La Festa è delle mamme, quindi queste idee sono per papà, nonni e chiunque altro all’infuori delle mamme. Loro potranno coccolare i propri bambini che le avranno realizzate. Ma non dovranno fare niente di più!

Quindi, tiriamoci su le maniche e mettiamoci al lavoro per creare un bel lavoretto da regalare alle mamme il 13 maggio, Festa della Mamma.

Ecco un lavoretto adatto a bambini dai tre anni di età, una bella idea regalo per la festa della mamma: un fiore di lana cardata.
Ma dove la trovo la lana cardata? Come si fa? In realtà si compra in matassine on line o nei negozietti di filati o di crafty,  alcuni negozi di lana cardata sono segnalati da Maria Lapappadolce, autrice del tutorial. 

******

Il fiore che propongo oggi non è un fiore in particolare, ma “un’idea di fiore” che si costruisce, come avviene davvero anche in natura, con la luce ed il calore che insieme portano alla formazione prima del bocciolo, e poi del fiore.

Avevo già descritto la tecnica di produzione dei fiori di feltro per gli adulti, ora vediamo come è semplice, con pochi accorgimenti aggiuntivi, far fare questa bella esperienza anche ai bambini più piccoli.

L'idea del portapenne da scrivania è una bella idea regalo per i papà, soprattutto se è un portapenne con il tocco dei bambini. Un ottimo regalino da sfoggiare sulla scrivania dell'ufficio o dello studio.

Allora abbiamo raccolto delle belle idee dal web da cui trarre spunto:

Il portapenne multiplo a fiore con le pagine gialle

Una bellissima idea crafty presa dal blog americano ChicaandJo, un'ottima idea reciclo e anche un oggetto bello e utile.

Eccoci a Marzo ed ecco dietro l'angolo apparire la mitica Festa del Papà!

La festa del papà è una ricorrenza di bimbi e padri, e i bimbi sono senza soldi, ma pieni di fantasia. Dunque i pensierini più apprezzati dai papà sono quelli fatti da loro. E allora un po' di idee trovate sul web a cui ispirarsi per aiutare i nostri piccolini a strappare l'ennesimo sorriso a papà.

Iniziamo dal mio preferito in assoluto: 

Tutti almeno una volta nella vita ci dobbiamo mascherare da streghe ;-), un costume semplice e divertente, perché bastano un paio di elementi caratterizzanti: un trucco un po’ dark e il cappello da strega.

Si avvicina il carnevale, la festa dei bambini per eccellenza, fatta di maschere e sfilate di carri con qualche scorpacciata di chiacchiere (o frappe che dir si voglia).
Ma la grande questione è: "come mi vesto mamma?"
Considerato che io non sono un'abile sarta (diciamolo chiaramente, sono una frana con ago e filo!) e che non amo molto i vestiti preconfezionati, sia per il costo, sia per la mancanza di fantasia, ho gironzolato un po' per il web e ho raccolto per voi un bel po' di spunti di vestiti di carnevale fai-da-te, semplici, che non richiedono grosse abilità manuali e che sono fatti in gran parte con materiali di uso comune riciclati.

26 spunti creativi per far felici i vostri bambini senza diventare matti, molti sono adattissimi per quei bambini che non amano i travestimenti scenografici e anche per quelli che si stufano in fretta.

Eccoci giunti alla fine di Novembre, da domani parte il conto alla rovescia per arrivare al Natale. Qui siamo ancora in alto mare con i regali... già mi prende lo stress, perché, lo sappiamo bene, anche se deprechiamo il Natale consumistico e i bambini hanno sempre troppe cose, che Natale è "LA" festa dell'anno, e va celebrata in pompa magna.
Sul web impazzano i calendari dell'avvento, per me sono un po' come la festa di Halloween, una tradizione che in realtà in Italia è molto recente. Io ricordo di averli scoperti quando ero ragazzina e vivevo all'estero. Quando ci avvicinavamo al Natale si trovavano in vendita questi cartoncini pieni di finestrelle numerate di cui io e la mia famiglia non riuscivamo a capire il senso...

Adesso che con il web il mondo si è globalizzato, quella tradizione (forse di origine tedesca, non sono riuscita a scoprirlo) è arrivata fino a noi

Il calendario dell'avvento, come dice la parola stessa, dovrebbe scandire i giorni dall'inizio dell'avvento al Natale, ma ormai cosa sia l'avvento è ignoto ai più... viene dal latino e significa "venuta", quindi è il periodo che precede la venuta di Gesù bambino e nel quale ci si prepara, cristianamente, a questo evento, a questa festa sacra così solenne.
Si accorge dell'arrivo dell'avvento chi frequenta la messa, perchè la chiesa si tinge di viola e compare una bella composizione di candele, ogni domenica se ne accenderà una. A Milano, dove c'e' un rito diverso, di candele che ne sono addirittura 6, quindi la preparazione al Natale comincia 6 domeniche prima, mentre nel resto di Italia l'avvento riguarda solo le 4 domeniche che precedono il Natale.

