Rimedi naturali e fitoterapia: come usarli sui bambini

Rimedi naturali e fitoterapia: come usarli sui bambini

L'utilizzo di rimedi naturali e fitoterapici può essere un valido alleato con i bambini.

La conciliazione maternità-lavoro è impossibile

La conciliazione maternità-lavoro è impossibile

Parliamo di parità di diritti tra uomo e donna.

Venerdì, 19 Febbraio 2016 00:00

Come far rispettare le regole di casa ai bambini

Le regole di casa spiegate ai bambini Le regole di casa spiegate ai bambini

Quandi i bambini sono piccoli è bene condividere con loro le regole di casa.

Ogni genitore affronta ogni giorno piccole e grandi sfide con i propri figli, ecco perchè abbiamo pensato ad alcuni articoli aiuta-mamma. Attraverso spunti e suggerimenti, Silvia Colombini ci guida a scoprire piccole strategie per facilitarci la vita. Dopo i suggerimenti per un neonato che non ama farsi il bagnetto oggi vediamo come trasmettere le regole di casa ai bambini fin da quando sono molto piccoli.

***

Partiamo da un semplice presupposto. Le regole devono avere un senso, uno scopo utile, una motivazione precisa. Altrimenti non saranno mai rispettate nè fatte rispettare. “Lavati le mani prima di mangiare!”, “Hai lavato i denti prima di andare a letto?”, “ti ho detto di mettere a posto le scarpe quando te le togli”... Queste sono le tipiche frasi di chi ha perso un po’ la bussola e non ce la fa più. Questa sono io alle prese con i miei figli!
Parole al vento, ripetute all’infinito, come una tiritera continua, come fossero il normale sottofondo musicale della nostra esistenza.
Nulla di più snervante ed inutile.
Prima di arrivare all’esaurimento, è meglio correre ai ripari o giocare di prevenzione.

  • Parola d’ordine: organizzazione.
  • Strategia d’azione: patti chiari e amicizia lunga
  • Strumenti utili: disegni ed oggetti strategici

Parliamo chiaro coi nostri figli, man mano che crescono e man mano che si confrontano con certe dinamiche quotidiane. Un neonato non si lava le mani prima di poppare. Ma un bimbo di 9/10 mesi potrebbe farlo.

Siate voi per primi a organizzarvi per tempo e dare delle routine chiare e ben riconoscibili al vostro piccolo. Le imparerà senza accorgersene. Le vedrà da voi. Le darà per scontate. Quando poi sarà un po’ più grandino spiegategli il perchè di certe cose e fategli notare le conseguenze delle azioni non rispettate.

E poi, appunto, organizzatevi con strumenti e strategie chiare:

Una casa su misura

Organizzate spazi adatti al vostro bambino e cercate di renderlo autonomo nella gestione delle sue cose. come Montessori insegna, costruite una casa a misura di bimbo. Se volete che si lavi le mani prima di mangiare fate in modo che possa farlo da solo.
Organizzategli uno sgabello vicino al lavandino, oppure una piccola toilette nel bidet. Sapone facile da prendere (esistono erogatori automatici molto utili e “divertenti” da usare) e un asciugamano personale a portata di mano.
Mettete un gancio appendiabiti ad altezza bimbo, riservategli uno scaffale in basso nella scarpiera di famiglia, sistemategli la cameretta o lo spazio gioco in modo tale che sia per lui facile riordinare da solo.

Come ricordare le regole ai bambini

Un’altra cosa molto utile sono i disegni promemoria con le regole principali. Su internet ne potrete trovare tantissimi, ma la cosa migliore sarebbe crearli insieme a lui. Disegni in formato A5 (ad esempio) con l’immagine delle principali regole di casa, come quella appunto di lavarsi le mani, sistemare i giochi, lavarsi i denti etc.., colorateli insieme, e , possibilmente plastificateli. In questo modo dureranno a lungo e potranno essere appesi nei posti più adatti (vicino al lavandino in bagno, sulla porta della cameretta...). Ogni volta che andiamo in bagno il bambino vedrà il disegno e si ricorderà quello che deve fare e sarà invogliato a farlo.

Potete prendere esempio dal cartellone del mattino che con semplici segnaposto si può anche trasformare in un gioco da fare insieme.

Una volta che il vostro bambino è diventato più grande può essere utile passare dai disegni ai biglietti sparsi per casa o ai “decaloghi” appesi alla porta della cameretta. Ovviamente è indispensabile idearli, condividerli e sottoscriverli insieme.

 

di Silvia Colombini

 

Immagine: Family drawing on Shutterstock

Silvia Colombini

Educatrice, Consulente in allattamento IBCLC, mamma

Sito web: www.latte-materno.com

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.