E' proprio vero che marzo segna la fine dell'inverno? A livello atmosferico sì, ma il regno vegetale ci mette un po' ad abituarsi al cambiamento climatico.

La frutta e la verdura del mese sono ancora legate all'inverno e al freddo dei mesi passati. Dobbiamo aspettare ancora qualche tempo prima di poter gustare i frutti della primavera.

Una volta svuotate le uova, come si possono colorare per la Pasqua?

Abbiamo visto che è possibile farlo con la carta crespa oppure si possono usare gli alimenti.

Un altro metodo consiste nell'immersione in una sostanza a base di tempere, che rende il colore brillante e che dà la possibilità di ottenere l'intensità di colore desiderata.

Inoltre, vista la vasta gamma di colori a disposizione, questo metodo è utile per avere tutte le colorazioni possibili.

Una volta colorate, le uova possono poi essere decorate con le tempere, con un pennarello indelebile, con la china, con adesivi o strass.

Abbiamo visto come svuotare le uova e come colorare le uova con alimenti naturali , in modo che se vogliamo usare uova sode da portare in tavola per il giorno di Pasqua sia possibile farlo.

Ora però ci occupiamo di un altro metodo di colorazione delle uova, che consiste nell'uso di carta crespa o carta velina colorate.Il colore ottenuto sarà più intenso del metodo con gli alimenti, ma è sconsogliato mangiare queste uova.

Dopo aver svuotato le uova, possiamo sbizzarrirci nelle decorazioni.

In alternativa, se pensate di portare in tavola le uova decorate da mangiare, o non intendete conservarle dopo la Pasqua, potete usare uova sode. Nel caso in cui vogliate mangiarle, è importante colorarle con un colorante naturale e conservarle in frigo.

Vediamo come colorare le uova con gli alimenti:

Tradizione in molte famiglie è decorare le uova di Pasqua con colori pastello, che richiamano la primavera e la Pasqua stessa. Le uova di gallina sono perfette per questo scopo e, a seconda dell'uso che se ne vuole fare - alimentare o solo decorativo - le uova possono essere svuotate o meno prima dell'uso.

Come svuotare le uova con due buchi

Un classico regalo per la festa del papà è la cornice fatta dai bambini con una bella foto dei piccoli di casa. Un oggetto che può prendere posto sulla scrivania di papà o sul suo comodino, in modo che i suoi figli siano sempre con lui.

Ci sono moltissime alternative per realizzare un portafoto per la festa del papà. Vediamone alcune:

Greenpeace halanciato una sfida al mondo della moda.

Qual è il nesso tra il fashion e la salvaguardia del nostro pianeta? Secondo gli attivisti di Greenpeace c'è ed è forte.

Nei mesi passati l'organizzazione ha spedito alle principali case di moda un questionario con 25 domande "scomode" sui propri processi produttivi, sull'acquisto delle pelli, della carta e sulle produzioni tessili. Molte aziende non hanno risposto, solo una ha raggiunto il semaforo verde - Valentino - e molte hanno dimostrato di non aver preso impegni per il raggiungimento degli obiettivi Deforestazione Zero e Scarichi Zero.

Greenpeace sta facendo un'opera di sensibilizzazione del mondo del fashion, chiedendo un impegno maggiore per salvaguardare le foreste ed evitare l'utilizzo di sostanze tossiche nei tessuti.

Cosa possiamo fare noi? Aderendo alla campagna di Greenpeace possiamo lanciare un guanto di sfida alle maison di moda per chiedere che vengano rispettati gli ecosistemi e che vengano eliminate le sostanze tossiche dai tessuti di cui sono composti i capi d'abbigliamento che le aziende producono.

Ogni volta che si aderisce, una e-mail viene inviata alle case di moda, con la quale viene chiesto di cambiare le proprie politiche aziendali.

Una goccia, ma il mare è fatto di gocce!  

 

Di Cristiana Calilli

Cento per cento Mamma

Nelle ricorrenze religiose - Battesimo, Comunione e Cresima per quanto riguarda i bambini - è tradizione regalare agli invitati un ricordo della giornata, una bomboniera con la quale si ringrazia della presenza e della vicinanza in un momento importante per la famiglia.

L'origine di questa tradizione è antecedente al XVIII secolo, periodo di comparsa della parola francese "bombonnière" (=porta bon bon).

Da sempre la valenza era di buon auspicio, benaugurale.

Anche i bambini più piccoli possono, con il nostro aiuto, realizzare un oggetto da regalare alla festa del papà. L'attività che proponiamo ai piccoli deve essere di breve durata - la loro concentrazione si mantiene per un tempo molto limitato - e alla loro portata come livello di difficoltà. Dal web ecco una serie di progetti per i bambini sotto i 3 anni:

La festa del papà è l'occasione per far realizzare ai bambini un oggetto con le proprie mani. L'idea di aver creato dal nulla un manufatto, che il papà apprezzerà e terrà con sé, riempie i bambini di orgoglio.

Se non avete ancora pensato a qualcosa, potete guardare la nostra raccolta di 10 portapenne fai da te per la festa del papà e la raccolta di 10 lavoretti per la festa del papà. O ancora, potete scegliere di realizzare il disco orario a forma di pesce per l'auto, seguendo il nostro video:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.