Bimbi e svezzamento: cura, attenzione, rispetto ed esperienza

Bimbi e svezzamento: cura, attenzione, rispetto ed esperienza

Durante il periodo di svezzamento dei bambini: scegliere bene, fidarsi di loro e aiutarli a sperimentare.

Inseguire i propri sogni si può anche da grandi

Inseguire i propri sogni si può anche da grandi

QVCNext l'azienda che sostiene i progetti imprenditoriali.

Venerdì, 13 Marzo 2015 06:16

Pavor Nocturnus: esperienza di una mamma medico

Pavor nocturnus Pavor nocturnus

Pavor Nocturnus: bambini terrorizzati di notte. Cos'è, cosa fare e un'esperienza.

Cos'è il pavor nocturnus

Il pavor nocturnus è anche denominato: disturbo da terrore nel sonno. 

Avviene durante il sonno, in maniera improvvisa e inaspettata. Nella prima metà della notte, il bambino si solleva dal letto. Piange ed urla come in preda al terrore e non sembra reagire ad alcun richiamo dei genitori. Di solito ha gli occhi sbarrati ma non vede chi ha di fronte. Altre volte, può restare con gli occhi chiusi. Se si tenta di "consolarlo", invece di calmarsi reagisce con maggior terrore.

Non è un incubo ed è molto diverso dal sonnambulismo: è una vera e propria crisi di terrore che si verifica nelle fasi 3 e 4 del sonno non-REM (cioè quando il bambino passa da una fase di sonno profondo ad una di sonno leggero, dove inizia a sognare). Il bambino, anche se sembra sveglio, in realtà non lo è e per questo non reagisce agli stimoli ambientali. Nella maggior parte dei casi  la mattina dopo non ha più memoria dell'accaduto.

L'attacco di pavor nocturnus si può manifestare nei bambini generalmente sotto i 5 anni, ma può verificarsi fino ai 12 anni, più frequentemente si manifesta tra i 2 e i 5 anni e pare colpisca dal 3 al 10% dei bambini, più frequentemente maschi. Nel caso degli adulti il pavor nocturnus è raro ed in genere è la conseguenza di esperienze fortemente traumatiche.

Durante una crisi di pavor, spesso il bambino presenta sudorazione eccessiva, tachicardia, rigidità muscolare, pupille dilatate durante tutta la durata dell'attacco. Dopo la crisi, il bambino si rilassa e riprende a dormire.

La crisi di pavor può durare da pochi minuti ad oltre mezz'ora. Sembra che gli attacchi abbiano durata più lunga in base alla fase di sonno profondo che precede la crisi. Dunque più tardi durante la notte si presentano, più lunghi sembrano essere.

Cause

Il pavor nei bambini non ha alcun significato patologico, né alcuna causa patologica, né alcuna conseguenza immediata o negli anni successivi.

Pur non essendovi chiarezza sulle cause, si ritiene che le crisi possono essere legate a situazioni o esperienze non apparentemente traumatiche, ma che evidentemente hanno sul bambino un impatto, oppure possono essere situazioni facilmente identificabili come fonti di stress. Ecco alcune cause associate al pavor:

  • stimolazioni sonore o luminose durante il sonno;
  • situazioni che hanno generato stress;
  • distensione vescicale (vescica piena);
  • ipertrofia o vegetazioni adenoidee (comunemente identificate come: adenoidi);
  • febbre;
  • alterazioni dell'equilibrio idro-salino (carenza di sali minerali quali ad es.: potassio, sodio, calcio, magnesio, etc.);

 

Una mamma, medico, racconta l'esperienza di pavor con il suo secondogenito di 3 figli

Valerio è il mio secondo figlio. La sorellina piccola di Valerio è nata il 16 novembre, quando lui aveva quasi cinque anni ed è nata in casa di notte.
Valerio l'ha conosciuta la mattina, al risveglio. Quando l’ha vista ha sorriso con tenerezza, ma è rimasto in silenzio e non l'ha toccata. E’ andato a svegliare la sorella più grande che ha subito riempito la nuova arrivata di carezze e di baci. Solo allora Valerio si è deciso a darle un timido bacio e, sorridendo, si è infilato nel letto accanto a me.

Il 21 dello stesso mese, 5 giorni dopo, mentre eravamo tutti a letto, verso le 22.30, dalla camera di Valerio sentiamo arrivare un urlo di terrore.
Mio marito è scattato dal letto ed è corso a vedere cosa fosse successo. Io sono corsa dietro col cuore in gola.

Valerio urlava. Sembrava avesse male da qualche parte, gli occhi sbarrati, le guance bagnate di lacrime.
Continuavamo a chiadergli: “Che succede?!”, “Cosa ti fa male??” Ma lui sembrava non ci sentisse nemmeno.
Urlava parole sbiascicate, senza senso.
Io tremavo. Non sapevamo cosa stesse succedendo a quel piccolo che continuava ad urlare in preda al terrore.

La crisi è durata alcuni minuti che ci sono sembrati un’eternità, poi si è calmato e riaddormentato in braccio al papà.

La sera successiva: stessa cosa. E ancora la sera dopo.
Valerio cominciava ad urlare entro 2 ora dal momento in cui si era addormentato, sudato fradicio, tremante, freddo, ci guardava senza vederci, una sorta di sonnambulismo.
Passati 2-3 minuti si riaddormentava tranquillo fino alla mattina dopo, quando non si ricordava di alcun incubo.

 Una sera cercando un modo per rilassarlo, cominciata la crisi l’abbiamo messo di fronte ad un cartone animato e in pochi secondi si è calmato. 
Da quella sera avevamo sempre pronto il telecomando.
Così la crisi si riduceva notevolmente di tempo, era quasi istantaneo: cominciava a urlare, accendevamo il televisore: tra 10 e 40 secondi circa si risvegliava. 
Dopo qualche minuto era lui a chiedere di tornare a dormire, tranquillo e assonnato.

Piano piano le crisi si sono diradate.

Per migliorare la situazione abbiamo cominciato a prendere delle accortezze:

  • Stavamo attenti a non coprirlo troppo nella prima fase del sonno, quando tendeva a sudare molto.
  • Stavamo attenti a che respirasse bene facendo dei lavaggi del nasino con fisiologica prima di dormire in caso di raffreddore e facendo attenzione a che non assumesse posizioni strane durante il sonno, braccine o corpicino storti, viso sul cuscino.
  • ho cominciato a dargli degli integratori di sali minerali

Parlando con altre mamme ho notato che è una cosa molto frequente nei bambini maschi di 4-5 anni.
I bambini di amiche che ne hanno sofferto erano, forse per caso, bambini tranquilli come Valerio.

Non so se le caratteristiche caratteriali di un bambino possono renderlo più o meno incline al pavor, ma ho pensato di descrivervi com'è Valerio.

Valerio è un bambino tranquillo, delicato nei modi, per fare un esempio: se chiedo "Valerio, vuoi un po’ di prosciutto?” e magari lui non ne vuole, pur di non dire di no, rispondendo con un rifiuto, dice “Lo mangio dopo”.
Non esprime facilmente le sue emozioni “negative” per non far rimanere male l'interlocutore.
Non so se questo c’entri.

Rispetto alla nascita della sorella, Valerio non ha mai manifestato alcun sintomo di gelosia nei confronti della nuova sorellina. Nessun capriccio, nessun pianto o nervosismo. Però le crisi di pavor sono cominciate dopo neppure una settimana dalla sua nascita.

All’inizio queste crisi ci spaventavamo molto. Poi è diventata una cosa che affrontavamo senza paure e hanno dato vita ad una specie di routine serale...

A distanza di due mesi Valerio forse ha elaborato il nuovo assetto familiare. Ora dorme sereno tutta la notte e anche se stiamo attenti a non coprirlo troppo non ha più avuto quegli strani risvegli. E’ contento della sorellina e la ricopre di baci e di tenerezza.

Cose che facciamo di routine per prevenire gli attacchi o fronteggiarli:

  • Laviamo il nasino con fisiologica
  • Aspettiamo che si addormenti e lo scopriamo monitorando la sua temperatura, stando attenti a non farlo sudare. Dopo 90-120 min dall’addormentamento lo ricopriamo tranquillamente.
  • Evitiamo che assuma posizioni in cui sia più difficoltoso respirare: pancia sotto, visino sul cuscino...
  • Appena inizia ad urlare lo prendiamo in braccio e lo portiamo fuori dalla stanza dove dormono le sorelline (una volta la grande si è svegliata sentendolo urlare...e si è spaventata tanto)
  • Evitiamo di svegliarlo scuotendolo o abbracciandolo forte: si potrebbe spaventare di più. Se necessario gli parliamo con voce calma e rassicurante.
  • Accendiamo il televisore con un film d’animazione o, quando non siamo a casa nostra, il telefono dove abbiamo registrato 3 minuti di film
  • Evitiamo di parlargliene il mattino dopo per evitare che si impressioni o si spaventi.

Voi che esperienza avete avuto?

di Francesca Siliquini

 

Francesca

 Medico radiologo, moglie e mamma di tre.
Appassionata di natura e autoproduzioni, ama dipingere, creare e la vita all'aria aperta.

 

Video

Aggiungi commento


Commenti   

+2 # Claudia 2015-09-01 05:40
La mia bambina ha quasi tre anni e ha iniziato ad avere questi " attacchi" più frequentemente da alcuni mesi. I consigli letti sono preziosi, proverò a metterli in pratica sperando che passi come è capitato al piccolo Valerio.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # bs GenitoriChannel 2015-09-02 16:35
Claudia, speriamo di esserti state utili.
C'è qualche evento, qualche variazione nella vita della tua bimba che potrebbe aver causato questi pavor? Nel caso di Valerio, il bimbo dell'articolo, gli attacchi sono avvenuti dopo l'arrivo della sorellina, anche se lui è amorevole e non è geloso di lei...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # Claudia 2015-09-01 05:40
La mia bambina ha quasi tre anni e ha iniziato ad avere questi " attacchi" più frequentemente da alcuni mesi. I consigli letti sono preziosi, proverò a metterli in pratica sperando che passi come è capitato al piccolo Valerio.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # Mammadileo 2015-09-09 06:36
Grazie per la tua testonianza.
Leonardo ha 2 anni e 4 mesi .
E da quando e'nato il fratellino giulio di 4 mesi ha iniziato con qst crisi.
Si alternano a notti serene e a notti con il pavor.
Solo stanotte che sono andata su internet ho capito che era questo il suo tipo di disturbo.
Anche io qualche volta gli ho comunque acceso i cartoni animati.. Pero'poi abbiamo ritardato il riaddormentarsi , e soprattutto mi viene da chiedere, ma e'il caso di prenderli in braccio?
Perche'e'fortemente consigliato di non toccarli mai.
Anche noi a volte lo abbiamo magari nel letto e oltre a svegliare noi genitori spaventa il fratellino che dorme nella culletta.
Diciamo anche per noi sarebbe meglio portarlo fuori dalla stanza in braccio.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+3 # Francesca 2015-09-21 08:01
Citazione Mammadileo:

Perche'e'fortemente consigliato di non toccarli mai.


Ciao MammadiLeo,
è sconsigliato toccarli perché si corre il rischio di spaventarli di più.
Nel tuo caso il rischio è anche quello di svegliare la piccola per lo spavento e a quel punto avresti due creature terrorizzate e la situazione si complicherebbe un po' troppo. Cerca di prendere Leonardo in braccio parlandogli con voce calma, movimenti lenti e mantenendo il tuo respiro regolare e profondo. Mettilo sul divano della sala e tieni pronto un film che a lui piace. E auguri x la nuova arrivata!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Rosa 2015-09-18 23:11
Ciao la tua testimonianza mi da conforto in una situazione che a differenza tua e di tuo marito io non riesco a gestire con mio marito.Francesc o ha 5 Annie da i primi giorni di giugno quasi tutte le notti gli succede questo fenomeno chiamato pavor notturno che ignoravo fino a poco tempo fa quando la pediatra me ne iniziò a parlare...Franc esco è un bambino attivo sensibile intelligente... Io mi sento scoraggiata... Poco fa l ho trovato in piena ad una crisi che urlava e camminava nella sua stanza...mi fa paura ogni volta che succede...la crisi dura pochi minuti poi quando do la mano o lo accarezzò senza svegliarlo xke apparentemente sembra sveglio ma invece dorme...si tranquillizza nel lettone di mamma e papà...spero che passi presto grazie x la testimonianza
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # bs GenitoriChannel 2015-09-21 08:08
Cara Rosa,

