Croccante di mandorle

Aprile 05, 2013

Il croccante di mandorle è un dolce tipico e squisito delle festività natalizie.
I bambini lo realizzano nel video

Ingredienti
- mandorle pelate e tostate e zucchero in egual misura (es. 200g)
- 1 cucchiaio di acqua
- succo di 1/2 limone

Noi abbiamo utilizzato delle foglie di alloro per disporre il croccante, in quel caso le foglie vanno lavate, asciugate ed unte bene.

Mettete sul fuoco una pentola, appena unta, con lo zucchero, l'acqua e il succo di limone. Utilizzate una fiamma bassa.
Quando lo zucchero bolle e imbiondisce, versate dentro le mandorle e mescolate fino a che non siano tutte incorporate allo zucchero.

A quel punto versate delle cucchiaiate del composto sulle foglie di alloro. Oppure utilizzate della carta forno, volendo potete ricoprire di carta forno una terrina, in modo da ottenere un composto più ordinato che taglierete in formine tutte uguali. Per tagliare il croccante aspettate 10 minuti che raffreddi un pochino, poi procedete.

 

 

Con la maionese senza uova di questa ricetta potrete preparare una buonissima insalata russa vegana.

Una ricetta facilissima e veloce per fare un ottimo formaggio tipo Filadelfia ma senza usare latte di mucca. Adattissimo per chi è intollerante ai latticini.

Ingredienti
500 g. yoghurt di soya bianco (riesce ancora meglio se lo yoghurt NON è freschissimo)
2 cucchiaini scarsi di sale fino

Basterà mescolare il sale allo yogurt e lasciare scolare il composto in un canovaccio per almeno 1 notte, e il formaggio sarà pronto. Qui ha riscosso molto successo con bambini onnivori.

La stessa identica ricetta può essere realizzata con yogurt bianco di mucca (utilizzate solo 1 cucchiaino di sale) e avrete un formaggio come il Filadelfia.

 

Abbiamo visto che le rape hanno moltissime proprietà benefiche per il nostro organismo. Molti di noi, però, - io sono la prima - non hanno idea di come cucinare questo ortaggio. E i nostri bambini non ne conoscono il sapore.

Proviamo a utilizzare di più la rapa nelle nostre cucine, visto che fa bene ed è economica.

Ecco alcune ricette tratte dal web a base di rapa, che possono incontrare i gusti dei bambini: 

Anche voi avete avanzato tantissime mele? Tutti gli anni mi faccio prendere dalla voglia di mangiare sano e acquisto all'inizio della stagione invernale circa 10 chili di mele da un'azienda agricola. Passato l'entusiasmo iniziale, le mele giacciono sul balcone, ben coperte da un telo di lana, per tutto l'inverno. A marzo la mia cucina si trasforma così in un laboratorio di pasticceria, che sforna leccornie a base di mele. Il periodo delle mele termina per me con un tipico "ma l'anno prossimo ne compro meno", che non ricordo mai ad ottobre! Ho raccolto una serie di ricette a base di mela, per eliminare i vostri avanzi senza sprecare cibo:

Ricetta: i cardi al latte

Febbraio 04, 2013

I cardi fanno parte della tradizione culinaria piemontese. Si mangiano per accompagnare la bagna caoda, gratinati, in flan e in minestre. Mia nonna usava cucinarli nel latte, in modo che perdessero quel sapore amarognolo che non piace ai bambini. Ammorbiditi dalla lunga cottura, piacevano anche a me che da bambina avevo gusti molto selettivi in tema di verdure.

Chissà che non riusciate a farli provare ai vostri bambini!

E' arrivato l'inverno, in questi giorni molte città si svegliano ammantate di neve. E' tempo di una colazione buona ed energetica, è tempo di concedersi una bella cioccolata calda!
Ecco un'idea ottima per la colazione d'inverno, è della nostra Laura Cuccato, di Salto nel Crudo, la nostra esperta di cucina crudista e senza alimenti di origine animale.

Quando uno pensa alle cose vegan (senza alimenti di origine animale) e crude pensa alle schifezze, poi incontra Laura Cuccato, e capisce che la vita è godimento ed è piena di sorprese.

Allora, d'inverno, consumare una bevanda senza latte ha un doppio vantaggio, perché il latte non è l'alimento ideale quando si è raffreddati e pieni di catarro. Senza contare che moltissimi adulti non lo digeriscono bene.

E allora Laura ci viene in soccorso con una bella tazza di cioccolato caldo speciale, anzi specialissimo, perché preparato con ingredienti ricchissimi di minerali, di valori nutrizionali e di proprietà benefiche. Una sferzata energetica e di gusto per iniziare la giornata.

Il Philadelphia, il più noto dei formaggi spalmabili in commercio, si prepara facilmente in casa, senza aggiungere conservanti o prodotti chimici. Con pochi ingredienti e un po' di pazienza è possibile creare un formaggio perfetto per le merende dei bambini o per le molte ricette in cui compare.

Ingredienti:

  • 500 gr yogurt intero bianco non dolcificato;
  • 1 cucchiaino di sale raso;
  • 1 canovaccio pulito, lavato senza l'ammorbidente;
  • un po' di spago;
  • una ciotola profonda;
  • un cucchiaio di legno.

 

Procedimento:

Amalgamate allo yogurt il cucchiaino di sale. Aprite il canovaccio sopra la ciotola e versatevi dentro il composto.

foto 8

Chiudete il canovaccio con lo spago e appendetelo al cucchiaio di legno appoggiato al bordo della ciotola.

foto 7

Il "sacchettino" con dentro lo yogurt deve penzolare nella ciotola, in modo che il siero in esso contenuto possa sgocciolare.

Lasciate sgocciolare per 24 ore in un luogo fresco e, una volta aperto il canovaccio, il Philadelphia homemade sarà pronto. Mescolatelo con un cucchiaino e conservatelo in frigo.

 

Esiste anche la versione vegana, cioè con yoghurt vegetale, ecco la ricetta:

 

 

Di Cristiana Calilli

Cento per cento Mamma

Non è facile far mangiare le verdure ai bambini! Abbiamo visto le idee che Caterina ci ha suggerito (io me le sono segnate tutte!) e proveremo ad offrire questi piatti ai nostri bambini.

Una delle verdure più ostiche per le mie figlie è il cavolfiore, che le spaventa già per l'odore deciso che ha durante la cottura.

Ho raccolto alcune ricette dal web perché io amo questa verdura che compare per tutto l'inverno nel cesto bio che acquistiamo settimanalmente.

Avete presente quei periodi "no", in cui sembra che i bimbi non vogliano mangiare più nulla, soprattutto le verdure?
Ecco, capitano in tante, ma tante famiglie.
Così, dopo averci parlato delle colazioni sane e delle merende, Caterina ci propone delle ricette gustose e sane per mettere in tavola la verdura in allegria.

Dopo il compimento dei due anni, i miei bimbi, che all’inizio dell’alimentazione solida non si riusciva a tenere lontano da broccoli, carciofi, zucca e così via .. hanno cominciato a diventare sempre più diffidenti e scorbutici nei confronti delle povere verdure.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.