Stampa questa pagina
Mercoledì, 01 Aprile 2020 08:18

Imparare a casa l'inglese ai tempi del coronavirus

By

Risorse per l'insegnamento dell'inglese a casa con bambini delle elementari.

Pubblichiamo un articolo di Claudia Adamo, che si è da subito adoperata, in questo periodo di difficoltà, per mettere le risorse della sua scuola di inglese, OpenMinds, al servizio di più bambini e genitori possibile.
Se invece avete bambini piccoli e volete iniziare presto con l'apprendimento dell'inglese non perdete il nostro articolo "Canzoni in inglese per bambini piccoli e neonati"


Per quanto giustificata dal punto di vista sanitario, la situazione di confinamento a casa di queste settimane, ha creato una situazione di grande difficoltà nelle famiglie.
i bambini sono  chiusi a casa da  settimane, la scuola è  chiusa, la normalità di ogni famiglia è  sospesa nel tempo e “concentrata” nello spazio di un appartamento.

I bambini, è stato detto ma si può ripetere (e forse si deve), sono le grandi vittime di questa situazione, perché non siamo in grado di predire gli effetti che questa interruzione della vita avrà, sul breve e sul lungo periodo. Possiamo essere sicuri che un impatto sulla psiche e sui corpi dei bambini sarà inevitabile.

La scolarizzazione interrotta divarica la forbice tra coloro che hanno a disposizione mezzi tecnologici e culturali tali da potere supplire alla scuola con stimoli di altro genere: lezioni online, documentari, giochi istruttivi, spazi più’ ampi e salutari.

È  una constatazione: tutto ciò avrà delle conseguenze, tuttavia io credo che in questo momento sia preciso dovere di tutti fare il possibile per alleviare gli effetti del “lockdown” per tutti i bambini. Per questo, è importante attivare anche risorse in modo democratico, e renderle disponibili a più  bambini possibile.

 

Risorse di inglese per la scuola primaria

Per questo noi di Open Minds , sin dal primo giorno dell’emergenza coronavirus, abbiamo creato e diffuso video-lezioni gratuite di inglese e idee per attività didattiche senza schede e abbiamo cercato di farle arrivare non solo alle famiglie, ma anche alle scuole.

Conosciamo di prima mano la situazione delle scuole primarie perché la nostra attività consiste in larghissima parte di insegnamento dell’inglese nelle scuole (progetti madrelingua) e sapevamo che online non era facile trovare le risorse adatte: sulla rete ci sono moltissime cose, tanti video splendidi…ma pochi veramente adatti, per programma e livello di inglese, alla scuola italiana.

Che cosa abbiamo fatto?

Abbiamo preso i libri di testo più usati nelle scuole e la nostra esperienza e abbiamo confezionato lezioni ad hoc, seguendo gli indici dei libri, i topics e vocabulary previsti, le competenze richieste . In questo modo abbiamo cercato di creare risorse davvero fruibili dai docenti e dai bambini…ed è stato un successo. 

Tantissimi maestri e maestre, da varie parti d’Italia, ci hanno contattato per dirci che stanno usando i nostri video per la didattica a distanza, per richiederci gli argomenti che servivano, per darci consigli….delle volte anche per correggerci, visto che lavorando a grande velocità (6-8 video al giorno, ogni giorno della settimana) abbiamo anche fatto qualche errorino.

Ed eccoci qui, siamo arrivati alla quinta settimana di lockdown e abbiamo un “bottino” di centinaia di messaggi di solidarietà e vicinanza. Siamo contenti, abbiamo lavorato gratuitamente ma abbiamo fatto qualche cosa di utile e ne siamo fieri. Tantissimi bimbi, in tutta Italia, anche grazie a noi hanno uno stimolo in più durante questo isolamento: alcune mamme ci hanno detto che hanno imparato tantissime parole nuove con i nostri video, che guardano e riguardano, e soprattutto che adesso vedono l’inglese come una cosa divertente e che aspettano ogni giorno i nostri nuovi contributi!!! Che soddisfazione!!!

 

Lezioni di inglese via Skype con i gruppi di acquisto

Ieri abbiamo messo in cantiere la nostra nuova iniziativa: i “gruppi di acquisto” per comprare le lezioni di inglese via skype. Sapete cosa sono i gruppi di acquisto, no? I cittadini si mettono assieme per comprare alti quantitativi ad una azienda, e ne ricavano prezzi vantaggiosi.

Ecco, noi vogliamo fare la stessa cosa con le lezioni in diretta di inglese via skype: mettetevi insieme, associatevi in un gruppo di acquisto, e durante questo periodo avrete lezioni in diretta con le nostre maestre inglesi….ad un ottimo prezzo.

 

Ecco queste sono le nostre idee per offrire a quanti più bimbi possibile lo stimolo che siamo in grado di dare, ovvero la lingua inglese. Il mio auspicio è che “si muovano” come noi anche educatori di altre aree: la matematica, l’italiano, la musica.

So che ci sono tante belle iniziative in giro: perché non facciamo un censimento e le segnaliamo a più scuole e famiglie possibili?

 

di Claudia Adamo

www.Open-Minds.it

 

Immagine: Beautiful cute little girl... on Shutterstock

 

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.