capisco che sia destabilizzante e tremendo per un genitore affrontare questi attacchi.
Pensa al fatto che tu sei l'adulta, quella che è lì per considerare la situazione con lucidità e aiutare tuo figlio.
Quando il bambino ha gli attacchi di pavor, cerca di razionalizzare il fatto che tu sei lì per aiutarlo portando calma e dolcezza.
Hai provato a vedere se funziona fare le cose che Francesca ha sperimentato per affrontare e prevenire le crisi di suo figlio?
Magari c'è qualcosa nella routine familiare che è cambiata da giugno e che Francesco nel suo subconscio vive con timore, forse questi attacchi sono il modo che ha per esternarli e per superare le sue paure.
Cerca di stargli vicino con dolcezza e tranquillità, non con ansia. Non parlare del problema davanti a lui come se tanto non capisse o non sentisse.
Facci sapere come sta andando e se qualcosa che hai sperimentato ti sembra lo aiuti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # MICHELA 2015-09-28 09:15
CIAO, GRAZIE PER LA TUA TESTIMONIANZA. ANCHE IO SONO UNA MAMMA MEDICO, PER DI Più PEDIATRA, MA VI ASSICURO CHE AFFRONTARE QUESTE CRISI NON è FACILE E ANGOSCIA ANCHE TANTO...MIA FIGLIA MARTA HA QUASI 2 ANNI E HA INIZIATO AD AVERE QUESTE CRISI DA CIRCA 4-5 GIORNI.PRIMA ERANO MOLTO PIU LUNGHE PERCHè CERCAVAMO DI PARLARLE E FARCI SPIEGARE COSA SUCCEDEVA, MA DA QUANDO LA COCCOLIAMO SUL DIVANO FACENDOLE VEDERE UN CARTOONE, DOPO 15 MINUTI SI RASSERENA E SI ADDORMENTA. IN QUESTI GIORNI SBAVA ANCHE TANTO PER CUI AVEVAMO IL DUBBIO CHE AVESSE ANCHE MALE ALLE GENGIVE MA LE CRISI ERANO TROPPO DRAMMATICHE E LA TACHIPIRINA O IBUPROFENE NON DAVA TROPPO BENEFICIO. QUESTE CRISI SI MANIFESTAVANO ANCHE PRIMA DI ADDORMENTARSI COME SE AVESSE PAURA DI QUALCOSA...NON SO SE HA FATTO QUALCHE SOGNO CHE LA HA IMPAURITA E ORA HA PAURA DI RIAFFRONTARLO. L'UNICO CAMBIAMENTO CHE HA AVUTO è STATO L'INIZIO DEL NIDO, A CUI PERò ANDAVA ANCHE Già L'ANNO SCORSO...IL CAMBIO DELLE MAESTRE Può INFLUIRE?
GRAZIE PER AVERMI ASCOLTATO, ANCHE SOLO PARLARNE Dà SOLLIEVO..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Barbara Siliquini 2015-10-01 09:36
Michela,
è davvero difficile indovinare cosa possa spaventare la piccola. Quello che sembra evidente in questi bambini che affrontano il pavor è che a livello cosciente non c'è nulla che li turbi, ma evidentemente i cambiamenti "normali" che affrontano nel quotidiano, portano a galla delle inquietudini e queste emergono sotto forma di pavor nocturnus.
Sia il rientro al nido che il cambio di maestre potrebbe attivare queste manifestazioni.
Penso che oltre a comportarsi con calma quando accadono, cercando di catturare la sua attenzione (come proponendole un cartoon), l'unica medicina siano le coccole, ricordare ai bimbi che li amiamo, che ci siamo per aiutarli ad affrontare le loro difficoltà.
Per noi genitori è utile ricordare che sono momenti difficilissimi, ma non pericolosi per loro.
Grazie per aver lasciato anche la tua testimonianza, credo che poter leggere di altri che passano per la stessa situazione, capire come si sentono e cosa hanno provato a fare sia di grande utilità per altri genitori.
bs di GenitoriChannel
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # andrea 2015-10-14 12:00
Buongiorno anche il mio bambino Samuel di 5 anni appena compiuti ieri sera intorno alle 22.30 si è svegliato urlando con gli occhi semi aperti ma si capiva che lo sguardo era assente, nn rispondeva alle nostre domande dopo circa 10 12 minuti che in braccio a me accarezzandolo e dicendogli che era tutto apposto che c'era papà li con lui ha chiuso gli occhi si è rilassato ed addormentato.Qu esta è la seconda volta che succede a distanza di un paio di mesi è quindi preoccupato dall'accaduto ho cercato oggi in internet trovando i sintomi simili al pavor notturno l'unica cosa che samuel durante la crisi sembra avere spasmi muscolari o un tremore molto forte che nn ho letto negli altri casi qui descritti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # francesca 2015-10-14 15:26
Buongiorno Andrea, anche mio figlio Valerio presenta forti tremori con pelle d'oca, come se avesse molto freddo...è un'altro dei sintomi comuni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2015-10-29 16:40
Buona sera.
Ho un bimbo di 4 anni e mezzo che soffre di pavor da circa 2 anni e riconosciuto come tale solo da un anno.
Faccio anch'io tutte queste cose prima di metterlo a letto. Purtroppo però non sono a conoscenza del motivo scatenante, la sua sorellina è nata solo 15 mesi fa e lui già ne soffriva. Non frequenta l'asilo, però é un bimbo molto sensibile ed emotivo.
Vorrei adottare il metodo dei cartoni animati durante le crisi, perchè io per ora non lo tocco durante le crisi, mi limito a parlargli a bassa voce, ma stanotte é durata quasi 20 minuti. In più la sorellina è ancora allattata e di notte si sveglia anche ogni ora a volte.
Ma voi accendete la luce della camera? Io uso solo la lucetta notturna. Per non spostarlo dal letto potrei fargli vedere i cartoni dal cellulare? E poi come glielo spiego se la mattina dopo si ricorda che ha visto i cartoni durante la notte?
Grazie a tutti!

Ps: é vero che è ereditario? È quindi più facile che ne soffrirà anche la sorella? A che età passa più frequentemente?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Francesca 2015-10-30 07:45
Cara Lorena,
noi lo spostiamo e lo mettiamo in una stanza con la luce accesa.
Per i cartoni va bene anche il cellulare, vedrai che non ricorderà nulla la mattina.

Può essere familiare (ereditario) ma in genere ne soffrono di più i maschietti.

Ricordati di non coprirlo troppo nella prima ora del sonno.

Sarebbe interessante sapere con che frequenza vengono gli attacchi, tutte le notti da due anni?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+2 # Lorena 2015-10-30 08:34
Buongiorno. Quando era più piccolo succedeva più spesso, quando ha frequentato l'asilo per due mesi succedeva tutte le notti, per questo non lo mando più.
Adesso dipende, è matematico che gli prenda se ha la febbre. Altrimenti circa ogni 10 giorni, ma a volte ne sono passati anche 30. Lui si addormenta da solo quindi cerco sempre di piegargli indietro le coperte in modo che non si possa coprire troppo.
Lui deve sempre fare il riposino nel pomeriggio, altrimenti gli succede anche 2 o 3 volte nella stessa notte.
A che età passa più frequentemente?
Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # bs GenitoriChannel 2015-11-26 08:47
Ciao Lorena, mi spiace che non ti abbiamo dato risposta prima...
Valerio, il bambino di cui parliamo nell'articolo aveva 5 anni quando ne abbiamo parlato. Alcune indagini dicono che è diffuso tra i 3 e i 10 anni.
Da mamma e osservatrice, mi pare di notare che accade a bambini che sono apparentemente tranquilli e remissivi, è come se fosse un modo per loro per sfogare un disagio ed è come se loro non volessero avere nulla a che fare con la soluzione del problema. Cioè: alcuni bambini che hanno un temperamento collerico, sfogano il disagio con momenti di rabbia, trovando ogni pretesto per litigare con i genitori, altri trovano uno sfogo "inconsapevole" durante il sonno.
Prendi questa come una riflessione a voce alta, perché non ho alcuna base scientifica per dirlo e potrei sbagliarmi.
Il disagio che i bambino manifesta con il pavor spesso è davvero legato ad una sua percezione del tutto personale, cioè non ci sono situazioni familiari di tensione, o di incomprensione, etc. Quindi appare ancora piu' difficile aiutarli. Probabilmente sarebbe utile trovare delle forme espressive per lui confacenti: esempio dei laboratori espressivi di arte, o dei laboratori corporei, cioè attività specificatament e pensate per aiutare il bambino ad esprimersi in modo non verbale, ma non sono laboratori facili da trovare...

Due consigli pratici:

Nei periodi in cui il disturbo si presenta regolarmente, si consiglia di svegliare il bambino c.a un quarto d'ora prima dell'orario in cui si verifica il pavor (che in genere si manifesta dopo 2 ore dall'addormentamento).

Una cosa che proverei è dargli del magnesio, che è un minerale importante e che ha un ruolo nella trasmissione tra le cellule nervose... però anche in questo caso è un'intuizione, non il frutto di una ricerca.

Facci sapere se trovi qualcosa che funziona.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Anastasia 2015-11-05 03:47
Buongiorno.mio figlio ha 10 mesi.e ha di questi attacchi. Questa notte mi sono spaventata moltissimo.in più sono sola in casa perché mio marito da due settimane lavora in un altra regione.
Ma non trovo nessuna correlazione nei lattanti ovunque dicono che si manifesta intorno ai due anni.
Che ne pensa?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-3 # Franca 2015-11-09 21:41
Mio figlio, 3 anni, si sveglia da ormai un anno tutte le notti intorno alle 22, circa un'ora dopo essersi addormentato. Se nn interveniamo subito prendendolo in braccio si fa la pipi addosso. Lo portiamo nel lettone e dorme Pacifico fino a mattina. Suo fratello che ha 5 anni non ne ha mai sofferto. Secondo me è dovuta a pressioni sociali vissute in asilo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2015-11-10 14:40
WOW Franca, questa tua sensazione sull'asilo mi ha messo un macigno sul cuore........
ho visto tante mamme avere delle situazioni spiacevoli a scuola e aspettare a cambiare sezione o scuola per paura di sradicare il bambino dagli amici, ma posso dire che tutte, ex post, avrebbero rivisto la loro decisione. Hai provato a pensare di cambiare sezione, se cambiare scuola o situazione è improponibile?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # sandro 2015-11-14 08:46
salve
sono qui perche' ho anchio questo problema,La bimba 6 anni mai avuto problemi del sonno (certo se non avessimo internet andremmo al manicomio)e' iniziato tutto dopo una febbrona di 3 4 giorni (influenza) e somministrazion e di antibiotico. ma va' detto che quest' anno ha cambiato maestre ed e' passata dall asilo alle elementari con una maestra un po' distaccata rispetto a quelle dell asilo...puo' essere questo un "trauma" ...ma noto che spesso oltre cambiamenti c'e' spesso la febbre. forse carenza di sali minerali...boh! ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2015-11-15 19:58
Ciao Sandro,
In effetti quando i bimbi hanno la febbre alta, vanno in carenza di sali minerali come il magnesio. Il magnesio ad esempio si dà per evitare le convulsioni febbrili e una sua carenza potrebbe darsi che faciliti le crisi di pavor.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2015-11-25 16:20
Ho già scritto la mia esperienza con mio figlio, ma non ho avuto una risposta alla mia domanda. Vorrei sapere a che etá scompare più frequentemente? Grazie! Buona serata!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Lorena 2015-11-26 09:12
Mio cugino di terzo grado ne ha sofferto da 18 mesi a 7 anni e mezzo. Ora ha 40 anni e mia zia ha scoperto di cosa soffriva solo quando le ho parlato di Ares. Ares quando ha la febbre e si sveglia al pomeriggio dal riposino ha le allucinazioni, vede cose che non ci sono. Il magnesio quando dovrei darglielo? La prossima volta che ha una crisi vorrei provare a fargli vedere i cartoni animati sul cellulare. Purtroppo a lui non viene sempre alla stessa ora, quindi non posso calcolare i 15 minuti precedenti. Ma se non è dato da un evento particolare traumatizzante ma solo dal suo carattere (molto emotivo e sensibile) passerà molto più in là nel tempo??
Grazie! Buona giornata!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2015-11-26 10:40
Lorena, pare che il pavor abbia una familiarità.
Dicono che le crisi arrivino dopo circa 2 ore dall'addormenta mento. Tu non riscontri questa cosa?
Non dico che non sia dato da un evento traumatizzante, probabilmente c'è qualcosa nella sua routine che lo ha colpito, una cosa che noi con la nostra sensibilità non reputiamo grave, ma che lui subisce.
Io non so rispondere alla tua domanda su quando passerà e se sarà più lungo.
Per il magnesio, puoi provare con il magnesium supremo (lo trovi in farmacia) e glielo dai durante il giorno per qualche giorno secondo le dosi consigliate.
In che città o regione vivi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Lorena 2015-11-26 12:01
Noi siamo del Piemonte prov. Novara.
Ho provato a pensare a cosa possa averlo scatenato, ma nel corso dei 2 anni sono cambiate molte cose eppure ne soffre ancora. Ho dato la colpa al fatto che avevo trovato un lavoro part time piùo meno in quel periodo, ma ho lavorato solo 8 mesi. Eravamo andati ad abitare in un appartamento dove non poteva giocare come voleva, ma ora abbiamo una casa indipendente con cortile e gioca come e quando vuole. Andava all'asilo, ma ha frequentato solo 2 mesi e poi non l'ho più mandato. È arrivata la sorellina, ma ne soffriva già. Non capisco davvero.
Ho sentito dell'ereditarie tá e temo per la sorella, anche se ha un carattere opposto a quello del fratello...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2015-11-26 12:01
Noi siamo del Piemonte prov. Novara.
Ho provato a pensare a cosa possa averlo scatenato, ma nel corso dei 2 anni sono cambiate molte cose eppure ne soffre ancora. Ho dato la colpa al fatto che avevo trovato un lavoro part time piùo meno in quel periodo, ma ho lavorato solo 8 mesi. Eravamo andati ad abitare in un appartamento dove non poteva giocare come voleva, ma ora abbiamo una casa indipendente con cortile e gioca come e quando vuole. Andava all'asilo, ma ha frequentato solo 2 mesi e poi non l'ho più mandato. È arrivata la sorellina, ma ne soffriva già. Non capisco davvero.
Ho sentito dell'ereditarie tá e temo per la sorella, anche se ha un carattere opposto a quello del fratello...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Mario 2016-01-18 03:09
Mio figlio Francesco di 4anni e mezzo e'la seconda notte che verso le 3 inizia a tremare nel letto accusando forti brividi di freddo che non passano nemmeno coprendolo ed accendendo aria calda....chiede di bere,cosa che gli riesce a fatica a causa del tremore....dopo circa 15minuti gli passa e poi si addormenta con respiro affannoso....
Premetto che e un bambino molto sensibile ed intelligente e che purtroppo 5mesi fa' e' venuta a mancare la sua adorata MAMMA alla prematura eta' di 35anni.
Dopo aver letto questi post sono piu tranquillo...
Grazie per questo prezioso contributo.
Mario
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # bs GenitoriChannel 2016-01-18 12:33
WOW Mario... tu e Francesco state affrontando una cosa davvero grande e difficile... grazie di averci scritto.

