Trappola per vespe, mosche e zanzare

Come costruire una trappola per le vespe molto semplice e con materiale di riciclo.

D'estate il tormentone sono gli insetti volanti fastidiosi, come le mosche, e spesso anche dolorosi come le zanzare e le vespe. Oggi vi parliamo di come tenerle alla larga.

Vi abbiamo dato una serie di dritte su come proteggervi dalle zanzare e su cosa fare se venite punti da api e vespe. Ora vediamo come tentare di tenere alla larga questi insetti.

L'idea è quella di realizzare una trappola fatta in casa, che sfrutti le loro capacità olfattive, i gusti e l'attrazione per il cibo. La trappola non utilizza sostanze tossiche, ma sfrutta la loro incapacità di trovare la strada di uscita. Inoltre lo stesso tipo di trappola può essere utilizzata per specie diverse cambiando l'esca.

Trappola 1 - molto semplice da realizzare

trappola 1

Occorrente

- 1 bottiglia di plastica

- taglierino

- nastro adesivo o spillatrice

- fil di ferro o spago

trappola per calabroni e vespel'obiettivo è realizzare una trappola ad imbuto come nell'immagine (immagine da avventurosamente.it), il nastro adesivo o la spillatrice vi serviranno per tenere insieme le due parti di bottiglia, il fil di ferro o spago per creare un manico come nella foto laterale che consenta di appenderlo in alto.

 

 

 

 

 

 

 

Trappola 2 - più articolata

Il tutorial per ralizzarla lo trovate, in Italiano, su flag of the planet earth

 Trappola-per-calabroni-e-vespe--C

Esche adatte ai diversi insetti

NON utilizzate, come esca, miele o marmellata, finireste per attrarre anche le api, che sono insetti preziosi e che normalmente non infastidiscono le persone.

Vespe e calabroni - BIRRA oppure una miscela di acqua, zucchero e aceto (nella proporzione di: 100g acqua, 100gr zucchero, 20gr di aceto); nel caso della birra, sostituitela ogni tanto, perchè all'affievolirsi dell'aroma sarà meno efficace

Mosche - residui di pesce o carne (alcuni suggeriscono di metterci anche acqua)

Zanzare - 200ml di acqua, 50g di zucchero grezzo, 1g di lievito (Il lievito fermentando lentamente, produrrà anidride carbonica, la stessa che attraverso il nostro respito guida verso di noi le zanzare.), una monetina di rame... le zanzare nidificano nell'acqua, dunque occhio a non creargli una nursery, il rame dovrebbe rendere l'acqua inospitale.

Su flag of the planet earth potete trovare le indicazioni anche per esche da usare per mosche dell'ulivo e della frutta.

 

Dove posizionare le trappole

Le trappole vanno posizionate all'esterno e meglio se in alto (c.a 2 metri)... tanto per evitare di sentire anche noi la puzza, di attrarre gli insetti in casa, di non adare a sbattere con le trappole facendo un disastro, e attraendo gli insetti in luoghi fuori dalla nostra portata. Sfruttate magari i rami di un albero.

Per il buon funzionamento l'esposizione è fondamentale, dunque se la trappola non funziona, provate a cambiare posto, scegliendo un posto più caldo e provate un'esposizione verso sud / sud-ovest.

 

Piante carnivore

Quando vivevo negli USA, ho scoperto dell'esistenza di queste piante carnivore che si cibano di mosche... si chiamano Venus Flying trap, le potete vedere in azione in questo filmato di youtube, dal minuto 1:28. Quando finalmente la mosca è tranquilla, le foglie si chiudono in una trappola mortale... 

Flytrap

In raltà ne ho posseduta una per quasi un anno e non l'ho mai vista attrarre una mosca.

 

 di Barbara Siliquini

 

immagine jes reynolds su Flikr

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Commenti   

Letizia
0 # Letizia 2015-03-17 00:08
Ho anche io una Dionaea (una carnivora acchiappamosche , per capirsi). Sulle "mascelle" ha tre sottili barbigli per lato, che devono venire stimolati 2 volte di seguito perché la trappola scatti. La mia è ancora piccola e tende a catturare di tutto, arrivando ad auto-avvelenars i.. Ha catturato una mosca talmente grande che è rimasta in parte fuori dalla bocca; una cimice; una vespa; una coccinella. Fortunatamente acchiappa anche mosche delle giuste dimensioni e per quelle che sfuggono a lei, ho un gatto killer che fa il resto dello sporco lavoro!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
bs GenitoriChannel
0 # bs GenitoriChannel 2015-03-17 08:42
wow, io ne ho posseduta una per un anno circa, ma non ha mai attratto una mosca, nè altro...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.