Martedì, 06 Novembre 2012 06:04

Verdure amiche: idee stuzzicabimbi

By

Avete presente quei periodi "no", in cui sembra che i bimbi non vogliano mangiare più nulla, soprattutto le verdure?
Ecco, capitano in tante, ma tante famiglie.
Così, dopo averci parlato delle colazioni sane e delle merende, Caterina ci propone delle ricette gustose e sane per mettere in tavola la verdura in allegria.

Dopo il compimento dei due anni, i miei bimbi, che all’inizio dell’alimentazione solida non si riusciva a tenere lontano da broccoli, carciofi, zucca e così via .. hanno cominciato a diventare sempre più diffidenti e scorbutici nei confronti delle povere verdure.

Non è che non ne amino il sapore, tanto che il passato di verdura è uno dei piatti preferiti e più cucinati a casa nostra, è che non sopportano di vederne i pezzi, rifiutano di assaggiarli e ne riconoscono con orrore anche frazioni di pochi millimetri, magari di un innocente soffritto. Si direbbe una contrarietà estetica la loro, insomma, o forse si potrebbe dire di principio.
Per me che mangio solo vegetali è stata una dura botta, devo dire.
Tuttavia il comportamento dei miei bambini è da considerarsi abbastanza normale, e diffuso. Infatti la crescente selettività, e scetticismo, nei confronti degli alimenti, è tipica della fase che va dai due ai sei anni, anche se non riguarda tutti i bimbi, ovviamente (ma se i vostri mangiano qualsiasi verdura si vedano nel piatto, non ditemelo, per carità, potrei morire d’invidia!). Mentre dopo questa età spesso piano piano la curiosità torna e i cibi presenti nei piatti dei genitori ricominciano a diventare più appetibili ed attraenti,  comprese le verdure.
Eppure il processo di autoregolazione che inizia fin dalla prima poppata non è interrotto, quindi, anche se difficile, la cosa migliore è anche in questa occasione tenere viva la fiducia in questa loro capacità.

Ci tenevo molto a questa premessa, per chiarire che le ricette raccolte qui di seguito non sono affatto un modo per costringere i bambini alla verdura, o per raggirarli, ma solo un modo di variare quanto più possibile la proposta a tavola, introducendo alimenti preziosi in una forma che sia gradita a tutti.
Dunque se decidete di provare qualcuno di questi piatti, l'idea è di non nascondere il vero contenuto ai piccoli commensali, ma anzi, di divertirsi insieme nello scoprire quanto le verdure possano diventare amabili!


Burger di verdure o happy burger


Per questa ricetta mi sono ispirata ad un burger di veganblog, che poi però ho personalizzato.
Visto che l'articolo l'ho scritto in settembre, quando da me si trovavano ancora le melanzanine locali e biologiche, ma poi ci ho messo tempi lunghi per postarlo, ve la propongo nella sua forma originale, ma la sua variante più autunnale e con meno solanina prevede la zucca al posto della melanzana.

burger vegetarianoIo li faccio così:

  • 1 melanzana media (o zucca a seconda della stagione)
  • 2 patate medie
  • 1 carota
  • ½ cipolla grossa o 1 cipolla piccola
  • 1 pugno di lenticchie rosse decorticate
  • farina di ceci
  • pangrattato

 

Mentre lascio ammollare le lenticchie rosse, taglio le melanzanine a grosse fette e le lascio coperte di sale a buttare fuori acqua dentro un colapasta.
Ripulite le melanzane dal sale, in un tegame dal fondo spesso metto a cuocere tutte le verdure tagliate a tocchetti con un filo di olio, poco sale integrale e se serve poca acqua (è meglio tenere sott’occhio la cottura ed aggiungere al bisogno).
Nel frattempo faccio bollire a parte le lenticchie, per circa 15 minuti, dopo averle risciacquate, con il doppio in volume di acqua.
Alla fine ci si ritrova con verdure e lenticchie cotte, abbastanza asciutte. Il non avere acqua in eccesso da dover scolare fa sì che non si disperdano preziosi sali minerali.
A questo punto unisco tutto, aggiusto di sale e spezie (a piacimento, a noi piace il curry dolce), e frullo.
Dopodichè aggiungo prima farina di ceci e poi pan grattato finchè ottengo la consistenza che mi serve per formare i burger, e poi li cuocio in padella con poco olio caldo.
I bimbi li adorano nei panini, proprio come nella ricetta originale, ma senza foglia di lattuga, per carità, e con una salsa di avocado simile, fatta ad immagine della maionese, come questa di essenzalimentare.
Io li preferisco come secondo accompagnati invece da una bella insalata!