Quello che avete affrontato e state vivendo è davvero una fase che merita un grande sostegno, spero che abbiate trovato entrambi qualcuno che vi aiuti a far emergere tutte le emozioni. Senz'altro tuo figlio ne ha molto bisogno, specie essendo il bambino sensibile che descrivi.
La perdita della mamma da bambini è forse una delle prove più dure, nessun altro lutto è paragonabile.
Io avevo fatto con i miei bambini un lungo lavoro quando morirono i nonni (cosa non comparabile a quanto vive Francesco), e all'epoca avevamo scritto questo articolo che voglio segnalarti perché magari può fornirti qualche spunto:
genitorichannel.it/.../...

In quel periodo avevo preso in biblioteca diversi testi su come affrontare il lutto, mi erano sembrati molto ben fatti e tiravano fuori punti di vista su come i bambini possono vivere il nostro modo id trasferirgli i messaggi in modi che non penseremmo.
Mi pare che uno interessante fosse questo:
www.amazon.it/.../8887507473

Forse a francesco potrebbe far bene una qualche forma di terapia o attività che lo aiuti a tirare fuori le sue emozioni e a legittimare ciò che sente. Gli steineriani ad esempio lavorano molto con l'arte e la manualità. Ma magari una psicologa preparata su questo tema e sull'infanzia potrebbe sostenervi.
Un grande abbraccio e noi siamo qua se possiamo aiutare in qualsiasi modo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Mario 2016-01-18 21:22
Grazie di cuore....
E' durissima ma ce la faremo...
ce la mettero' tutta per il piccolo Francesco, anche se la Mamma e' insostituibile. ....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # bs GenitoriChannel 2016-01-19 07:55
Ce la farete Mario:
Francesco ora ha un angelo custode molto potente che gli starà affianco per la vita.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Jessica 2016-03-08 09:17
Ciao,mi rassicura che ci sono altri casi come il mio. Lorenzo ha 18 mesi e ha manifestato questo problema da un paio di mesi. L unica cosa che posso pensare sia cambiata in quanto non frequenta il nido è mio rientro a lavoro solo mezza giornata. Lo tiene a vokte il papà oppure un amica con il quale sta volentieri ma appena la vede quasi tutti i giorni piange forse xche' collega il fatto che vado via x un po'. Non parlando ancora è difficile spiegare che vado poi torno ma spesso quando la vede o arriva qualcuno fa così. Dammi x favore un consiglio sul come fargli capire la cosa. Secondo te ne devo parlare con la pediatra? Queste crisi le ha circa dopo un ora o due da quando dorme ma a volte aanche la notte. Anche due tre crisi a sera.tutto questo mi terrorizza e pensa che tutti mi hanno sempre detto denti mal di pancia o male in genere ma in effetti quando ho provato a prenderlo su x fargli capire che c ero urlava di oiur quansi senza vedermi inarcando la schiena rigido. Cosa consigli?si guarisce di questo?grazie se mi risponderai x mail
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-03-08 09:32
Ciao Jessica,
è possibile che tuo figlio sia molto sensibile e esprima il suo disagio di non averti più sempre con lui in questo modo.
Non ci sono ricette provate che aiutano a superare questo problema.
Per alcuni con i bambini piu' grandicelli, funziona provare a fargli guardare un video di un cartone animato in tv o sul cellulare, questo forse riesce a focalizzare la loro attenzione su qualcosa di rassicurante.
Un'altra cosa che funziona per alcuni è non farlo dormire troppo al caldo.
Immagino quanto sia difficile e destabilizzante.

Una cosa che puoi provare a fare è rassicurarlo che torni a prenderlo, dandogli dei riferimenti che lui possa capire, ad esempio: ora vai dalla tata, poi mangi la pappa, fai la nanna, giochi, mangi la merenda e quando hai finito la merenda mamma torna.

Guarda il nostro articolo su come fare con i bambini che vanno alla scuola materna per aiutarli quando li lasci, potresti trovare dei suggerimenti adatti a te, anche se non va alla materna, ma il tema è sempre quello del distacco e di come aiutarli: genitorichannel.it/.../...

Ricorda che il pavor non è una malattia e che ad un certo punto sparirà.

In bocca al lupo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Barbara 2016-03-12 08:57
Salve, la mia bimba ha 3 anni e sono tre notti di seguito che presenta questo disturbo (mesi fa forse si era manifestato una volta o due). Capita però più tardi rispetto alle due ore dall'addormenta mento. Siccome ha avuto la varicella(anche se in forma molto leggera), è una settimana che non va all'asilo e alla sera va a letto un po' più tardi verso le 21.30. Stanotte la 1° crisi è avvenuta all'1.30. Lei urla, singhiozza, si rigira, si dibatte, si toglie la coperta e si arrabbia se gliela rimetto... poi ha chiesto l'acqua e dopo che ha bevuto si è immediatamenta calmata, ha ripreso lei la copertina e si è riaddormentata. Alle 2.15 ha ricominciato, ho aspettato un po' (nel frattempo cercavo di limitarmi ad accarezzarla), poi le ho chiesto se voleva l'acqua, ha bevuto un goccio, le ho dato un pupazzino e si è riaddormentata; ma dopo 10 minuti ha ricominciato. L'ho lasciata fare e dopo poco che si girava e rigirava si è calmata e riaddormentata per tutta la notte (forse ha avuto un episodio brevissimo ancora che non ha richiesto neanche il mio intervento).
Mercoledì notte - che non avevo letto cosa potesse essere - mi sono spaventata moltissimo, continuavo a chiederle cosa non andasse, cosa le facesse male e lei stava seduta sul letto con gli occhi sbarrati senza rispondere, faceva solo versi o diceva parole incomprensibili . Siccome la notte stessa ha iniziato ad avere la diarrea ho pensato avesse problemi con la pancia, infatti poi si è svegliata, mi ha chiamata perchè la portassi in bagno, e pur addormentata (ma lucida) a mia domanda mi ha risposto che non le faceva male il pancino, nè nient'altro.
Lei al giorno è una bimba molto vivace, ma serena e sempre allegra. Quando va all'asilo (fa solo il mattino) non sta ferma un attimo, a casa gioca, guarda la tv, va avanti e indietro; ma forse una settimana di reclusione forzata - anche se non sembra - l'avrà stressata... Altrimenti non trovo spiegazioni visto che non si è verificata nessuna novità. A parte che mercoledì io sono uscita a cena (non accade mai) e quindi l'ha messa a letto suo papà invece di me, come accade praticamente sempre... ma col papà ha comunque un ottimo rapporto e prima che la mettesse a letto so che le ha letto le favole ed era allegra e tranquilla (sapeva che la mamma era uscita con la sua amica che anche lei conosce).
A casa tengo sempre il magnesio supremo, provo a darglielo?
Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # bs GenitoriChannel 2016-03-13 14:49
Barbara, come avrai letto, è difficile dare ricette sul pavor o capire da dove origina...

E' importante poter leggere le testimonianze di tanti genitori per capire le strategie tentate da ognuno, scambiarsi consigli e sentire di non essere soli.

Di sicuro il pavor è una circostanza non patologica e non crea conseguenze per il bambino, almeno su questo possiamo rassicurarci.

Hai provato, quando capitano queste crisi, ad usare i cartoni animati in video per catturare la sua attenzione e calmare la crisi. Alcuni genitori riescono a placare le crisi così.

Mi sento di dirti di non colpevolizzarti sul fatto di essere uscita, magari è successo qualche episodio all'asilo che l'ha sensibilizzata o colpita, magari qualcosa di lieve, che pero' lei ha percepito come importante. chissà...

Sul magnesio, io non sono un medico e non so dirti in quali dosi o come darglielo. Io lo do' ai miei figli quando hanno la febbre alta, dietro consiglio del medico, per prevenire le convulsioni e aiutarli a ristabilire i livelli di magnesio...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Barbara 2016-03-12 09:11
Per completezza, a riguardo dell'ereditarie tà, non so se possono essere collegati ma io saltuariamente ho avuto episodi "di disturbo" legati al sonno. Ora è un po' che non mi accade, ma mi è capitato in passato di svegliarmi in piena notte in preda a puro panico, a non sapere chi fossi e dove fossi... sensazione orribile, tipo sentirsi chiusa in una bara buia e senza ossigeno. La cosa finiva quando riuscivo ad accendere la luce e quindi tornavo cosciente. Alle volte mi sono ritrovata anche in piedi, in un episodio addirittura in un'altra stanza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # gaetano 2016-03-21 13:28
Anche mio figlio sono quasi 8 mesei che
questi attacchi,ha 7 anni e fin ad esso( prima di leggere quest'articolo) ,nesun medico mi a saputo dire con talmente facilita cosa avesse mio figlio riscontro tutti i sintomi che ho letto nell'articolo grazie non sopevo piu che cosa fare ora sto piu tranquillo in quando non ci sono conseguenze future passera'prima o poi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-03-21 13:49
Gaetano, siamo felici di poterti essere di sostegno con il nostro articolo e le testimonianze dei lettori.
Secondo te è accaduto qualcosa 8 mesi fa che può aver lavorato sulla sua sensibilità?
una nuova scuola/maestra una sorellina nuova, qualche cambiamento in famiglia...

Comunque tutti i testi parlano del fatto che il pavor, queste crisi notturne, sono prive di conseguenze per la salute del bambino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # gaetano 2016-04-02 08:25
Grazie per la risposta celere e scusa se non ho risposto subbito,
alla domanda se e cambiato qualcosa 8 mesi fa niente di particolare e stato quasi 20 giorni in vacanza dai nonni all'estero dove faceva quello che voleva.
invece quello che riscontro nei suoi incubi notturni che lui dice:
Gesu' scusa scusa mamma faccio il bravo non lo faccio piu'dopo qualche minuto di vanegiamento sempre con gli occhi aperti piange e dice mamma scusa ma non mi sento bene scusa.
noto che si scusa sempre con la mamma,pero io vedo che la mamma lo tratta meglio di me in casa sono io il piu duro la mamma gli permette tutto e piu acomodsnte con lui
GRAZIE A TUTTI PER LE VOSTRE TESTIMONIANZE .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-04-03 17:05
Gaetano... è molto curioso quello che dici. Grazie a te della tua testimonianza, come dicevo spesso poter leggere quello che succede ad altri è la cosa che più ci rassicura.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Andrea 2016-03-28 22:38
La mia bambina di 6 anni soffre da poco di questo disturbo. L'unica cosa che non ho riscontrato nelle altre testimonianze è che lei spesso durante l'attacco notturno vomita. Lei non si rende conto e si fa spogliare e pulire continuando a piangere e tremare farfugliando paroline, finché si calma e si riaddormenta. Ormai quando capita, cerco di portarla più in fretta che posso in bagno prima che rimetta, oppure lascio un secchio affianco al letto. Purtroppo non riesco a capire quali stress o traumi siano all'origine del problema. Saluti a tutti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Lorena 2016-03-29 06:07
#Andrea: Anche il mio bimbo di 5 anni a volte vomita. Ma dopo aver vomitato si calma, lo pulisco ecc... e al mattino a volte si ricorda che lo pulito a volte no. Però non ricorda l'accaduto. Ho provato varie cose per farlo calmare, dai cartoni animati sul cel alla sua musica preferita di una lampada ninna nanna, ma non cambia nulla, a lui deve passare da solo... ne soffre già da 2 anni e mezzo e spero di essere a metà strada...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Simonetta 2016-04-01 23:00
Salve la mia bimba 3 anni Sveva, si sveglia ormai da qualche mese tutte le sere sempre alallo stesso orario,la sua crisi dura fino a 40/minuti ha le caratteristiche del pavor così mi ha anche detto il neurologo,è assolutamente inconsolabile non vuole essere toccata ee presa in braccio e mi attacca dandomi schiaffi sul petto e sul viso se provo ad avvocinarmi, le do la melatonina ma non sembra sortire effetti rilassanti . sta diventando un problema grande anche per i vicino di casa che si sono lamentati perché lei urlamilto forte e ho provato a farle cambiare camera ma non ci sono riuscita . è veramente dura io cerco di non dire nulla da quando ho letto che è meglio non parlare ma ci sono state notti che in preda alla disperazione le ho gridato contro sentendomi subito dopo.grazie mille per le vostre testimonianze
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-04-03 17:13
Cara Simonetta,
mi spiace, le crisi di pavor sono davvero destabilizzanti per un genitore.
Prova a capire se qualcuno delle cose suggerite dai vari genitori aiuta la piccola: provare a mostrarle dei cartoni animati che lei trova rassicuranti, non coprirla troppo, se ti sembra che sudi quando ha queste crisi.

