Lunedì, 21 Novembre 2011 07:00

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (con video)

By

In Europa da tre anni viene proposta una settimana per sensibilizzare sulla necessità impellente di ridurre la produzione di rifiuti.
Argomento particolarmente importante e difficile per le famiglie.
Cos'è, cosa possiamo fare?
Caterina si è informata per Genitori Channel, parliamone!
***

Avete presente il Pianeta Terra rappresentato nel film animato Pixar "Wall-e"?

Quello in cui gli uomini non possono più abitare, non crescono più piante, tutta la superficie utile è ricoperta da immondizia che piccoli robot cercano inutilmente di comprimere ed impilare? Finchè poi perfino loro diventano immondizia e non ne rimane che uno?


Ecco, potrebbe non essere poi così fantasioso, se si continua con l'attuale ritmo di produzione di rifiuti!

Wall-E Pixar


Ebbene, per ricordarcelo ogni anno, e per siglare tutti insieme un impegno per buone pratiche, per il terzo anno consecutivo, anche nel 2011, dal 19 al 27 novembre, si svolge la SERR: Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.
 

{hwdvs-player}id=268|height=250|width=450|tpl=playeronly{/hwdvs-player}

Dall'Italia amministrazioni, aziende, scuole, associazioni hanno presentato delle azioni volte a sensibilizzare e comunicare tutte le misure possibili da mettere in atto per la prevenzione della produzione dei rifuti. Dall'attenzione ai consumi del singolo cittadino, alla promozione del compostaggio domestico, alla eco-produzione, e molto altro.
C'è l'elenco delle azioni approvate diviso per Regione, in modo da poter scoprire a cosa si può partecipare.
Magari è un'opportunità buona per scoprire realtà vicine, ma poco note. Nella mia città per esempio ci sono giornate dedicate agli orti urbani, di cui ho sempre sentito parlare, ma che non sono mai riuscita a vedere, spero che questa sia l'occasione buona!
Sono state inoltre proposte azioni comuni a tutta l'Europa, di cui molte iniziative si terranno nelle scuole.
Si riassumono in quattro, che corrispondono ad altrettante criticità.

  • Riduzione dei rifiuti cartacei (giornata senza carta, stop alla pubblicità nelle buche delle lettere)
  • Riduzione dei rifiuti da cibo (meno rifiuti nelle mense)
  • Ripara/riutilizza (monitoraggio dei rifiuti, laboratori di riparazione)
  • Riduzione dei rifiuti dovuti ad eccesso di imballaggi

È previsto che al termine di ogni iniziativa di queste, ci siano dei modi condivisi per misurare la quantità fisica di scorie "risparmiate" .. molto interessante! Anche perché spesso non si vedono le conseguenze tangibili delle proprie scelte, mentre quantificarle potrebbe renderle decisamente più attraenti.
Per partecipare alla Settimana, oltre a cercare le iniziative più vicine e renderle vive ed efficaci con la vostra presenza… prendetevi un impegno! Anzi, prendiamoci un impegno!
Qui potete segnalare l'impegno preso ... e poi mantenerlo!
Le possibilità sono tantissime, ma se vi mancassero idee, la serr presenta anche un elenco di possibili cose da fare e molti documenti interessanti ed anche divertenti, a questa pagina.
Le proposte sono le seguenti:
  • Preferire prodotti con poco imballaggio
  • Preferire prodotti concentrati
  • Preferire prodotti formato famiglia
  • Preferire prodotti ricaricabili e usare successivamente le ricariche (refill)
  • Scegliere imballaggi costituiti da un solo materiale (più facilmente differenziabile)
  • Non abusare di prodotti usa e getta
  • Per fare la spesa preferire sacchetti di carta o meglio ancora di stoffa

Insomma gli spunti non mancano … ma noi sappiamo che le mamme di risorse per risparmiare un po' il pianeta ne hanno tante, quindi … stay tuned, che anche GC ha da proporre tante nuove idee per partecipare con fantasia alla SERR, e soprattutto .. preparatevi a dirci le vostre!



Caterina Lazzari
mamma di due, architetto, redattore, appassionata di genitorialità naturale, ambiente e dintorni

 


 


Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


© 2018 Your Company. All Rights Reserved. Designed By Tripples
pageitemid233

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.