Ricetta: i cardi al latte

I cardi fanno parte della tradizione culinaria piemontese. Si mangiano per accompagnare la bagna caoda, gratinati, in flan e in minestre. Mia nonna usava cucinarli nel latte, in modo che perdessero quel sapore amarognolo che non piace ai bambini. Ammorbiditi dalla lunga cottura, piacevano anche a me che da bambina avevo gusti molto selettivi in tema di verdure.

Chissà che non riusciate a farli provare ai vostri bambini!

 

Ingredienti:

  • 500 gr di cardi
  • 500 ml di latte
  • 30 gr di burro
  • sale e pepe
  • parmigiano

 

Pulite i cardi con attenzione, eliminando tutti i fastidiosi filamenti. Tagliateli a tocchetti di 4 o 5 cm e versateli in una padelli antiaderente con il burro. Fateli saltare per pochi minuti e poi copriteli con il latte. Aggiustate di sale e pepe e lasciateli cuocere finché non saranno morbidi e il latte avrà formato una cremina rappresa. Serviteli caldi, aggiungendo un po' di parmigiano grattugiato.

 

Come scegliere i cardi?

L'acquisto dei cardi non è semplice. Evitate di comprare cardi verdi, che sono amarissimi. Controllate che le coste siano bianche e compatte.

Come pulire i cardi?

Per pulire i cardi conviene utilizzare i guanti, perchè, come i carciofi, macchiano le mani. Se non usate i guanti poi potrete smacchiare le mani strofinandovi il limone tagliato a metà.

I cardi sono piuttosto semplici da pulire. Occorre togliere i fili esterni e la pellicina superficiale interna ed esterna, con un coltello, un po' come nella pulizia delle coste. Dei cardi non si mangiano le foglie, amarissime e cattive.

Una volta puliti li tagliate in segmenti di 4-5 cm e li mettete a bagno nell'acqua, con un po' di limone per non farli scurire.

 

Come lessare i cardi?

 

I cardi possono essere cotti nella maniera gustosa della ricetta che vi ho dato, oppure possono essere sbollentati e poi conditi con olio e limone, o gratinati al forno con burro e parmigiano, o ancora conditi con olio e acciuga, insomma, come sempre in cucina basta aggiungere la fantasia :).

Un trucco per lessarli: tuffateli in abbondante acqua salata bollente insieme a mezzo bicchiere di latte. Il latte toglierà la punta amara del cardo rendendolo molto piacevole.

Fateli bollire dai 20 ai 30 minuti, ogni tanto assaggiate che il cardo sia cotto: deve rimanere leggermente croccante. Si può cuocere in pentola a pressione, i tempi in questo caso si dimezzano.

Buon appetito!

 

Di Cristiana Calilli

Cento per cento Mamma

 

immagine: apiedinudisuldivano.blogspot.it

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


adsense_correlati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.