Io non le darei la melatonina, è una bimba piccola, il pavor non si cura e rischi solo di dare al suo corpo sostanze che lo confondono.

Riguardo al vicino di casa, credo che tu debba rilassarti, perché non vai a parlarci scusandoti in anticipo per il fatto che in questo momento la bambina vive questo disagio, che è normale e capita a molti bambini e non c'è nulla che tu possa fare.
Direi che il vicino può usare i tappi per le orecchie se quella notte deve essere sicuro di riposare, non si può certo chiudere la bocca ad una bambina. Lui non ha alcun diritto nè umano nè legale a pretendere nulla.

Riguarda alla tua reazione, noi mamme spesso reagiamo in modo sbagliato con i nostri figli, capita. QUello che puoi fare quando capitano queste crisi è ricordarti che tu la ami, faresti per lei qualsiasi cosa e il gestire la situazione con calma e senza l'ansia di quello che dicono i vicini è un dono prezioso che le stai facendo è che ora per lei è più importante di qualsiasi altra cosa.

In bocca al lupo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # antonella 2016-04-12 20:05
salve sono una nonna di un bimbo di 2 anni che da piu di un anno ha disturbi di sonno questo week and ha dormito da me ed ho potuto verificare che il suo disturbo e proprio come avete detto però i suoi incubi e pianti praticamente ogni ora è andato a letto tranquillo dopo avergli letto la favola un po allegra e si e addormentato tranquillamente ero convinta che avndo passato una giornata tranquilla dormisse altrettanto invece nulla mio marito aveva provato a prenderlo in braccio e nulla gridava piu forte con gli occhi chiusi per circa 30 minuti poi io con calma l ho messo a pancia in giu accarezzandolo e si e tranquilizzato i risvergli successivi erono meno con urla ma sempre lamentandosi con occhi chiusi non so proprio come poter aiutare mia figlia grazie comunque
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # antonella 2016-04-12 20:22
considerate che ha anche un'altra bimba di un anno e che iniziato a lavorare da poco ma questi disturbi sono iniziati prima sia della nascita della sorellina sia del lavoro grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giovanni 2016-04-13 13:18
Ciao a tutti, e' la seconda sera che il nostro bimbo di 30 mesi si sveglia in piena notte piangendo e irrigidendo i muscoli, per circa 1 minuto.il primo episodio mi è' stato raccontato da mia moglie dato che ero a lavoro.analizza ndo quello che potrebbe essere stato un elemento scatenante (nel nostro caso), forse un giro su una giostra al lunapark dove potrebbe essersi spaventato a tal punto (anke se non piangeva)che poi la notte dopo e ' avvenuta questa crisi. Una seconda ipotesi potrebbe essere uno stupido scherzo che abbiamo fatto con mia moglie "spesso gli chiediamo di chi e' l'amore toni"? È lui risponde alle volte papà e alle volte mamma, ma quella sera mentre giocavamo sul lettone, mia moglie aggiunse "papà via dal lettone ", così io ho simulato che andavo via ed il bambino si è' aggrappato sulle spalle x trattenermi. Da premettere che la settimana prima x motivi familiare sono rimasto tre giorni lontano da loro, ed al mio rientro il piccolo nn l''aveva presa bene di quella mia assenza.
Il bimbo, e' ed è' sempre stato vivace e sereno, e' da 3 settimane che abbiamo superato il morbillo.
Questa è la nostra esperienza e la nostra ipotesi su cosa ha potuto generare l'evento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Katia 2016-05-19 06:14
Buongiorno sono Katia penso che ne soffra il mio terzo figlio di tre anni all'inizio io pensavo fosse acidità perché mio figlio oltre alla paura vomita . Lui quando durante il giorno ha una forte paura tipo ci sono i fuochi d'artificio nn dice nulla è all' improvviso vomita cosi ora ho deciso di nn farglielo vedere più fino a quando nn sarà pronto cmq ultimamente lo sta facendo più spesse dopo due ore che si è addormentato mi ha questa crisi ma io devo prenderlo perché mi vomita sono un po' confusa io penso che la sua paura sia dovuta dal fatto che lo lascio all'asilo infatti mi fa tanta pena quando lo devo lasciare che ha le lacrime e agl` occhi la sua grande paura è come se io dovessi abbandonarlo .Non so più come devo fare per fargli capire che io ci sarò sempre mi sento in colpa .Insieme a questa paura associa anche dolori alle gambe credo di dargli anche io dei integratori di sali minerali .Se qualcuno sa darmi qualche consiglio la ringrazio anticipatamente buona giornata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-05-19 06:21
@Katia anche il mio bimbo di 5 anni vomita a volte durante questi attacchi e anche nella vita quotidiana aveva il vomito facile su alcune cose, nell'ultimo anno è migliorato molto. Io non l'ho più mandato all'asilo, stava troppo male e io sono casalinga. Hai la possibilità di tenerlo a casa ancora un paio di anni per mandarlo poi solo l'ultimo anno? Il mio comincerà a settembre, ma adesso le cose sono cambiate rispetto 2 anni fa, è più grande e capisce molto di più... vedremo a settembre...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Katia 2016-05-19 12:38
Grazie Lorena purtroppo io lavoro e devo lasciarlo per forza ho pensato che lunedì ne parlerò con col pediatra vediamo cosa mi consiglia lui ti ringrazio per avermi risposto buona giornata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # bs GenitoriChannel 2016-05-19 13:02
Cara Katia,
mi spiace molto sentire del disagio tuo e del piccolo.
Quanti anni ha?
Se non puoi evitare di mandarlo all'asilo e hai già provato a capire se esistono alternative come un nido famiglia (nidi con 3-4 bambini gestiti in casa), o una tata che possa occuparsi di lui a casa vostra, prova a leggere alcuni dei consigli su come affrontare il distacco :
genitorichannel.it/.../...

genitorichannel.it/.../...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Katia 2016-05-19 15:33
Purtroppo vivo in un piccolo paese e c'è solo la scuola materna la cosa positiva è che la scuola sta finendo e spero che in questi tre mesi le cose andranno meglio anche perché resterà con i suoi fratelli che hanno 15 e 19 anni quindi spero che questo periodo gli serva a stabilizzarsi magari restare con i fratelli ed uscire con loro serva a distrarsi mentalmente e magari ad acquistare fiducia in senza sentire il mio distacco perché penso che di fondo sia questo il problema so che parlo di un bimbo di tre anni ma sono sicura che questo gli farà bene mio figlio è un bambino piuttosto vivace ma molto intelligente e sensibile . Vi ringrazio per la vostra disponibilità nel rispondermi buona serata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Cinzia 2016-05-26 12:37
Buongiorno, stavo facendo delle ricerche su dei sintomi che manifesta mio figlio e credo di essere nel posto giusto. Alessio ha 7 anni e da circa un anno e mezzo ha avuto degli episodi come descritti nell'articolo e nei diversi commenti qui sotto. Episodi davvero sporadici, cinque o sei nell'arco di un anno e mezzo ma che lasciano noi genitori davvero spaventati. Sembra svegliarsi terrorizzato ma è in uno stato confusionale incredibile e in più vomita. Crediamo che il vomito sia solo una conseguenza del forte stato di agitazione ma è comunque difficile riuscire a gestire la situazione. Purtroppo nell'ultimo mese l'episodio si è ripetuto due volte così ne ho parlato con la pediatra che ci ha consigliato di fare un elettroencefalo gramma per escludere eventuali patologie .. grazie per i consigli e la condivisione del problema.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # onda 2016-06-03 10:53
ho un bimbo di due anni mezzo da qualche mese ha iniziato a comportarsi in modo strano...la notte..si sveglia si mette a sedere nel lettino e dopo inizia a d urlare ma ha gli occhi aperi e sembbra sveglio, l altra notte ha perfino bevuto dal bicchiere, ma urla in maniera straziante rigido per il terrore ed indica un punto verso il soffitto della stanza da letto...io e mio marito lo prendiamo in braccio e gli parliamo con voce dolce e decisa per calmarlo...lui non si divincola ma neppure si calma, a tratti appoggia la ttesta sulla nostra spalla ma poco dopo la alza di scatto e riprende a urlare...il tutto dura circa 15-20 min molto penosi per noi ovviamente, lui poi riprende sonno noi un po meno...ho notato che recitando accanto a lui le preghiere questi momenti durano meno...ma forse dipende dalla mia Fede..ecco questa è una cosa sogetiva naturalmente... volevo portare questa testimonianza perchè sono un po preoccupata...g razie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-06-06 09:14
Gentile Onda,
ti consiglio di leggere anche i commenti sotto questo articolo, perché potrai vedere che non siete i soli a sperimentare questa situazione del pavor e trarre spunto dalle strategie che abbiamo suggerito alle varie persone.
Da quello che abbiamo visto, il pavor colpisce a volte bambini molto sensibili, a volte c'e' una situazione scatenante che a noi sembra "niente di che" (tipo l'arrivo di un fratellino, la mamma che torna al lavoro, il cambio di casa, il cambio di insegnante...) ma che forse al bambino crea delle ansie che non riesce ad esprimere se non in sonno e senza rendersene conto (la mattina non ricordano nulla: nè di aver fatto brutti sogni, nè di aver pianto, etc).
Il pavor è un momento di grande stress anche per i genitori, ma non è una patologia e non lascia conseguenze.

Trovi che il bambino sia sudato quando si sveglia? Mia sorella, medico e autrice dell'articolo, aveva trovato che doveva coprire poco il bambino di notte, quando le crisi avvenivano avevano scoperto che se il bambino focalizzava l'attenzione sui cartoni animati si calmava. Forse le preghiere lo riportano a qualcosa di rasserenante.
A volte un supplemento di magnesio ha aiutato.
Tieni duro e soprattutto affronta questi momenti cercando di mantenere la calma.
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-07-27 09:11
Ciao a tutti! Sono tornata a scrivere qui perché mio figlio Ares ha compiuto 5 anni il 5 marzo. Ha avuto l'ultimo forte episodio di pavor nocturnus il 16 maggio e poi 3 episodi leggeri l'ultimo il 20 giugno. Da allora più nulla. Il 1° agosto vorrei togliergli il sonnellino pomeridiano, perché ormai con 5 anni e quasi 5 mesi non credo ne abbia più bisogno, in più di solito al pomeriggio và a dormire felice e si sveglia piangendo, credo perché non voglia più farlo.
La mia domanda é: se il pavor fosse veramente finito, potrebbe tornargli in futuro? Magari per una febbre o l'ingresso all'asilo a settembre?
In passato se non gli facevo fare il sonnellino al pomeriggio di notte sicuramente aveva una crisi. La prova del nove l'avrò il 1°agosto...
Ho letto su molti siti che il pavor viene per la mancanza di un "ponte" fra la fase non rem e la fase rem... quindi una volta creato il ponte non accadrà più o potrebbe succedere ancora?

Grazie a tutti!