Pizza arancione

pizza-alle-carote-zucchine
Per questa pizza devo tutto al ricettario di veganriot, per cui vi rimando direttamente alla ricetta originale, deliziose focaccine condite con carote e zucchine e sesamo in modo molto fantasioso.

Le uniche modifiche che attuo sono: mettere malto di riso al posto dello zucchero e raddoppiare le dosi, soprattutto se è il piatto unico di una famiglia numerosa.
Come guarnizione, manco a dirlo, i miei bimbi non amano le zucchine, quindi ripieghiamo su olive a pezzetti ed origano.


Purèe multicolor

I purèe colorati sono entrati in famiglia grazie al sito di Francesca sui bambini vegetariani, che oltre al materiale informativo contiene altre ricette interessanti, come le polpette.


La versione stagionale che piace tanto da noi è questa con patate e cavolfiore:
2 patate medie
1 cavolfiore medio, comprese le foglie
sale marino integrale
tahin


Cuocere a vapore le patate ed il cavolfiore con il sale e poca acqua sotto al cestello.
Quando sono morbidi metterli nel mixer e frullare a lungo aggiungendo a filo l’acqua di cottura (quanta ne serve).
Deve diventare cremoso e spumoso.
A questo punto si aggiunge olio ed un cucchiaio i tahin.
Semplicissimo, ottima anche la versione con zucca.


Polpette evergreen

circa 200 gr di piselli secchi
1 piccola cipolla
cimette di un broccolo
qualche foglia di prezzemolo
pangrattato

Ammollare i piselli secchi per almeno 12 ore, sciacquarli e cuocerli a pressione con circa il doppio in volume di acqua con le verdure.
La cottura a pressione dei piselli è un po' noiosa, perchè si attaccano facilmente anche se non manca acqua. Per evitarlo, agitare ogni tanto la pentola a pressione ed usare uno spargifiamma.
L'acqua dovrebbe assorbirsi quasi completamente, se invece ce n'è in eccesso, scolare e conservarla per allungare un minestrone o una zuppa.
A questo punto aggiungere il prezzemolo, aggiustare di sale e frullare.
Il trucco per ottenere un impasto facilmente modellabile a polpetta è lasciarlo raffreddare bene, meglio ancora se lo si prepara il giorno prima.
A questo punto basterà formare le palline, aggiungendo pangrattato al bisogno, passarle nel pangrattato e cuocere in forno una decina di minuti con un filino di olio.

 

Curiosando in rete alla ricerca di immagini, abbiamo trovato queste splendide di www.curiositando.it, un'altra idea carina per far diventare le verdure più simpatiche ai bambini!

 {hwdvs-player}id=409|height=250|width=450|tpl=playeronly{/hwdvs-player}

D'altra parte giocare con frutta e verdura insieme ai bambini è sempre un'a buona idea, noi l'abbiamo fatto in Piccoli Arcimboldi con frutta e verdura

 

Buon appetito con le verdure autunnali!

Caterina Lazzari, mamma di tre, architetto, redattore, appassionata di genitorialità naturale, ambiente e dintorni ...

Immagine: www.curiositando.it

Aggiungi commento


© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples
google.com, pub-8711244316083070, RESELLER, f08c47fec0942fa0 pubmatic.com, 73111, RESELLER, 5d62403b186f2ace pubmatic.com, 157436, DIRECT, 5d62403b186f2ace adform.com, 258, RESELLER triplelift.com, 3569, DIRECT, 6c33edb13117fd86 appnexus.com, 1785, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 improvedigital.com, 1088, RESELLER rubiconproject.com, 19618, DIRECT, 0bfd66d529a55807 openx.com, 540233840, DIRECT, 6a698e2ec38604c6 indexexchange.com, 188789, DIRECT

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.