libri di scuola e possiamo risparmiare almeno fino al 20% ecco come.

  • 5 cose da fare prima dell'inizio della scuola 5 cose da fare prima dell'inizio della scuola

    Per iniziare il nuovo anno con positività e organizzazione.

  • Etichette adesive: come evitare che i bambini perdano tutto Etichette adesive: come evitare che i bambini perdano tutto

    Centri estivi e summer camp: come evitare che i bambini perdano tutto.

Aggiungi commento


www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.