Lorena
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # bs GenitoriChannel 2016-07-27 09:19
Cara Lorena, grazie tantissimo di essere tornata per raccontarci di come procedono le cose. E' molto prezioso che i genitori condividano la loro esperienza perché non c'è molta chiarezza sul pavor. Cnfrontarsi è la cosa più utile.
Purtroppo non siamo in grado di dare una risposta alla tua domanda. Ho provato a controllare se ci sono informazioni nelle evidenze scientifiche, ma l'unica cosa che ho trovato è che il pavor è piu frequente nei bambini di un anno e mezzo di età (30%)... non ho trovato altro.
Un caro abbraccio e facci sapere
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-07-27 09:27
A 18 mesi?! Ad Ares è venuto tra i 2 anni e mezzo e i 3... Adesso spero sia finito... Vi aggiornerò i primi di agosto e riporterò la mia esperienza per aiutare altre mamme...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
-1 # bs GenitoriChannel 2016-07-27 09:33
Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Stefano 2016-07-31 12:05
Buon giorno....dopo una giornata di sole...Giovanni 8 anni...inizia con febbre 39.5 la mattina successiva. La sera continua ad avere febbre 38.5 39.5 nurofem...tachi pirina....impac chi corpo con asciugamani freschi e bagnati....poi inizia dissenteria continua. Si addormenta e dopo meno di un ora....urla incredibili di terrore chiamando ripetutamente.. Papa....6 minuti di panico.....poi il risveglio....no n capiva cosa fosse successo e soprattutto non capiva le ns domande in relazione e al l'accaduto..... credo sia difficile anche x i medici dare una risposta a questa esperienza veramente paurosa.....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-08-02 10:20
Caro Stefano,
chissà che spavento.
Ma forse questo episiodio è stato indotto dalla febbre e non si ripeterà... chissà. Facci sapere. Le condivisioni dei genitori sono molto preziose per chi ci passa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-02 11:09
Ciao a tutti.
Sono tornata per raccontarvi.
Ieri Ares, quasi 5 anni e mezzo, per la prima volta non ha fatto il sonnellino al pomeriggio, abbiamo cmq fatto dei momenti tranquilli di cartoni e relax, ma il pavor gli è preso 2 volte, una dopo un'ora dall'addormenta mento e la seconda dopo 2 ore dall'addormenta mento. Come faccio adesso a spiegargli che deve tornare a riposare il pomeriggio? Era così contento di non dover più dormire... Voi dite che è possibile che il suo corpo si debba abituare a stare sveglio tutto il giorno?! Non so che fare... grazie...

Lorena
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-08-02 13:13
Cara Lorena,
se il bimbo e' così contento di non riposare il pomeriggio e non ricorda i pavor, tu te la sentiresti di gestire le sue eventuali crisi e vedere come va per un periodo di tempo?
Hai provato a dargli del magnesio? il mio è un pensiero "in libertà", tu meglio di tutti sai qual è l'impatto che la cosa ha sulla tua famiglia e su di lui.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-02 13:26
Anche mio marito mi ha detto di provare a vedere come va per qualche giorno... lui é sempre con me durante le crisi... sì, vorrei provare a vedere se si abitua... magnesio non gliel'ho mai dato, che gusto ha? Perché lui non è un bimbo che se qualcosa non gli piace la sputa, lui purtroppo la vomita, ha avuto dalla nascita fino a 10 mesi e mezzo il reflusso gastroesofageo e quindi vomita con facilità... e poi per quanto dovrebbe assumerlo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-08-08 12:44
Lorena, come sta andando?
Il magnesio non ha un gran sapore, in commercio ci sono anche delle bustine di sali minerali. Magari chiedi in farmacia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-08 12:51
Non è più successo e per ora non gli sto dando nulla... vediamo con l'inizio dell'asilo... grazie a tutti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-08-11 10:30
Ottimo. Grazie di tenerci sempre aggiornate!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Valeria 2016-08-11 13:05
Buongiorno, sono una mamma disperata, sono chiudo occhio da 13 mesi, cioè da quando Giulia è nata. Premetto che è una bambina dolcissima, felice e allegra ma anche molto molto precoce su quasi tutti i fronti (corre, cammina, fa le scale e dice già molte paroline facendosi capire perfettamente, gioca a tirare calci al pallone e ha uno spiccato senso dell'oro is e del dispetto). Tutto questo è meraviglioso ma la notte per me è un disastro, la bambina si addormenta facilmente la sera verso le 22.00 - 22.30 e dorme per circa 1 ora prima di svegliarsi in un bagno di sudore urlando terrorizzata. La crisi si risolve abbastanza velocemente ma solo se la prendo in braccio, la cullo e la porto nel lettone, dove fino a poche settimane fa dormiva fino al mattino. Dico poche settimane fa perché da quando siamo partiti per le vacanze (siamo rientrati da pochi giorni) nemmeno il lettone sembra più darle pace, si sveglia anche lì urlando e piangendo e consolarla diventa sempre più difficile. Sia io che mio marito siamo due persone attive con una vita lavorativa che ci porta a tornare a casa piuttosto tardi la sera (io sono rientrata al lavoro da qualche mese 3gg a settimana) ma non credo che questo contribuisca alle crisi che infatti sono iniziate molto molto presto, intorno ai 6/7 mesi (prima proprio non dormiva tutta la notte). Sono molto preoccupata e non so come affrontare la situazione, i pediatri sottovalutano la cosa dicendomi che la bambina è "piccola" e deve ancora "prendere il ritmo"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-08-11 16:21
Cara Valeria,
immagino quanto possa essere estenuante fisicamente e quanta preoccupazione generi gestire queste crisi.
Se si tratta di pavor, purtroppo non c'è molto che tu o i medici possano fare.
Leggi i commenti dei genitori a questo post, e guarda quali soluzioni ha provato ad adottare ognuno.
Non esistono cause scatenanti note o codificate. L'unica cosa che posso dirti è che tutti sostengono la non pericolosità di queste crisi e il fatto che non producono conseguenze sulla salute dei bambini e ad un certo punto finiscono.
Ci sono cose che alcuni hanno sperimentato con successo per limitare o abbreviare le crisi:
coprire poco i bambini
quando arriva la crisi farle vedere un video di un cartone animato rassicurante
più sali minerali (mia sorella, autrice dell'articolo e medico, ha provato a dare al bambino del magnesio, ma è un tentativo non ci sono indicazioni scientifiche su questo)...
Ti abbraccio e sono solidale, capisco quanto possa far preoccupare e quanto sia difficile gestire queste crisi.
bs
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-22 05:39
Buongiorno a tutti!
In 21 giorni di prova a non far fare il sonnellino al pomeriggio a mio figlio Ares la media di pavor è davvero molto alta, gli viene molto spesso e quando non gli viene è perché magari al pomeriggio facendo un giretto in macchina ai addormenta per 10/15 minuti... sinceramente vorrei farlo di nuovo dormire al pomeriggio, ma non so se sia controproducent e o no... Cosa dite?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Barbara Lamhita 2016-08-22 09:10
Buongiorno Lorena,
grazie di averci scritto di nuovo, la tua testimonianza sarà preziosa per altri genitori.
Io credo che tuo figlio stia attraversando una fase di transizione in cui è troppo piccolo per saltare il sonnellino ed è troppo grande per farlo...intendo dire che tra poco probabilmente non avrà più bisogno di dormire al pomeriggio ma in questo momento stare sveglio tutto il giorno probabilmente crea un accumulo di tensione. Com'è durante il giorno?
Se riesci a farlo dormire per una mezz'ora sicuramente non può essere controproducent e, al limite farà più fatica ad addormentarsi la sera.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-22 09:14
Credo anch'io che sia a metà tra il bisogno di dormire e la non più necessità di farlo, al mattino si alza alle 8 e la sera và a letto alle 22,00. Di giorno è un bimbo attivi e felice, gioca molto con la sorella di 2 anni che adora! Gli ho cmq messo delle mezzore tranquille durante la giornata, ma non è sufficiente... Lui però è contento di non dormire più. .. non so che fare... 21 giorni non sono sufficienti ad abituare il corpo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-23 05:54
Buongiorno! Non so più cosa pensare!! Ieri pomeriggio Ares ha dormito mezz'ora in macchina, ma ieri sera ancora pavor... Non so più nè cosa pensare nè cosa dire... sono demoralizzata e stanca... non dormo da 5 anni mezzo, prima era piccolo poi il pavor, poi la sorellina, tuttora allattata...
Il magnesio non posso darglielo perché me lo vomita.
Due anni e mezzo fa gli veniva tutte le sere perché andava all'asilo controvoglia, piangeva tantissimo, così l'avevo tenuto a casa, ma adesso a settembre frequenterà l'ultimo anno, potrebbe essere che inconsciamente ne soffra e quindi gli venga sempre per questo motivo? Di altro non c'è cambiato nulla da luglio che non gli veniva mai ad adesso, se nemmeno il sonnellino scongiara gli attacchi sono spacciata...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Barbara Lamhita 2016-08-23 08:49
Lorena, mi dispiace e ti capisco perfettamente, anche io ho avuto figli che dormivano poco o nulla, ora che sono piú grandi non abbiamo piú questi problemi ma ricordo perfettamente la disperazione che mi assaliva notte dopo notte.
Prova a continuare a farlo riposare per qualche giorno e osserva come va a fine settimana, nel frattempo prova a fare dei giochi di ruolo con lui con bambole o pelouches in cui qualcuno comincia l'asilo e vedi che reazione ha o se viene fuori qualche preoccupazione.
Non è detto che i pavor siano legati a qualcosa di specifico, abbiamo pochissime info ancora dalla scienza quindi l'unica è tentare piccoli cambiamenti e osservare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-25 06:02
Eccomi di nuovo... Ieri pomeriggio Ares non è riuscito a dormire e stanotte ha avuto il pavor, però gli è preso dopo 3 ore dall'addormenta mento, strano, perché di solito gli viene dopo solo un'ora.
In ogni caso, era da giugno dell'anno scorso si addormentava tranquillamente da solo, poi quando il primo agosto gli abbiamo tolto il sonnellino, mio marito alla sera rimaneva con lui fino a quando si addormentava, circa 10 minuti. Adesso che è tornato a dormire al pomeriggio mio marito non sta più con lui perché i tempi sono aumentati di nuovo come prima, e quindi Ares piange tutte le sere perché non vuole addormentarsi da solo, ha nel letto due pupazzi coi quali dorme, ma lui vorrebbe noi o la sorellina, ma è ancora troppo piccola per mandarla in cameretta, soprattutto perché se Ares avesse un attacco di pavor la spaventerebbe. Quindi adesso si aggiunge anche il problema dell'addormenta mento, in più dopo ogni pavor si sveglia e anche stanotte quando si è svegliato non voleva dormire da solo... come faccio a spiegargli che è tutto a posto? Che disastro queste notti!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # PapáAle 2016-08-27 11:50
Buongiorno a tutti, sono Alessio, papâ di Matilde. Sono due sere di seguito che Matilde, di 26 mesi, si sveglia durante la notte urlando. Non vuole essere nè toccata, nè presa in braccio...solo dopo 10 minuti di pianti, urla e schiaffoni a me e a mia moglie, riprende sonno. Ieri sera dopo circa 13 minuti, mia moglie l'ha presa in braccio, e dopo che si è divincolata per qualche minuto, si è calmata ascoltando una storiella della mamma...era successo anche in qualche altra notte in passato, ma l'abbiamo presa con i denti...ora c'è da dire una cosa, che sono circa 10-15 giorni che stiamo provando a togliere il pannolino con scarsi risultati. Può influire questa cosa? Grazie mille delle vs testimonianze, preziose e utili. Buon weekend.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # valeria 2016-08-30 11:14
ok
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # valeria 2016-08-30 11:16
okk
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2016-08-30 11:42
Sn padre di una bambina di quasi 4 anni...all inizio nn sapevamo che cosa fosse siamo stati da vari pediatri perché credevamo che la bambina stesse male la sera ma poi navigando in internet io e mia moglie ci siamo accorti che si trattava di pavor nocturn,si sveglia all improvviso nelle prime due ore del sonno gridando piangendo forte da svegliare tutto il vicinato e questo accade ormai da 2 anni ha incominciato che ancora nn aveva 2 anni.ORA erano 1 mese che nn capitava ma stanotte successo ancora ma questa volta in modo più forte durando quasi mezzora.La cosa che mi fa star male è che vedi la bambina piangere gridare dimenarsi e se nn stai attento farsi del male da sola e nn poter far nulla.....io sto sto studiando questa cosa anche cn un amico psicologo e mi sono accorto che quando avviene questa cosa l importante e nn accendere la luce e soprattutto nn toccarla perché il bambino o la bambina nn sono coscienti di quello che sta accadendo e come se stessero in un altro mondo,nn taccetala per calmarla la farebbero arrabbiare di più tanto è vero che mia figlia ci graffia ci picchia poici caccia via dalla stanzetta e dopo un po si calma da sola stremata dal pianto.Se qualcuno ne vuole parlare più a fondo sarò lieto di dirgli quello che so e quello che ho scoperto diciamo così sulla mia pelle.Una cosa vi consiglio siate sempre calmissimi quando succedono queste cose mai farsi prendere dal panico dalla paura dall ansia sarebbe tutto inutile l unica cosa ste attenti solo che nn si faccia male io per esempio mi sdrai ai piedi del lettino per nn farmi vedere e evitare nonostante ci siano delle piccole sbarre che nn si faccia male urtando con il viso vicino ad esse.E la prima volta che scrivo in questo forum e mi piace
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-30 12:11
Ciao! Io sono mamma di Ares, quasi 5 anni e mezzo, lui ne soffre da 2 anni e mezzo o 3. L'unica cosa che posso fare per tenere a bada le crisi è farlo riposare al pomeriggio, anche se, data l'età, non avrebbe più bisogno dek sonnellino pomeridiano. Invece quando la notte gli succede a volte risponde alle mie domande e a volte no, ma ho notato che quando mi risponde dura meno e riesco a calmarlo prima, altre volte si sveglia quando mio marito entra in camera e lo saluta... nulla funziona con lui, nemmeno i cartoni animati. La tua bimba dorme ancora al pomeriggio?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-08-30 12:36
ciao Lorena allora mia figlia a volte dorme e a volte nn dorme ma credimi il sonno pomeridiano nn centra nulla col pavor credimi anzi ti posso dire che a mia figlia è capitato anche il pomeriggio..... cmq ora in prossimità dell asilo nn la stiamo facendo dormire più altrimenti la sera prende sonno tardi e se il pavor per esempio gli capita verso mezzanotte o verso l una poi alzarsi la mattina è un problema....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Claudio 2016-08-30 12:40
dimenticavo.... ho letto che molti usano il magnesio .....io lho dato a mia figlia e nn solo io anche un amico che ha lo stesso problema col figlio d 3 anni e nn ha risolto nulla,ma puoi provare una cosa che cn questo amico funziona,se a tua figlia piace un cartone animato in particolare scaricalo sul tablet op cee e mostraglielo quando ha queste crisi ma a basso volume e guarda la sua reazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-30 12:52
Invece ti posso assicurare che la privazione di sonno nel pomeriggio porta al pavor e non te lo dico solo io che l'ho sperimentato sulla pelle di mio figlio, ma l'ho anche letto su moltissimi articoli, i cartoni animati invece, come ti avevo scritto prima, con mio figlio non funzionano, la crisi prosegue. Mio figlio ha il pavor anche al pomeriggio solo se ha la febbre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-08-30 13:07
Forse la cosa varia tra bimbi e bimbi non lo so però il problema è questo se ora con l approssimarsi dell asilo un bimbo come la mia che già tarda ad addormentarsi dorme anche il pomeriggio poi la sera a che ora si addormenta? Io l anno scorso parlai cn un pediatra conosciuto in ferie un professore il quale mi disse in parole semplici che quando un bimbo si addormenta e passa dal sonno profondo alla fase in cui inizia a sognare in quel momento capitano queste cosè infatti lui aveva notato su una percentuale di bambini la quale gli era stato detto dai genitori che come incominciano a dire qualche parolina incomprensibile nel sonno ad agitarsi ecc quella è la fase in cui incomincia il pavor.....mi ha spiegato anche che in alcuni bambini funziona molto una cosa..come incominciano a piagnucolare e bisbigliare nel sonno i genitori subito l iaccarezzano piano sulle gambe e gli passa mentre altri dopo un ora che si sn addormentati li svegliano e li fanno riaddormentare ...ripeto le cose credo siano diverse da bimbi a bimbi ma la sostanza è quella...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-30 13:20
Tutto quello che hai scritto è tutto corretto e viene riportato su molti articoli letti, il mio problema è che mio figlio dorme in un'altra stanza, io vado subito da lui appena lo sento con la radiolina, ma purtroppo non riesco mai ad evitare la crisi una volta iniziata...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-08-30 14:16
ti capisco benissimo anche la mia cucciola dorme in un altra stanza e credimi prima quando era in culla riuscivo ad evitare il pavor intervenendo subito accarezzandola sulle gambe la bambina nel suo incoscio e come se sis entisse protetta ma mai sulle guance la innervosisce ma ora la situazione è più problematica... .purtroppo questa definiamola PATOLOGIA nn è una cosa che hanno molti bambini e quindi nn è del tutto conosciuta ma soprattutto dai pediatri ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-08-31 11:45
Per caso qualcuno dei vostri bambini che ha il pavor noctur soffre anche di ipertrofia adenoidea?Il mio otorino mi ha detto che ci può essere una certa correlazione tra queste due cose
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2016-08-31 11:50
Ares no
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-08-31 12:11
Mia figlia ha avuto il pavor per 3 sere di seguito .ieri sera prima di andare a letto gli ho raccontato una favoletta illustrata quelle tipo a 3 d e lho fatta ridere molto poi dopo un po si è addormentatat e stanotte a dormito senza mai svegliarsi....i o una cosa ne sn sicuro al 100 x 100 che i bambini che soffrono di questo sn anche quelli più sensibili e che non so come spiegarmi ,che certe emozioni non le sfogano al momento tipo bambini che hanno crisi isteriche che si buttano per terra in modo capriccioso tipo SOS TATA ma se le portano dentro per poi sfogarle durante la notte e nel nostro caso durante il sonno....la nascita di un fratellino quindi gelosia,qualcos a capitato a scuola,desideri o di qualcosa che nn ha potuto avere....la mia per esempio ha paura dei fuochi d artificio da me è stata festa 3 tre giorni quindi ho potuto collegare la paura che ha avuto sentendo i botti col pavor e ieri sera lho portata da mia madre lontano dai botti la sera lho fatta ridere molto raccontandogli la storiella e nn è successo niente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # antonella 2016-08-31 20:41
per il ridere potrebbe esserci qualche collegamento non ci avevo fatto caso in queste sere diro' a mia figlia di provare.
per adenoidi mio nipote ha il padre che ne ha sofferto molto da piccolo e mio nipote ha avuto qualche problema
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-09-01 13:36
ok Antonella faccia adottare questa tecnica per sua nipote se ha continui attacchi di Pavor e poi ci faccia sapere....può darsi che per me è stata una coincidnza oppure cè quelcosa di vero ,come è pur vero che si può manifestare ancora...PROVI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2016-09-07 19:25
Allora tutto bene?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # antonella 2016-09-09 07:28
vado piano a dirlo sembra che le notti sono più tranquilli mia figlia scherza molto prima di andare a letto ora aspetto ancora qualche settimana per vedere se è solo una cosa di passaggio in tanto grazie dei consigli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-09-09 16:13
ok dai speriamo bene che questo metodo funzioni
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Adrian 2016-09-15 07:33
Buon giorno.Io e mia moglie pensiamo che anche nostra figlia di 1 anno e 10 mesi possa avere le crisi di pavor. da quello che ho letto le crisi avvengono dopo 2 ore invece x la mia nn è cosi, ma avvengono dopo 4 / 5 ore che sta dormendo.può essere che facendo dei lavori in camera di giorno si sia spaventata dai rumori e di notte appaiono sti incubi.stanotte è successo poco dopo le 1 però nn ha più voluto prendere sonno fino alle 4 della mattina.ogni volta che provavo a metterla a nana urlava ancora prima che prendesse sonno. la domanda è, sia veramente crisi di pavor o qualcos'altro? ?!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-09-15 08:29
Nelle crisi di pavor il bambino non è "cosciente", la mattina non ricorda di avere avuto le crisi.
Il fatto che non volesse andare a dormire mi fa pensare più ad un incubo.
L'avete presa nel letto con voi? Quando hanno gli incubi dormire vicino a mamma e papà li rassicura
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Adrian 2016-09-15 09:16
Sì l' abbiamo presa a letto con noi, abbiamo cambiato stanza, abbiamo fatto un giro in macchina dove sembrava andasse meglio xò appena chiudeva gli occhi cominciava a urlare.quando succedono ste crisi le si butta,rotola,sb atte la testa sul cuscino , le gambe agita le mani.comunque è successo di seguito 2 notti e al pomeriggio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2016-09-15 09:32
...se è successo più volte come racconti, forse siete alle prese con il pavor.
So che può essere davvero provante... leggi bene l'articolo e tutti i commenti dei genitori, ognuno racconta la sua esperienza e cosa ha funzionato o non ha funzionato.

