Cose della mia infanzia che vorrei regalare a mio figlio

Una bellissima lettera di una mamma al suo bambino sui doni veri che si vorrebbero lasciare ai propri figli.... tutto da gustare!

***

Caro il mio cucciolo d'uomo - figlio di un futuro che deve ancora venire e che stenta a spiccare il volo, uscendo dal bozzolo di questo presente così incerto – fin da quando sei nato ho messo via emozioni, ricordi, speranze, sogni e pensieri per te. Custodisco tutto in una sacca capiente che collega il mio cuore al mio cervello con l'intenzione di lasciarti piccoli regali lungo la strada, tra cui alcune rarità della vita come le certezze, la realizzazione di sogni e aspettative, la promessa che non ti capiterà mai niente di male (che, come dice la pesciolina un po' svampita di Nemo: “E' assurdo! Perchè non gli succeda mai niente dovrebbe non fare mai niente!”). Certo non vuol dire che tutto questo non lo avrai, ma solo che non pioverà dal cielo a catinelle e che, in genere, dovrai lottare per averlo.

C'è qualcos'altro, poi, che mi piacerebbe  mettere nel tuo bagaglio a mano, qualcosa di leggero che dovrà ricordarti che tua mamma è stata piccola come te, ma in quello che sembra un altro mondo, anche se non sono così vecchia.

Sì, perchè la tua mamma abitava fuori dalla città, in una campagna piena di sensazioni che non potrai provare. Ecco molto di quello che vorrei rubare alla mia infanzia per regalarlo a te:

*le sere d'estate in cui la cena finiva poggiando veloci il tovagliolo sul tavolo, perchè dovevamo correre fuori, vivere il tramonto e le prime ore della notte a giocare a nascondino sotto casa.

*l'altalena fatta con un'asse di legno massiccio e due corde legate al ramo di una quercia, quella sotto casa di mia zia Margherita; dondolare per ore senza pensare a niente, il suo gatto siamese che gironzola tenendomi sotto controllo

*le farfalle colorate e le lucciole come folate di polvere di stelle nell'oscurità, tra le chiome degli alberi e delle colline dolci che abbracciavano il nostro piccolo rione

*i bagni al fiume; dalla caccia ai girini arricciandosi solo il bordo dei pantaloni dopo essersi tolti scarpe e calze, alla doccia sotto la cascata, fino ai tuffi nel laghetto incastrato tra lastroni di pietra bianca.

*le torte di fango, i mazzolini di violette, non-ti-scordar-di-me e narcisi che spuntavano nei campi; gli animaletti e gli insetti messi in tasca del grembiulino come trofei, insieme a foglie e sassi. Le mele mangiate appena colte dall'albero, i pinoli e le nocciole schiacciati con un sasso, le uova fresche che la nonna ci faceva bere crude – un forellino sopra e uno sotto il guscio – perchè ci facevano crescere. I libri letti appollaiata tra i rami del nocciolo.

*la neve, gli slittini improvvisati con cui scendevamo scapicollandoci lungo tutti i pendii; l'85, l'Arno ghiacciato su cui le persone camminavano a passi prudenti

*i balli fatti in casa e i passi delle coreografie più complicate imparati salendo sui piedi del babbo

*il 33 giri di “Silent night” suonato solo con la tromba che il babbo metteva nel giradischi ogni Natale, “Only you” dei Platters che frusciava un po' per quante volte lo avevamo ascoltato.

*i pomeriggi a piedi scalzi sull'erba, senza paura di sporcarsi o di farsi male

Ecco, ora l'ho trovato quello che vorrei davvero regalarti: il dono di non avere mai paura.

di Monia Scarpelli, blogger, scrittrice e autrice di “Mani di vaniglia: nascita di una mamma in 40 settimane

Barbara Siliquini

Da single impenitente, affamata di vita, girovaga del mondo, donna in carriera, sono diventata una mamma allattona, spesso alternativa e innamorata del grande universo della nascita dolce, dell'alto contatto, della vita consapevole. Così è nato GenitoriChannel, per condividere con tutti: i dubbi nell'essere genitori, le scoperte, l'idea del rispetto come primo valore della genitorialità, i trucchi per vivere il quotidiano con leggerezza e con consapevolezza.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Commenti   

Fioly
0 # Fioly 2012-04-24 12:34
Bellissimo post... e quanti ricordi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Potrebbe interessarti anche

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.