Dermatite atopica e le cure termali

Dermatite atopica e le cure termali

La dermatite atopica, la malattia della pelle più diffusa tra i bambini. La miglior cura è l'idratazione.

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

 Quando le regole sono chiare, aderirvi è più semplice.

Giovedì, 08 Settembre 2016 00:00

Come affrontare l’ansia dei bambini che tornano a scuola?

Ansia da ritorno a scuola Ansia da ritorno a scuola

Qualche consiglio per diminuire l'ansia legata al rientro a scuola.

L'inizio della scuola è alle porte, alcuni bambini, soprattutto negli anni della scuola dell'infanzia e della scuola primaria, manifestano ansia e agitazione legata proprio al ritorno a scuola.

Ecco alcuni consigli che ci offre Mioli Chiong, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, fondatrice dello Studio Salem di Milano.

***

Prepararsi prima di affrontare il rientro a scuola è giusto, dal momento che capita spesso che i bambini diano spazio a sintomi di ansia quando tornano a casa e devono riprendere la normale routine scolastica.

Tale situazione viene esternata soprattutto con la somatizzazione, e con segnali di malessere che passano dal mal di pancia acuto alle difficoltà legate al sonno.

Come dovrebbero comportarsi i genitori in queste circostanze? Ecco i consigli che tendo a dare con maggior frequenza a chi mi chiede aiuto in merito.

No alle frasi punitive riferite alla scuola

Le frasi come “è finita la pacchia” non rappresentano un’alternativa utile per aiutare i bambini in ansia prima dell’inizio della scuola.
In questo modo si fa passare l’impegno scolastico come qualcosa di punitivo e negativo, risultato dannoso soprattutto per i bimbi che stanno affrontando i primi anni delle elementari e devono ancora acquisire un metodo di studio corretto.

Giochi all'aria aperta anche dopo l'inizio della scuola

Sì alle attività all’aria aperta nei primi giorni di scuola: il passaggio dalle vacanze all’inizio della scuola può essere difficoltoso per i bambini, soprattutto se sono piccoli e all’inizio del percorso di scolarizzazione.
Per renderlo meno difficile e per contrastare i segnali di ansia è utile dare spazio a un consiglio tanto semplice quanto efficace. Di cosa si tratta? Delle attività all’aria aperta, alle quali dovrebbe essere dedicato molto spazio nei primi giorni di scuola, per rendere lo stacco tra la libertà delle vacanze e il ritorno sui banchi meno brusco e per permette al bambino di sfogarsi.

Pianificare del tempo insieme ai genitori dopo la scuola o la sera

Cosa succede la sera dopo la scuola? Si sta tutti assieme!: capita spesso che i bambini che affrontano i primi anni di scolarizzazione manifestino ansia a causa del tempo passato lontano dalla famiglia.

In questi casi bastano poche frasi per tenere sotto controllo la situazione. Cosa è opportuno dire? Semplicemente ricordare al bambino che dopo la scuola si trascorre del tempo assieme a casa rilassandosi, aiutandolo così a immaginare lo scenario per lui ideale e rendendo meno gravoso il tempo passato sui banchi.

Prendiamoci cura delle nostre emozioni

Da non trascurare è infine l’esempio dei genitori che, manifestando per primi l’ansia quando arriva l’inizio della scuola (i motivi possono essere molti e vanno dalla gestione delle spese ai voti), influenzano di conseguenza i figli.

 

di Mioli Chiong

 

Immagine: Young girl with books on Shutterstock.com

Miolì Chiung

Miolì Chiung, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale.

Nel 2009 fonda lo Studio di Psicologia Salem, un progetto di ampio spessore incentrato sul benessere psicologico dell’individuo, dai processi di prevenzione fino a tutto quello che riguarda la cura.
Ha approfondito i suoi studi con numerosi master e corsi.

Applicatrice Metodo Feuerstein e ottima conoscitrice della testistica psicodiagnostica dell’età evolutiva e adulta.

Ama i libri, la cucina ma la sua grande passione è il mare!

Sito web: www.studiosalem.it

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.