I cartoni del latte del tetrapack possono trasformarsi in spaventosi coccodrilli!

Realizzare alberi di Natale con materiali di recupero, fantasia e prodotti crafty.

Ragni, mummie, vampiri realizzati utilizzando carta, caramelle e fantasia.

Fantasmi di carta, con le uova, con i barattoli di vetro, con le foglie, con i tovaglioli, con le bottiglie di plastica.

La cera d'api, preziosa sostanza prodotta dalle api in una breve fase della loro vita, è un componente ricco di sostenze utili al benessere. Viene estratta dagli alveari e immersa in acqua calda per renderla lavorabile e serve per realizzare candele e oggetti in cera.
In questo articolo vi raccontiamo le sue proprietà, come e dove acquistarla e come realizzarne delle candele. 

Gli utilizzi della cera d'api

Rispetto alla paraffina o alle cere sintetiche, di cui oggi si fa un largo uso, la cera d'api ha proprietà benefiche e non rilascia sostanze tossiche nell'ambiente.

In aromaterapia le candele in cera d'api sono usate per il loro effetto che deriva principalmente dalla presenza di propoli.

Inoltre, per le sue caratteristiche, la cera d'api è utilizzata nell'industria cosmetica, come ingrediente primario di creme e unguenti.

Costruiamo una clessidra

Settembre 13, 2012

Oggi pubblichiamo un bel progetto per realizzare una clessidra, uno strumento molto utile ai bambini per insegnare loro, in modo tangibile, il senso del tempo che scorre e della possibilità di misurarlo... il progetto ideale per questi giorni di ripresa scolastica: vi potrà tornare utile per scandire i tempi del mattino!

La clessidra è un progetto molto interessante da presentare ai bambini della scuola d’infanzia, ma anche ai bambini della scuola primaria, soprattutto quando si affronta la lettura dell’orologio e la storia…

L'idea per la costruzione di questa clessidra è nato dal progetto sull'igiene orale di Maria su Lapappadolce. Quando insegniamo ai bambini a lavarsi i denti, una delle indicazioni è quella di spazzolare i denti per almeno tre minuti, e di lavare i denti tutti i giorni, almeno due volte al giorno e soprattutto prima di andare a dormire e dopo aver fatto colazione.
Ma quanto durano tre minuti?
Una clessidra costruita con i bimbi potrebbe fare proprio al caso nostro!

Costruiamo una clessidra 

Estate = mare... Accostamento banale?
Non certo per i nostri bambini!

E non so i vostri, ma le mie non stanno più nella pelle al solo pensiero che tra poco più di un mese potranno nuotare, giocare con la sabbia e divertirsi a più non posso. Per farle entrare nel mood estivo, vorrei proporre loro dei lavoretti a tema.

Cosa richiama di più l’idea del mare e della libertà se non i pesciolini?Ecco qualche idea presa dal web di lavoretti con i pesciolini:

Avere una casetta o un castello a propria misura è il sogno di ogni bambino.

Materiale? Anche del semplice cartone o avanzi di tessuto vanno più che bene.

Un piccolo spazio, nel grande spazio, a ritroso nella memoria mi riporta al ricordo, quando da bambina ero riuscita a conquistare una tenda da Sioux con i punti delle merendine.
Altri tempi. Ma il fascino rimane immutato.
Qualche anno dopo, lo stesso fascino ed emozione me lo ha riportato alla memoria la Porziuncola all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli, in provincia di Perugia.

Ci siamo, in arrivo giornate senza scuola, occorre armarsi di idee per aiutare i bimbi a trascorrere il tempo divertendosi e facendo cose che li aiutano a crescere.

Manipolare, usare le mani per modellare e cercare di copiare la realtà è una cosa ottima da fare con i bimbi. Così ieri, approfittando dell'idea lanciata da Pane, Amore e Creatività con il suo concorso, i bimbi hanno preso la plastilina (il pongo, insomma) e hanno sfornato queste meraviglie edibili.

OK, in questi giorni diluvia, ma è pur sempre primavera inoltrata, e a breve ricomincerà a splendere il sole e le piante saranno assetate. Quindi, intanto che aspettiamo organizziamoci per non farci trovare impreparati, e per rompere la monotonia dei pomeriggi di pioggia con i bambini, realizziamo un innaffiatoio molto eco, cioè riciclando i flaconi vuoti del detersivo.

L’annaffiatoio fatto con il flacone del detersivo è un lavoretto divertente e veloce da proporre ai bambini.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.