Posso dirti che le ricerche indicano che le crisi di pavor non sono associate a problemi particolari o patologie nè in corso nè future.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-09-15 21:56
Ciao Adrian secondo me n è il pavor nocturn anche eprchè esso si manifesta sempre nelle prime due ore dall essersi addormendato... .cmq una volta il mio amico pediatra mi disse di una bambina di un anno e mezzo che quando dormiva anche dopo 4 ore si svegliava all improvviso gridando piangendo stringendo i pugni ecc alla fine ,con un urinocoltura capirono che la bimba aveva una leggera infezione alle vie urinarie e nel sonn oquando urinava a volte gli bruciava un po di più e si svegliava all improvviso,ment re durante il giorno nn tanto avvertiva il fastidio perché era presa dal guardare cartoni e giocare col fratelllino cmq io ti consiglio una visita dal pediatra e di mettere i evidenza quello che ti ho scritto ,poi facci sapere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-09-15 21:56
Ciao Adrian secondo me n è il pavor nocturn anche eprchè esso si manifesta sempre nelle prime due ore dall essersi addormendato... .cmq una volta il mio amico pediatra mi disse di una bambina di un anno e mezzo che quando dormiva anche dopo 4 ore si svegliava all improvviso gridando piangendo stringendo i pugni ecc alla fine ,con un urinocoltura capirono che la bimba aveva una leggera infezione alle vie urinarie e nel sonn oquando urinava a volte gli bruciava un po di più e si svegliava all improvviso,ment re durante il giorno nn tanto avvertiva il fastidio perché era presa dal guardare cartoni e giocare col fratelllino cmq io ti consiglio una visita dal pediatra e di mettere i evidenza quello che ti ho scritto ,poi facci sapere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # samanta 2016-09-24 06:02
Io ho una bambina di due anni ed é da tre settimane che fa così è sinceramente mi spaventa ... quanto può durare due mesi tre quattro perché a parte la perdita di sonno mi fa molta tenerezza nn poterla aiutare durante questi attacchi... ma scompaiono con il tempo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-09-25 11:22
Ciao Samanta,allora ,certco che col tempo scompariranno esso non è una malattia .Io mi sn permesso di dare dei consigli nn so se li hai letti,solo una cosa volevo chiederti ma in queste ultime settimane quante volte gli sn capitati questi attacchi di pavor?Solo la sera op anche durante il sonnellino pomeridiano?Ave va il raffreddore oppure febbre forte oppure nulla?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # luisa 2016-10-06 14:18
Ciao anche noi viviamo questa situazione. Stanotte però mi sono spaventata di brutto perché mio figlio di nove anni sembrava fosse in uno stato di collasso cardiaco. Era completamente sudato e parlava di un gioco che fa con i suoi amici sul tablet. Io non so se questo possa significare qualcosa ma mettiamoci anche che ad agosto non ha avuto delle vacanze serene a causo della perdita della nonna. Io cercavo di accarezzarlo ma non riuscivo a calmarlo in nessun modo. Dopo un po' di tempo che mi è sembrata un'eternità si è sdraiato di nuovo e si è calmato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # bs GenitoriChannel 2016-10-06 15:52
Luisa, tienici aggiornati su come va...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-10-08 10:57
ok
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-10-08 11:01
Luisa innanzitutto il pavor nocturn può durare fino ai 12 anni di età.Come tu stessa hai detto lui durante l attacco di pavor nocturn nominava il gioco che faceva col tablet ...secondo me è accaduto questo che tuo figlio in quel gioco si è innervosito molto sia per qualche livello che nn riusciva a superare oppure perché qualche suo amico era più bravo di lui e così nell incoscio ha rivissuto tutto quel momento sotto forma di terrore incubo...cmq facci sapere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Beatrice 2016-11-09 22:59
È appena successo a mio figlio di 10 anni. Speravo passasse col tempo ma per ora occasionalmente capita ancora. Questa volta gridava "ho paura, non ce la faccio" e gli battevano i denti. Mi guardava con gli occhi spalancati. Sono ancora un po' scossa.
L'ho portato in bagno e ha fatto tantissima pipì.
Di solito noi lo portiamo in bagno e tornato a letto fa uno sbadiglio enorme e si rimette a dormire. Lo sbadiglio di solito è il,segnale che tutto torna alla normalità. Sto pensando di portarlo da un medico visto che ormai ha 10 anni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-11-18 22:14
credo che il medico nn serve se è una cosa che capita raramente come tuo figlio......cmq tienici aggiornati se ti fa piacere.....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # massimo 2016-11-22 11:23
buongiorno ho mio figlio alessandro che ha questi sintomi pero invece di urlare inizia a tremare dopo aver sudato tanto occhi spalancati e fa discorsi senza senso gesticolando e indica sempre che gli fa male al centro della fronte poi susseguono lunghi sbadigli e si riaddormenta cosa mi dite a proposito? grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-11-27 18:13
si tratta sicuramente di pavor nocturn......su dorazione,tachi cardia,occhi spalancati e discorsi senza senso......cmq posso dirti che quasi al 100 x 100 la mattina dopo il bambino nn ricorda nulla devi stare solo attento che durante questa cosa nn lo devi ne chiamare ne svegliarlo si potrebbe agitare di più devi stare solo attento che nn si faccia male.Ribadisco che non sono un medico sn solo un padre che ha sentito molti genitori con esperienze simili e ho una bambina cn questi problemi anche se è ormai da un pò che nn si verificano.Non esistono cure per questa cosa perché come mi ha spiegato un professore con il tempo sfumano da sole nn preoccuparti,so lo una cosa volevo chiederti Massimo,se tuo figlio la notte cui ha avuto il pavor ,ha avuto una giornata un po' stressante o se è successo qualcosa che lo ha coinvolto molto tipo una gita scolastica una febbre alta una festa con amici ste cose qua...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giulia 2016-12-08 05:32
Io sono una mamma di una bimba di 3 anni.
Il comportamento della mia bambina e lo stesso riportato qui sopra ma ahimè sembra ben sveglia quando ha queste reazioni.
Qualche tempo fa le faceva prima di addormentarsi. Io le ho viste come capricci ma questa notte è accaduto in piena notte
Ho creduto fosse un attirare attenzione visto che è un anno che suo la nn è più in casa perché ci stiamo separando. Ma nnn so più a cosa pensare
Quando capita scopre il letto
Nn vuole la TV
E circa un mese che vuole solo dormire nel mio letto con me
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-12-12 20:08
Ciao Giulia,normalme nte il pavor nocturn si presenta dopo esseresi addormentatao addormentato tra la prima e la seconda ora ma che io sappia mai prima di addormentarsi,p uò essere anche un mega capriccio quello che ci hai raccontato..... ma il fatto che sembra sveglia in verità durante questi attacchi lei op lui ha gli occhi spalancati,semb ra pure che ti guarda negli occhi ma nn è cosciente di quello che vede sta solo vivendo una cosa immaginaria ma in verità n nriconosce la persona che gli sta davanti ...cmq tienici informati
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # veronica 2016-12-22 07:15
A noi sta succedendo in questi giorni ha 3 anni succede alle 4 del mattino vuole scendere dal letto mi manda via e mi da le botte sia a me che al papà..fa una pena vederlo così. Non riesci a calmarlo ...si siede nel letto se ti avvicini urla....poi da seduto chiude gli occhi. Ha una sorellina di un anno..e lui ha iniziato la asilo questo anno...non so se questi possono essere i fattori scatenanti. Non so cosa fare...per questo suo disagio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2016-12-23 14:04
dopo quante ore dallessersi addormentato gli capita
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giulia 2017-01-08 13:23
- [ ] Buona sera Francesca,
- [ ] Sembra succedere anche a noi, a 6 mesi dalla nascita della sorellina il mio bimbo di 3 anni manifesta comportamenti molto simili al pavor: sudorazione eccessiva, tremori rigidità agli arti, terrore manifestato nel viso, mancanza di controllo delle urine.
- [ ] La seconda volta che è successo è stato davvero spaventoso, non rispondeva e quando l'ho preso in braccio per tranquillizzarl o aveva gli arti rigidi, provando a metterlo in piedi lamentava dolore.
- [ ] Io e mio marito ci siamo spaventati tantissimo, il nostro bimbo soffre di convulsioni febbrili ed è stata la prima cosa a cui abbiamo pensato. Ma in realtà abbiamo subito capito che era qualcosa di diverso.
- [ ] Ora mi chiedo se c'è una correlazione,
- [ ] Lui ha sempre sofferto di eccessi di sudorazione non solo notturna ma anche di giorno. Dietro consiglio della pediatra sta prendendo degli integratori.
- [ ] E il prossimo passaggio sarà un controllo neurologico, per scongiurare una correlazione tra le cose.
- [ ] Ora lui è terrorizzato ad andare a letto, dice di avere paura del buio, credo proprio che l'ultima volta che è successo che l'abbiamo svegliato si sia spaventato.
- [ ] La sua descrizione della vostra esperienza mi è servita a riflettere sul l'evento. E a sperare che non abbia nulla a che vedere con le convulsioni di cui soffre.
- [ ] E nemmeno un mal funzionamento metabolico come avevamo ipotizzato.
- [ ] La ringrazio davvero
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Nicoletta 2017-02-04 00:43
Salve a tutte io sono la mamma di un bambino che compirà 3anni il prossimo mese,grazie per la vostra testimonianza.i l mio piccole è da una settimana che ha questi attacchi notturni che mi spaventano tantissimo .a lui prendono a volte dopo la mezzanotte altre volte anche dopo le 2 e durano anche 40 minuti.lo vedo assente gli chiedo se ha dolore ma nulla il brutto e che nn vuole nemmeno essere toccato gli vengono come degli attacchi di ira inspiegabili che mi preoccupano molto sinceramente sono disperata.grazi e per lo sfogo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2017-02-05 16:46
Nicoletta cerca di non toccarlo durante queste crisi,perchè lo innervosisci di piu,in quanto durante queste crisi il piccolo nn ti riconosce...... cmq facci sapere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Antonella 2017-02-05 22:56
Caro Claudio la tua ipotesi di problemi alle adenoidi secondo me può essere ben azzeccata dopo tanti mesi mia figlia si è decisa di far fare a mio nipote una visita dallo specialista pediatrico ed hanno accertato a mio nipote adenoidi di 2 grado e segni indiretti di reflusso laringomalacia brevità della zona della laringe sicuramente avrà influito anche questo inizierà una cura in merito e cmq continua a svegliarsi di notte ma gli attacchi di pavor al momento non si sono presentati volevo cmq informarvi di questo saluti e grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2017-02-06 06:24
ok tienici aggiornati
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2017-02-06 09:30
Caro Claudio,
sono Barbara S. di GenitoriChannel .it, vorrei proporti un'idea, puoi contattarmi via email: barbaras@genitorichannel.it
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giulia 2017-02-06 10:17
Claudio, scusi l'intromissione ma non riesco a trovare dove parla di adenoidi, è un argomento che interessa molto anche a me.
In quando il mio bimbo ha da sempre avuto risvegli notturni,
Alcuni molto forti, tant'è che abbiamo fatto indagini per scongiurare una correlazione con le convulsioni febbrili.
Ora il neurologo tramite eeg ha verificato che effettivamente ha questi episodi che lui ha chiamato disturbi del sonno. Ma ha da sempre (ha 3 anni) parlato "male" e il dubbio delle adenoidi io l'ho sempre avuto. Grazie infinite
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2017-02-06 19:35
Giulia scusami ma tuo figlio ha il pavor nocturn soltanto quando ha la febbre oppure anche in assenza di febbre?Cosa intendi per parlato male?Chi il bambino ha sempre parlato male?Perchè dalla mia esperienza e da quello che ho visto cn gl ialtri genitori l unica cosa che possono provocare le adenoidi a livello del parlare e una tipica voce nasale ciò fa farte dell ingrossamento delle adenoidi e credimi ,quando hanno le adenoidi ingrossate i bambini la notte russano moltissimo....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2017-02-06 19:38
Barbara ho un problema con la mia email appena lo risolvo ti lascio un messaggio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2017-02-06 19:49
mi sn dimenticato di dire una cosa molto importante..... .ci sn bambini come è capitata anche mia figlia che come appena tolgono il pannolino anche la sera e incominciano ad andare a fare la pipi da soli,il giorno dicono pipi e un genitore lo accompagna ma la sera si possono svegliare perchè hanno un forte stimolo a urinare soprattutto se hanno bevuto molto e avendo necessità di andare a urinare e sentendosi la vescica piena,colma si svegliano gridando e piangendo fortissimo tipo il pavor nocturn ma quella non è una crisi,attenzion e,ma è solo una forte necessità di fare pipi e una paura di farsela sotto ed essendo piccolini fanno cosi.Infatti molti papa mi hanno detto che la stessa cosa è capitata ai figli e dopo essersi calmati hanno chiesto di andare in bagno .Se capita che vostro figlio fa la pipi a letto mai rimproverarli ,mai.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # claudio 2017-02-06 20:08
