I cardi fanno parte della tradizione culinaria piemontese. Si mangiano per accompagnare la bagna caoda, gratinati, in flan e in minestre. Mia nonna usava cucinarli nel latte, in modo che perdessero quel sapore amarognolo che non piace ai bambini. Ammorbiditi dalla lunga cottura, piacevano anche a me che da bambina avevo gusti molto selettivi in tema di verdure.

Chissà che non riusciate a farli provare ai vostri bambini!

Anche l'Epifania si sta avvicinando a grandi passi. Grazie alle vacanze natalizie e al tempo a disposizione che possiamo dedicare ai bambini e alla creatività, quest'anno potremmo creare una calza della Befana in casa, magari coinvolgendo i nostri figli e trascorrendo alcuni momenti in allegria.

A novembre abbiamo lanciato la campagna #liberidinonpicchiare, che ha visto la partecipazione commossa e attiva di moltissimi blog e lettori.

La premessa che avevamo fatto e che sta alla base della rassegna, lanciata nel mese di novembre in collaborazione con Non togliermi il sorriso, è che

crediamo che la violenza, l'esercizio del potere e del controllo non siano eticamente accettabili e non possano mai aiutare a crescere e a stringere rapporti giusti e alla pari con gli altri. Siamo anzi convinti che nel rapporto tra adulti e bambini possano solo produrre conseguenze negative, in genere sottovalutate, che graveranno poi su tutta la vita dei piccoli che li subiscono. 

Ecco i numerosi articoli sul tema

Quando diventiamo mamme, i consigli ci piovono addosso da tutte le parti. E nessun ombrello di autostima o certezze riesce ad evitarci di esserne sommerse! Vorremmo solo poter decidere insieme al nostro compagno cosa è meglio per il nostro bambino, mentre tutti si trasformano improvvisamente in genitori perfetti, anche se hanno avuto figli sessant'anni fa e se i loro pargoli sono cresciuti grazie a 10 anni di analisi!

Le abbiamo provate tutte, ma nessuno considera le nostre richieste di essere lasciate libere di provare - anche sbagliando - a fare la mamma.

E i nostri bambini cosa penseranno di tutta questa situazione? Per loro l'importante è che mamma sia serena e trasmetta loro tranquillità. Ma come può farlo se è sotto il fuoco incrociato di nonne, zie, cugine, amiche e passanti? E cosa fare per farle finalmente star zitte?

Sono feste per tutti, non solo per noi grandi! Anche per i bambini è bello festeggiare, associando un cibo particolare al Natale e al Capodanno. Spesso ce ne dimentichiamo e componiamo menù che di baby friendly hanno poco o niente.

Con qualche accorgimento possiamo apportare delle modifiche al menù tradizionale della nostra famiglia e renderlo più allettante anche per i bambini di casa, senza per questo dover cucinare portate differenziate.

L'atmosfera natalizia qui a Torino quest'anno si fa sentire. Moltissime sono le iniziative nell'Avvento torinese. Domenica una gradita sorpresa ha bussato alla mia porta: mio marito e la bimba graziata dall'influenza sono tornati dl loro giretto mattutino con tutto l'occorrente per realizzare una ghirlanda di rami e bacche.

Ma da dove arrivava? Dal cortile di Palazzo Madama, accessibile sotto Natale a 1 € a persona e adibito ad atelier in cui i visitatori potevano cimentarsi con rami e rametti.

Così eccoci all'opera!

La nausea è uno dei primi sintomi della gravidanza, che in molti casi rappresenta il campanello d'allarme che permette alla futura mamma di scoprire di essere incinta. Si sviluppa dalle prime settimane di gestazione ed è la manifestazione con la quale il corpo si tutela dall'eventuale assunzione di una quantità troppo elevata di cibo durante questa delicata fase.

Per combattere la nausea, molte donne provano rimedi della nonna, che si dimostrano più o meno utili a seconda dei casi.

Vediamo quali sono i rimedi più comuni ed efficaci.

Domenica 16 dicembre 2012 Torino diventerà il teatro di una grande festa per gli orsetti - e anche per i bambini!

Quest'anno Torino è la Città del Natale, con feste, celebrazioni e appuntamenti legati al tema del Natale, con eventi quotidiani in giro per la città che scandiscono i giorni dell'avvento e ci conducono al Natale.

Le Luci d'Artista fanno da cornice a spettacoli di teatro a cielo aperto, a trenini che permettono di muoversi per il centro della città, a sculture di ghiaccio che popolano le piazze, a fiabe messe in scena per i bambini, a una pista da sci in cui i maestri danno lezioni gratuite ai piccoli, a patinoire sotto il cielo di Torino...

In partenza per qualche giorno in montagna? Natale e Capodanno sono i ponti giusti per concedersi un po' di relax sulla neve e - perché no - far provare l'ebbrezza della velocità sugli sci ai bambini.

La vacanza potrà essere degna di questo nome solo se partiremo molto organizzati, cercando di non dimenticare l'occorrente per far star bene i bambini - e di conseguenza anche noi!

Vediamo insieme quali sono gli indispensabili da mettere in valigia.

La melagrana, il frutto del melograno, è da sempre associato associato alla ricchezza e alla fertilità. Tipicamente è presente sulle nostre tavole nel periodo delle feste natalizie per il suo simbolismo e per il colore rosso rubino che lo caratterizza, inoltre è un tipico frutto dell'inverno.

Ma da dove derivano questi significati e come può essere utilizzato nelle pietanze festive?

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.