Dermatite atopica e le cure termali

Dermatite atopica e le cure termali

La dermatite atopica, la malattia della pelle più diffusa tra i bambini. La miglior cura è l'idratazione.

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

 Quando le regole sono chiare, aderirvi è più semplice.

Giovedì, 15 Aprile 2010 07:09

Settimana Internazionale del Pannolino Lavabile

Settimana internazionale del pannolino lavabile Settimana internazionale del pannolino lavabile

Sette giorni per provare a cambiare abitudini quotidiane e rendere più “green” la gestione famigliare di un bambino piccolo. Scocca la 3a settimana di aprile la Settimana Internazionale del Pannolino Lavabile, un evento di informazione e sensibilizzazione sull’alternativa ecosostenibile al classico “usa e getta” che coinvolge 14 Paesi fino al 2 maggio con una serie di iniziative sul territorio. Tra gli aderenti e promotori della settimana - ormai iniziativa di educazione ambientale internazionale dal 2005 - anche “NonSoloCiripà”, un gruppo di genitori di tutta Italia che consiglia a tutti la “rivoluzione” del pannolino lavabile e offre consulenza, assistenza e materiale informativo a enti e asili, pediatri e rivenditori. Per avere sempre più “ecobimbi" che impattano meno sull’ambiente.

I punti di forza del pannolino lavabile? “NonSoloCiripà” li divide in 4 ordini di motivazioni: medico-sanitarie, economiche, ambientali ed educative.

Il pannolino lavabile mette la pelle del bambino a contatto con tessuti traspiranti e assorbenti, mentre quello “usa e getta” contiene varie sostanze sintetiche e composti chimici. Senza contare che l’effetto “asciutto” ritarda l’abbandono del pannolino. Effetto ottenuto con un materiale superassorbente - il polyacrilato - che secondo il Gruppo disidrata la cute del bambino e la rende facilmente irritabile.


I pannolini lavabili costano dai 150 agli 800 euro (a seconda del modello scelto) dalla nascita al vasino, contro i 1.500 -3.000 euro per i pannolini “usa e getta”. Anche aggiungendo i costi del detersivo e dei lavaggi, l’opzione “eco” resta più conveniente.

L’impatto sull’ambiente dei pannolini monouso è elevatissimo: si tratta di prodotti che sprecano risorse (consumo di cellulosa, consumo di acqua ed energia e utilizzo di sbiancanti chimici e materie plastiche), destinati a diventare rifiuti che non si possono differenziare e che costituiscono ormai fino al 10% del totale dei rifiuti solidi urbani. In più, per degradarsi totalmente impiegano 500 anni.

Infine, il contenuto simbolico ed educativo: fare del pannolino lavabile un’abitudine di tutti i giorni è in sé un modo per veicolare - anche all’interno delle proprie reti sociali - un messaggio e un mezzo di promozione della cultura del riutilizzo.

Per partecipare alla Settimana del Pannolino Lavabile e promuovere un'iniziativa ad hoc, contattare “NonSoloCiripà” all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il gruppo fornisce supporto per organizzare insieme l’evento, oltre a materiale divulgativo ed eventualmente alla presenza di uno di genitori associati che potrà affiancare gli interessati portando la propria testimonianza diretta.

 

Fonte: Associazione Progetto Gaia

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.