Vi chiedo scusa se scrivo a spezzoni stasera ma ho la linea che nn tanto va....prima di andare volevo scrivere un episodio che m iraccontò un pediatra che lavorava all estero.Mi disse che una volta un bambino i cuoi genitori gli dissero che il figlio soffriva di pavor nocturn,amava giocare moltissimo con quei giochini sul tablet ,era cosi preso da quei giochi oppure cartoni animati che c erano dentro che a volte quando gli venivano queste crisi la mamma subito gli accendeva il tablet con il suo cartone o gioco preferito e piu delle volte il bimbo si calmava all improvviso....a ll inizio il cartone glielo mostravano a volume basso perchè lo poteva spaventare,poi come si calmava mettevano anche il volume .Il bambino dopo essersi calmato e guardare un po il filmato poi si riaddormentava
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giulia 2017-02-06 22:38
Il io bimbo soffre di convulsioni febbrili,
Ma questi episodi non hanno nulla a che vedere con quello.
Non aveva febbre, ma tremava, sudava, lamentava freddo, e aveva la temperatura bassa 35,5. Era visibilmente spaventato.
Lui beve tantissimo, sopratutto prima di andare a letto, è ormai senza pannolino di gg d aun anno, ma
Di notte e nel pomeriggio non riesce a controllarla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2017-02-07 06:37
Per quanto riguarda le convulsioni febbrili ,almeno da quanto sento dagli altri genitori,esse tendono a scomparire completamente fra i 5 e i 6 anni......i sintomi senza febbre sn quelli del pavor nocturn,sicuram ente.Quando hanno le adenoidi hanno una tipica voce nasale,quando gli viene il raffreddore passa dopo moltissimi tempo perchè le adenoidi si ingrossano moltissimmo,voc e nasale come detto ieri sera,dormono a bocca a perta e la cosa piu grave solo i mal d orecchio a volte per otite catarrale e non hanno molto appetito...io nn sono un meidco queste sono cose che ho visto su mia figlia e il confronto cn altri numerosi genitori che hanno avuto questi problemi di piu non so dirti.Quando dorme cerca di notare una cosa ,cioè se va in apnea, cioe trattiene leggermente il respiro e poi ricomincia a respirare piu forte soprattutto se ha un p odi raffreddore, a volte può capitare che andando in apnea e ricominciando a respirare di nuovo il bambino è come se facesse nel sonno un gesto brusco e a volte si puo svegliare all improvviso cn queste crisi....prova a verificare e facci sapere ;monitoralo durante il primo sonno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Manu 2017-02-07 12:43
Mio figlio ha 8 anni e da un annetto ha queste crisi; a volte tremende iniziando a blaterare ad occhi sbarrati di morti, incidenti etc. o piangendo. Lo accarezzo e gli sussurro frasi rassicuranti a voce bassa perchè ho visto che è funzionano un po'. Non so come evitarle ma ho notato che gli succede quando è particolarmente stanco. Alla mattina gli chiedo sempre come ha dormito, e lui sempre "Benissimo!" Io un po' meno... Leggo che non hanno cause, ma a me mettono sempre ansia. Spero gli passino presto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # daniela 2017-02-08 09:22
Il mio bambino 7 anni stessi sintomi ..ma in piu' delle volte vomita !stiamo provando con degli integratori di magnesio ..ma i risvegli continuano ad esserci
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2017-02-08 13:26
# Daniela: Anche mio figlio Ares durante le crisi a volte vomita. E poi non si ricorda nulla... tengo sempre un catino accanto al letto. Se leggi i miei commenti precedenti troverai tutta la mia storia...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2017-02-08 15:32
Rispondo a Manu ma credo che la cosa accomunianche a Daniela visto quasi la stessa età.....bhe 8 e 7 anni cmq credo che frequentino le elementari..... perdita all improvviso di un membro della famiglia,rivali ta tra amichetti oppure con qualche insegnante a scuola,la nascita di qualche fratellino oppure sorellina e gelosia nei confronti di esso,un gioco a cui non riesce a farne ammeno tip oquelli del pc o altro,episodi di nicturia,cambio di abitazione oppure città...ne ho menzionati alcuni di una grande seria di possibili cause di pavor nocturn notate se fra queste cè qualcosa che puo essere successa e se vi fa piacere teneteci aggiornati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2017-02-08 15:35
I l fatto di vomitare è normale anche molti bambini durante il pavor nocturn lo fanno ho sentito alcuni genitori che mi hann odetto la stessa cosa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Manu 2017-02-09 09:01
Grazie Claudio per la risposta. Effettivamente è un bambino abbastanza ansioso; eventi come inizio della materna, delle elementari (quindi richiesta di prestazioni), interazioni con bambini più fisici diciamo, nascita della sorellina hanno rappresentato per lui fonti di ansia. Noi cerchiamo di rassicurarlo sempre e anche per questi risvegli notturni siamo abbastanza tranquilli. Però, meglio sempre documentarsi e sentire altre esperienze!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # daniela 2017-02-08 17:27
Ho fatto una visita con il neurologo x ché il pediatra mi ha consigliato di fare un elettroencefalo gramma ..risultato anomalie irritative.mi ha detto cmq che non è niente,mi ha detto capita spesso a bambini che sino stati operati di adenotonsillect omia ..lui a 4 anni!i risvegli continuano ad esserci senza vomito x ora.mi ha dato da fare delle analisi ferretina sideremia e vitamina d!cmq secondo me troppo stressato dalla scuola .infatti ha anche dei problemini .livello di attenzione molto basso non porta a termine o addirittura non lavora proprio qualcuno di voi ha anche questi problemi ..mi riferisco soprattutto a bambini delle elementari e voi avete parlato cn medici o fatto analisi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giulia 2017-02-08 17:43
Anche noi abbiamo fatto elettroencefalo gramma da privazione da sonno, ma nonè emerso nulla di patologico,
Se non che ha confermato un disurbo da sonno, esattamente ha scritto: frammentazione del ritmo di fondo è comparsa di figure ipniche fisiologiche bilateralmente rappresentate. Fase 3nrem interrotto da breve arousal dopo 53 min seguito da ripresa da sonno.
Il mio bimbo però da solo 3 Anni quindi non posso aiutarti nel merito scolastico. Lui non ama attività sedentarie è molto fisico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2017-02-09 11:22
Manu di solito in una settimana quante volte soffre di queste crisi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Manu 2017-02-09 13:02
Prima circa una volta al mese. Ultimamente 1 o 2 volte alla settimana. A volte forti altre più leggere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2017-02-09 18:36
Il bambino cmq è grandicello ma fai una cosa : prova x una settimana soprattutto quando l ovedi piu ansioso del solito x qualcosa che gli è capitato, la sera dopo cena op prima che si vada a coricare,scherz arci ridere tanto fai qualche gioco di società oppure una conzoncina divertente tipo ste cose qua......a volte i bambini che siano essi un pò chiusi oppure quelli che sn piu aperti che però hanno una sensibilita maggiore ,oppure che si portano tutto dentro,manifest ano questo disagio con il pavor nocturn
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Guest 2017-02-11 09:14
l
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Delia 2017-02-12 09:18
Mka bimba ha 10 anni
E non faceva piu le crisi da 2anni..abbiam ricominciato .. una sera per una pwrtita di calcio che si l'ha presa male ..poi per una verifica. ..poi la pagella
Ieri sera ivece si ha alzata *( dormo ancora con lei) ed e stata molto agressiva... mi ha morsosul viso .. anche io provo sempre di tranquillisarla di parlare con calma ma sono il suo nemico.. anche si chiede sempre di me ... e mi cerca di continuo
Proviamo di non agitarlaa e che la bimba parte non sta seduta e un continuo
L'abbiamo portata al psicologo.. addirittura mio marito dal prete.. il psicologo mi ha detto che con il tempo sparirà questo pavor notturnos
Ma mi dispiace vederla cosi .. ho capito che la mia piccola sfoga tutte le sue paure di notte ... in bocca al lupo a tutte
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Claudio 2017-02-12 12:11
Delia grz per la tua testimonianza se vuoi tienici aggiornati...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
+1 # Monica 2017-02-27 00:23
Grazie, quello che hai scritto mi è utile in quanto il mio bambino di 2 anni è una quindicina di giorni che ha le stesse crisi da te descritte, inizialmente pensavo avrà fatto un incubo, ma stasera ci ha fatto spaventare perché mi picchiava era molto più agitato e la cosa è durata di piu'.Sicurament e ne parlerò con il pediatra, ma mi sono confrontata con quello che hai scritto e mi sono ritrovata.ora riuscirò a dormire più tranquilla!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Monica 2017-02-27 00:23
Grazie, quello che hai scritto mi è utile in quanto il mio bambino di 2 anni è una quindicina di giorni che ha le stesse crisi da te descritte, inizialmente pensavo avrà fatto un incubo, ma stasera ci ha fatto spaventare perché mi picchiava era molto più agitato e la cosa è durata di piu'.Sicurament e ne parlerò con il pediatra, ma mi sono confrontata con quello che hai scritto e mi sono ritrovata.ora riuscirò a dormire più tranquilla!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Ignazio 2017-03-01 08:08
Salve a tutti,
ho letto tanti dei messaggi e delle esperienze riportate. Vi racconto quella mia e di mia moglie con il ns piccolo Nicolò di quasi 7 anni e mezzo anni.
Il Pavor è spuntato per la prima volta durante una notte a NY nel 2015, all'età di 6 anni. gran pianto, occhi sbarrati, frasi senza senso, rigidità, eccessiva sudorazione.
Più parlavamo e più terrore si manifestava. Durato circa 5 minuti. Naturalmente incredulità da parte nostra. Ricordo che lo affiancammo, come possibilità, al jet lag del fuso orario. Lui non ricordava nulla dell'accaduto. Rientrati a casa, dopo qualche settimana, rieccolo in agguato. Stavolta con cadenza giornaliera. Dopo un 1 ora o 2 ore dall'essere andato a dormire, iniziavano le grida di terrore ed il pianto davvero inconsolabile. Parole e frasi senza senso ma con la presenza sempre di "Mammmaaaaaaa" o "papaaaa" quasi a giustificarsi di normali rimproveri fatti durate la giornata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Ignazio 2017-03-01 08:15
Premetto che il piccolo è un tipo simpatico, aperto, vivace, brillante a scuola, che ama lo sport.....ma molto molto sensibile. Tutti questi accadimenti (scopriamo che si tratta di Pavor Nocturnus dato che i sintomi e le caratteristiche sono indiscutibilmen te quelli) durano per parecchio tempo e vengono gestiti ormai con ahimè abitudine da noi (controlliamo che non si faccia male quando si mette in ginocchio sul letto tutto rigido, aspettiamo che terminino quei minuti di sudore e terrore e mia moglie lo consola senza toccarlo con parole dolci. Si riaddormenta serenamente e la mattina successiva non ricorda nulla. piano piano iniziano a diventare più sporadici questi fenomeni, fino a diventare più rari (nel senso che negli ultimi mesi si verificavano una volta al mese o anche 1 volta ogni due mesi). Con grande stupore mio e di mia moglie è da qualche notte che il fenomeno è tornato quotidianamente . Però in maniera davvero lieve. Suda un pò, si irrigidisce in viso, spalanca gli occhi ma non grida, non piange, farfuglia qualche parola e non ricorda nulla l'indomani. Siamo dispiaciuti perchè pensavamo di essere usciti da questo fenomeno, però è molto più lieve ed evidentemente dobbiamo aspettare ancora un pò....trovare le cause ci rendiamo conto che è quasi impossibile.... la scuola? le maestre? rapporti con i compagni? paure di distacco dalla madre legate alla normale crescita? stanchezza? difficoltà di respirazione legate al raffreddore? boh?? impossibile saperlo. quello che abbiamo capito è che per fortuna tutto questo non ha e non avrà effetti sulla mente, sullo spirito, sulla crescita di Nicolò. è solo una fase più o meno lunga che alcuni bambini attraversano. Altri genitori con ragazzi adolescenti, tra il serio ed il faceto, ci dicono... i veri problemi con i figli arriveranno quando saranno più grandi. Come dargli torto. Tenete duro, state sereni per quanto potete e rimanete accanto ai vs figli, dando tutto l'amore e il tempo che avete a disposizione, e tutto passerà. Augurando le migliori fortune a tutti, mando un caro saluto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2017-03-01 08:45
Ignazio, grazie della tua condivisione.
In effetti il pavor è un fenomeno noto, ma poco si sa delle cause, anche perché nella mia esperienza affligge bambini in famiglie molto tranquille, dove vige l'amore e la serenità, dunque non è legato all'ambiente, ma più che altro a tratti propri del bambino, ad una sensibilità particolare che lo fa reagire in modo inconscio a situazioni che evidentemente rappresentano uno stress per lui.

