Viene presentato oggi a Milano un recente studio curato da l'associazione O.N.D.A. e l’assessorato alla Salute di Milano che ha coinvolto 1.300 studentesse di 13-18 anni in undici scuole milanesi. Il tema è quello della conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e delle abitudini sessuali. Si abbassa l'età in cui si scopre il sesso e si alza il numero delle malattie sessualmente trasmesse.

Per il tema della "buona nascita" vogliamo condividere questa divertente mini-commedia, tratta da "Creazione spontanea: 101 ragioni per non far nascere tuo figlio in ospedale" di Jock Doubleday's*...

Questo diverso punto di vista e prospettiva sul sesso, potrebbe indurci a qualche riflessione anche su come compiamo scelte banali che riguardano il parto.
E per continuare a sorridere, mentre riflettiamo, in fondo trovate le scene di nascita di un famoso film comico inglese.... buona lettura e buona visione!

Trovo in rete un articolo che mi incuriosisce, si intitola: Esigenze estetiche dopo una gravidanza difficile? A volte il ritocco è … intimo!
La lettura, come spesso, e' assai deludente..."
...che la chirurgia estetica per “ringiovanire” gli organi genitali, si fosse diffusa a macchia d’olio anche in Italia è davvero un risultato sorprendente. ... La notizia arriva dal dottor Alfredo Borriello, direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia plastica dell’Ospedale Pellegrini di Napoli intervenuto al 59esimo congresso nazionale Sicpre (Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica).

 

I giapponesi si sono inventati il neonato robot, Yotaro, serve per aiutare le nuove coppie ad impratichirsi nell’arte del fare i genitori, rassicurarsi sul fatto che sarebbero in grado di occuparsi di una personcina e indurli a prolificare per svecchiare un po’ il paese…

Quando ho letto la notizia non ho potuto fare a meno di pensare alla vecchia bambola gonfiabile dei sexy shop, magari rimodernata e corretta un pochino, con un po’ più di tecnologia per renderla più “vera”, in versione maschile e femminile, potrebbe essere la soluzione alle infedeltà di coppia, che a quanto pare viaggia sul 70% in Italia (fonte Il Corriere) tanto da meritare un portale ad hoc ricco di accessi (tradimento.net).

E che dire di introdurre le stesse nelle scuole per una più completa educazione sessuale di ragazzi e ragazze, beh certo, mai in Italia, dove fa paura anche solo parlare di preservativi, ma il governo olandese, se gli si dà l’idea chissà che non la cavalchi al volo…

Pagina 2 di 2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.