Venerdì, 02 Dicembre 2011 08:04

La ricetta della crostata girotonda per merenda o colazione

By

Non ci sono bimbi che rifiuterebbero un invito a sperimentarsi cuochi, da noi a volte: "Vogliamo fare una torta?!" è una frase che interrompe grandi crisi di pianto, induce al lavaggio delle manine (si sà che i bimbi sulla pulizia hanno canoni tutti loro), risolve un pomeriggio di noia e rende i bimbi felici perché non solo possono fare una cosa da grandi, non solo possono esprimere la loro creatività, ma possono monopolizzare la loro mamma o il papà, cosa che loro amano più di tutto.

L'ultima creazione in cui ci siamo cimentati è stata la realizzazione della crostata girotonda, si chiama così per la disposizione delle decorazioni, che poi sono la parte in cui loro si divertono di più.

La crostata girotonda ha una pasta frolla un filo più dietetica del solito, anche se quando decidiamo di fare la pasta frolla abbondiamo con le dosi, perché se no la crostata sparisce in un giorno.

Ingredienti per Pasta frolla:

  • 500 g di farina (anche una semintegrale è perfetta)
  • 200 g di burro
  • 180 g di zucchero
  • 2 tuorli e 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • buccia di limone grattuggiata (se non l'avete aromatizzate con un po' di cannella, a noi i profumi piacciono molto)

per farcire usiamo della marmellata fatta in casa che è squisita, nell'iperlink trovate la ricetta, ma in genere quella è una cosa da fare in estate. Con queste dosi vengono almeno 2 crostate.

I bambini adorano versare gli ingredienti:

prima vanno messi farina e burro a tocchetti (potete usare anche il burro prelevato da frigo qualche minuto prima, visto che i bimbi lo maneggiaranno molto, cosiì non si scioglie troppo), da lavorare in modo da sfiocchettare tutto il burro con la farina, i tocchetti di burro non dovranno vedersi più, avremo una farina appesantita. Noi facciamo questa operazione in una grossa ciotola.

Poi uniamo lo zucchero, il sale, e l'aroma e mescoliamo.

Infine le uova, che faranno da collante. Qui, dopo un po' di impiastricciamenti dei bimbi devo intervenire io per il tocco finale in cui amalgamo il tutto, in genere lo rovescio sulla spianatoia di legno e faccio diventare il composto una bella palla uniforme.

 

Fatela riposare per una mezz'ora almeno, senza che venga a contatto con l'aria, quindi in un contenitore di plastica ermetico (o nella pellicola, io non uso questo metodo perchè trovo poco sensato usare la pellicola di plastica che poi va buttata quando posso usare un contenitore da lavare). Più la pasta riposa più è facile da lavorare e non si sbriciola.

 

Ora potete tagliare dei pezzi dalla palla e stenderli con un mattarello sulla carta forno (a questa non rinuncio invece!). Io stendo uno strato molto sottile, meno di mezzo centimetro.

Su uno di questi strati i bimbi si sbizzarriscono a stampigliare figure o con gli stampini per biscotti, o con gli stampini per didò. Quindi tirano fuori coniglietti, cuori, alberi, colombe, bambini, lune, etc.

Un'altro strato di pastafrolla sottile viene tagliato della misura della teglia (rotonda o a cuore, o come c'è) e spalmato di marmellata. Se la marmellata è molto compatta la allunghiamo con un pochino di acqua e la lavoriamo con il cucchiaio, se no in forno si secca troppo.

Poi, a cerchio, i bambini dispongono le loro formine. La crostata assume un aspetto divertente e molto invitante.

 

Con 500 gr. di farina abbiamo fatto 2 crostate grandi e una piccola piccola, ma tutte molto sottili.

Infine vanno in forno caldo a 180°C x c.a 20 minuti (ma ho dimenticato di guardare il timer), diciamo che le decorazioni e il bordo devono assumere un colore ambrato.

Prima di infornarle (noi ci siamo dimenticati) si possono spennellare le parti in pasta frolla con del latte o con le chiare d'uovo messe da parte, danno un effetto finale più bello, lucido e glassato.

di Barbara Siliquini

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.