I calendari dell'avvento che si sono ormai diffusi invece hanno introdotto una logica che prescinde dai calendari liturgici, ma sono una sorta di "count down" per arrivare al fatidico 25 dicembre e partono dal 1 del mese.
Nelle famiglie con i bambini il calendario assume diverse valenze apprezzabili e apprezzate:

  • innanzi tutto consente ai bambini di rendere percepibile la distanza tra loro e il Natale, questa è una cosa che li entusiasma e rende tangibile un'attesa difficile da razionalizzare,
  • inoltre spesso è l'occasione per trascorrere un pomeriggio a realizzarne uno, e i bimbi vanno matti per i lavoretti, specie se si ritaglia, appiccica, colora, impiastra.
  • Infine è un modo gioioso per svegliarsi la mattina, presto come sempre per andare a scuola, ma questa volta con l'idea che va aperta una nuova casellina del calendario per scoprire che sorpresa contiene.

 

Veniamo alle sorprese: qui bisogna mettere in campo il riciclo e la fantasia, se no per preparare il calendario dell'avvento si finisce per spendere quanto acquistare uno dei regali di Natale, che non sempre è economicamente sostenibile.
Come sapete, il calendario dell'avvento ha delle caselline (24 caselle, dal 1 dicembre al Natale), ne va aperta una al giorno e in ognuna si trova una piccola sorpresa.

Ecco quindi alcune idee per popolare le caselline del nostro calendario dell'avvento low cost:

  • stampate dei disegni dal web da colorare,
  • scovate delle filastrocche,
  • inventate e scrivete delle fiabe o trovatene alcune che non conoscono, potrete leggerle ai bimbi la sera prima di andare a letto,
  • trovate, ai mercatini, degli oggetti di uso quotidiano e utili: es. degli elasticini per capelli o delle mollettine, per le femminucce, del materiale di cancelleria, tipo gomme, matite, poi ancora potete trovare degli steakers (gli appiccichini), esistono confezioni che ne contengono più pezzi e che quindi possono essere distribuiti in più caselle
  • in una delle caselline potrete mettere una bella moneta da 1 euro
  • ovviamente ci sarà qualche casellina dedicata a qualche schifezza (cioccolatini, caramelle, leccalecca...), ma se i vostri bimbi non sono abituati a mangiare noci e noccioline, anche quelle potrebbero rappresentare il piccolo dono di quel giorno
  • nel nostro in una delle caselle ci sarà anche un "buono con il permesso di fare una cosina speciale", tipo: giocare ai giochini del PC (cosa che a casa nostra, per es., si può fare solo in rarissime occasioni), oppure vedere un dvd con tutta la famiglia (ai miei bimbi piace molto, e ci prepariamo anche il pop corn)

 

Se non avete ancora preparato il vostro calendario dell'avvento, eccovi un'idea "Last minute" semplice da realizzare:

Vi occorrono:

24 buste da lettera

cartoncini colorati

forbici, colla, matite colorate

festoni, foglie di pino e materiale di recupero per i decori

mollette dei panni (meglio quelle in legno)

uno spago dove appendere le buste

nel video vi spieghiamo come assemblare il tutto.

 

Buona attesa dunque!

Barbara Siliquini

Uuuuun’estate al mare-e-e, voooglia di remare-e-e …

Papi, giochi con me? Mamma possiamo fare un lavoretto? Uffa, che facciamo oggi?

Un po’ per tutti i genitori, il primo è un noto refrain di tante estati fa, il secondo è un noto refrain delle attuali giornate di relax...
Allora ecco una raccolta di suggerimenti carini su attività adattissime per chi si trova in vacanza, oltre ai classici: castelli di sabbia, racchettoni, raccolta di conchiglie, far volare gli aquiloni, fare un bel bagno o una bella passeggiata... con questo crafty vi teniamo occupati tutta l'estate! :-)

Ecco un crafty-gioco semplice semplice, uno dei preferiti dei miei bambini, per queste belle giornate sulla spiaggia. Non servono colla, forbici, colori. Serve una spiaggia e immaginazione quanto basta.

Il gioco l’ha inventato Martina e l’ha chiamato “Vetrini”.

Oggi le amiche di CraftyRoom, Vanessa e Antonella ci raccontano come realizzare un bellissimo porta penne, matite, pennelli e pennarelli, coloratissimo, morbido e molto divertente. Ecco l'idea, poi ci si può sbizzarrire con la fantasia a realizzare varianti e decorazioni accattivanti.

Il materiale che occorre è:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.