La melagrana, frutto benaugurante

La melagrana, il frutto del melograno, è da sempre associato associato alla ricchezza e alla fertilità. Tipicamente è presente sulle nostre tavole nel periodo delle feste natalizie per il suo simbolismo e per il colore rosso rubino che lo caratterizza, inoltre è un tipico frutto dell'inverno.

Ma da dove derivano questi significati e come può essere utilizzato nelle pietanze festive?

Il melograno trova un posto già nella mitologia greca, tanto da essere inserito nei miti di Persefone ed Era. La sua origine in terre desertiche e la sua conformazione così straordinariamente sorprendente ne fanno un frutto che ha colpito da sempre l'immaginazione dell'uomo, un dono della natura, segno di prosperità.

Ancora oggi si usa mangiare la melagrana durante le feste, augurandosi i migliori auspici per il futuro.

Mettere in tavola delle ciotoline con i chicchi di melagrana è benaugurante, così come brindare con un po' di melagrana nei calici.

Partiamo dall'acquisto: scegliete frutti ben maturi perché, come i kiwi e i cachi, la maturazione si blocca quando vengono staccati dall'albero.E prestate attenzione a non comprare frutti trattati con etilene, che ha la funzione di far continuare la maturazione del frutto preservandone l'invecchiamento.

Una volta acquistato, come usarlo? Si può arricchire la tavola con una composizione a centrotavola con alcuni melograni e frutta secca, oppore realizzare dei segnaposto simili a questi con la mela. Oppure se ne possono gustare i chicchi in alcune preparazioni:

  1. Aperitivo di buon augurio: dopo aver frullato due melograni lasciando da parte solo alcuni chicchi per guarnire, mescolateli in una brocca con una bottiglia di spumante. In ogni calice versate i chicchi e poi il cocktail.
  2. Risotto alla melagrana
  3. Insalata di radicchio, bufala e melagrana
  4. Panna cotta con sciroppo di melagrana
  5. Bicchierini al cioccolato bianco e melagrana.

 

E per finire, una curiosità: la Torah dice che la melagrana ha 613 chicchi, come le prescrizioni della legge ebraica a cui un osservante deve attenersi. Una recente ricerca della Colombia University, durante la quale sono stati contati i semi di 206 frutti, ha scoperto che il numero è variabile: da 165 semi di una piccola melagrana a 1370 di una grande (fonte: La Cucina Italiana).

 

Di Cristiana Calilli

Cento per cento Mamma

 

Immagine da Sxc.hu

Aggiungi commento


www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.