Stampa questa pagina
Lunedì, 27 Agosto 2012 00:00

Vivere senza TV

By

Quando qualcuno viene a sapere che non abbiamo la tv di solito ci chiede "e cosa fate la sera? " Ecco io di solito mi trovo a pensare la cosa inversa " ma come trovano il tempo di guardare la tv?"

Sento dire in continuazione "non ho tempo", "se avessi il tempo", "mi manca il tempo" e via dicendo, e allora perché' impiegare una, due o addirittura molte ore al giorno a guardare cio' che le stesse persone definiscono dei programmi stupidi, sessisti, privi di senso?

Quando ho conosciuto mio marito ci sembro' assurdo impegnare parte del nostro minuscolo salotto con un enorme televisore e lo regalammo. Sono passati 8 anni e mai abbiamo rimpianto quella scelta.

Abbiamo tenuto il lettore DVD e un piccolo monitor con cui, assai di rado in realtà ci guardiamo un bel film.

Dopo l'arrivo dei nostri figli si pose il problema se, quando e per quanto tempo  piazzarli davanti alla magica scatola quadrata. E' indubbio che i bambini siano abbastanza ipnotizzati da essa, soprattutto dai 2-3 anni in poi, motivo per cui e' davvero uno dei pochi strumenti che hanno a disposizione i genitori per prendersi qualche sacrosanto momento di relax oppure per risolvere qualche momento difficile (e chi ha figli piccoli Sa quanti ce ne siano!)

Non che non ci siano altre cose che intrattengono i bambini, ma la tv e' l'unica che fanno per conto loro per un tempo abbastanza lungo ed e' l'unica che li cattura a tal punto da far loro dimenticare dolori, lagne e tristezze in men che non si dica.

Altre qualità sinceramente io non ne vedo, i programmi davvero "educativi" sono pochissimi e in orari improbabili, i cartoni animati con intento educativo sono ben lontani dall'eguagliare un'esperienza diretta anche semplice come giocare con le costruzioni.

Molti dicono che la tv "rilassa", la mia esperienza non e' questa, i bambini dopo aver visto la tv per un'ora sono lagnosi oppure agitati, le ricerche sul sonno dei bambini ci dicono che la tv eccita il sistema nervoso e che andrebbe assolutamente evitata nelle ore serali.

Dall'altra parte gli aspetti negativi sono milioni, il primo e più grave per me e' la passività che genera nei bambini come negli adulti, ma che nei bambini ha effetti molto più gravi essendo in un'eta in cui il movimento fisico e' vitale.

Le immagini che si susseguono a un ritmo veloce sovraccaricano il sistema nervoso dei piu' piccoli tanto che dalla maggior parte dei pediatri viene consigliato di evitare la tv nei primi 3 anni di vita.

Parliamo anche di cosa guardano i bambini, I film di animazione sono migliorati molto a livello qualitativo ma bisogna operare una selezione molto ampia per eliminare quelli violenti (quelli considerati da maschi contengono quasi esclusivamente lotte e battaglie) e quelli che trasmettono messaggi a dir poco discutibili ( a partire dalle mitiche principesse!)
I classici cartoni animati che si vedono alla tv invece mi sembra siano notevolmente peggiorati o forse sono ancora nostalgicamente legata a Lady Oscar e Heidi. La pubblicità , quella e' di sicuro aumentata, e sappiamo bene che effetto enorme ha sui bambini e come ci complica la vita quando siamo al supermercato.

Molti sostengono che l'importante sia non esagerare e io sono d'accordo ma che significa?  un'ora di televisione al giorno non ha mai ucciso nessuno ma se pensiamo che su 12 ore in cui sono svegli i nostri figli ne passano 8 a scuola un paio tra compiti e cena viene fuori che meta' o più del loro tempo libero sia occupata a guardare uno schermo che non ha nessuna utilità educativa, favorisce l'obesità e compromette la fantasia.

Posso dire senza destar scalpore che la tv provoca dipendenza, infossarsi sul divano la sera con il telecomando in mano, spegnere il cervello e fare zapping dopo una giornata di lavoro o guardare il TG mentre si mangia sono cose di cui non riuscivamo a fare a meno, ma, liberato il tempo da quella abitudine abbiamo scoperto il piacere di parlare a tavola, di addormentarsi presto o di giocare  a scacchi, di leggere un libro o fare una passeggiata, di scrivere, di fare l'amore, di pensare o di semplicemente non fare nulla.

in questo momento mio figlio ha un piede fasciato, fuori ci sono 40 gradi e sua sorella e' andata al mare, insomma la tv ci ha salvato il pomeriggio ma nella nostra quotidianità preferiamo di gran lunga altre attività e confiniamo i film d'animazione a piovose domeniche o afosi pomeriggi.

Un'ultima nota la voglio spendere su quella che io chiamo la "televisione passiva" ovvero tenere accesa la tv perchè "fa compagnia", perchè "tanto mio figlio non la guarda", perchè "siamo abituati così", questa per me è la cosa peggiore, per gli adulti perchè ci abitua a non saper stare con noi stessi serenamente (o ci separa dagli altri se siamo già in compagnia) e per i bambini perchè anche se non sembra lo schermo lo guardano eccome ed è come un sottofondo fastidioso a cui si abituano fin da piccoli.

Fate una prova, chiedete ad un amico di custodirvi il cavo di alimentazione della tv per un mese, un mese soltanto e vi stupirete dell'enorme miglioramento che avra' la qualita' di vita vostra e dei vostri figli. Anche se alla fine deciderete di tenerla, sono sicura che la userete in modo ben diverso.

 

di Barbara Lamhita Motolese

Super User

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.