Si potrebbe provare con delle sostanze che agevolano il relax e il rilassamento muscolare, come il magnesio o gli integratori per il sonno specifici per bambini, per vedere se ciò migliora le cose.

Nel caso del post, le strategie trovate erano: non farlo dormire troppo coperto, mostrargli dei cartoni animati conosciuti quando si presentava la crisi, integrare con il magnesio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Giulia 2017-03-20 13:19
Ho ancora una volta bisogno di voi,
Questa notte è risuccesso:
Dopo due ore dall'addormenta mento,
Grida di terrore, pianto, tremito e brividi.
Era anche congelato.
Ora la cosa strana è che ho seguito i consigli che ho letto qui,
Ed effettivamente la crisi è rientrata dopo qualche minuto,
Ma dopo essersi ri addormentato e successo ancora dopo due ore.

La mia paura è che tutto sia collegato ad altro.
Andrea è un bimbo tranquillo ma che ultimamente sta manifestando gelosia verso la sorellina di 9 mesi che prima non manifestava. Inoltre fa tantissimi capricci, e piange molto durante il gg.

Oltre a questo a lui episodi di tremito sono successi anche di giorno, stiamo pensando anche di monitorare la glicemia.
Lui soffre di convulsioni febbrili ma queste crisi sono ben diverse.
Avete notato delle correlazioni con le vostre esperienze?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # daniela 2017-03-20 14:27
Salve!anche a noi sono tornate le crisi!risveglio ..Mattia si mette seduto sul letto con tremori ..suda freddo,non ha piu vomitato dal mese scorso!durano pochi minuti poi si rimette giu' e si riaddormenta!an dava meglio quando prendeva gli integratori di magnesio!lui è paffutello..sto avendo dubbi che gli dia fastidio qualche alimento!i vostri bambini hanno qualche problema di stomaco?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2017-03-20 14:31
daniela,
c'e' qualche episodio che potrebbe, anche a livello inconscio, preoccuparlo? qualcosa all'asilo, magari delle gare di sport, a volte sono cambiamente che a noi sembrano molto normali...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Delia 2017-03-20 14:34
Ciao
Celiaca
E allergica al latte
Il gatored lo usiamo per questo periodo si sente piu stanca.. ma non esageriamo con il dosaggio
giusto parlo di una bambina di 10anni a quale l'anno scorso li avevano consigliato i dottori mezza busta di polase
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # bs GenitoriChannel 2017-03-20 14:29
Giulia, le convulsioni febbrili (1 episodio), l'indole sensibile e l'arrivo di una sorellina sono tratti in comune con il bambino dell'esperienza nell'articolo. In effetti le crisi di pavor potrebbero essere piu' di una volta a notte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Marzia 2017-04-04 10:20
Ciao sono la mamma di un bambino di 7anni.Non so se mio figlio soffre di pavor....quando succedendo gli episodi lui ,dopo 2 ore circa che si è addormentato scende dsl letto a castello,viene da me con occhi sbarrati,tachic ardia,sudore eccessivo,piang e terrorizzato dice che sente la mia voce veloce e anche i miei gesti!si calma se accendo la TV con programma musicale e piano piano si tranquillizza .la cosa che mi spaventa e'che lui la mattina mi spiega come si e'sentito!mi dice che sentiva la mia voce veloce e anche i miei movimenti!che aveva tanta paura,che cercava di chiudere gli occhi perché quando li apriva vedeva le cose che ho sopra citato!lui soffre di stipsi ed e'anche lui un bambino molto sensibile.aiuto !puo considerarsi pavone anche in questo caso?cioe che mi spiega come si sente?grazie mille e spero di ricevere quanto prima una risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Fiorella 2017-05-13 07:01
Mio figlio ha questi episodi solo quando ha la febbre. Ma la cosa strana è che li fa anche se ha sfebbrato con tachipirina o antibiotico. Anche con febbre di 37!!! di solito circa un'ora dopo che si addormenta. Non urla forte, ma con occhi aperti assente, mi guarda attraverso, non mi riconosce e gesticola molto e si lamenta come se facesse incubi ad occhi aperti. Io lo abbraccio ma spesso mi respinge e urla. Invece ieri ha ricambiato il mio abbraccio e mi strongeva fortissimo, proprio avvinghiato per una ventina di minuti. Poi gli ho chiestoi cosa aveva sognato, lui mi ha risposto che aveva sognato alcuni mostri dell'ultimo cartone animato visto prima che si addormentasse. Ma le altre volte lo fa anche se non vede cartoni. Quanto durerà??? E' vero che a 12 anni smetterà di farlo? Perfortuna succede solo in caso di febbre. Ma io mi angoscio e terrorizzo nel vederlo così anche quei pochi minuti, ho sempre paura che "non torni" . Poi quando "ritorna" lo avverto, perchè mi abbraccia forte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Ignazio 2017-05-13 07:17
Non svegliarlo! Controlla solo che non si faccia male e poi si riaddormenterà. Sussurra qualche parola di conforto e prova a non toccarlo perché potrebbe aumentare la sua rigidità ( so che è difficile non abbracciarlo vedendolo così spaventato ). Noi speriamo che passi questo periodo che però dura da più di un anno e mezzo naturalmente a fasi alterne.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Lorena 2017-05-13 09:52
@Fiorella io ho notato che non è la febbre che fa venire il pavor a mio figlio, ma l'abbassamento veloce della temperatura... ero solita dargli Nurofen o Tachipirina prima di andare a letto e così gli veniva la crisi, ora invece glielo dò un'oretta prima di dormire così la temperatura si abbassa prima dell'addormenta mento. Tu cosa fai? A mio figlio però vengono le crisi anche senza febbre, ha 6 anni e ne soffre da quando ne aveva 2 e mezzo e a volte vomita anche... speriamo passi presto. A volte durante il pavor mi risponde, ma quando si riprende non ricorda nulla... sei sicura che il tuo soffra di pavor e non di incubi e allucinazioni dovuti alla febbre? Perché in teoria non dovrebbe serbare ricordi di mostri ecc... te lo chiedo perché mio marito soffriva di allucinazioni quando aveva la febbre, ma non di pavor... quanti anni ha il tuo bimbo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.