Bimbi e svezzamento: cura, attenzione, rispetto ed esperienza

Bimbi e svezzamento: cura, attenzione, rispetto ed esperienza

Durante il periodo di svezzamento dei bambini: scegliere bene, fidarsi di loro e aiutarli a sperimentare.

Inseguire i propri sogni si può anche da grandi

Inseguire i propri sogni si può anche da grandi

QVCNext l'azienda che sostiene i progetti imprenditoriali.

Giovedì, 22 Aprile 2010 07:13

Lavare i pannolini? Ma sei matta!... perchè sceglierli

lavare i lavabili lavare i lavabili reb su flikr


Mia mamma, che non è neanche poi tanto vecchia, mi fa sempre sbellicare dalle risate quando mi racconta la gestione dei bambini di 30 anni fa o quella addirittura di 60 anni fa quando era bambina.

Uno degli aneddoti migliori è la "lavatrice portatile" per quando andavamo in vacanza, una piccola lavatrice da viaggio che serviva soprattutto per lavare i pannolini miei e di mio fratello. Una decina di anni fa, ma ho la sensazione che sia preistoria, pensavo che i pannolini usa e getta fossero davvero una grande invenzione, immaginavo che per quando avrei avuto io dei figli avrebbero inventato i pannolini "autopulenti" in modo da non dover avere a che fare con escrementi di nessun tipo, in fondo se mi disgustano i miei non doveva poi essere tanto diverso con quelli dei miei figli. Non immaginavo di certo che mi sarei trovata a lavare i pannolini come faceva mia mamma!

Ma non sono gli stessi pannolini ed in effetti un progresso c'è stato....ma iniziamo cercando di capire perchè sceglierli non significhi andare indietro.

Rispetto dell'ambiente

I pannolini lavabili sono spesso definiti pannolini ecologici, e ne hanno pieno diritto! I pannolini usa e getta fin dalle fasi iniziali della loro produzione (consumo di cellulosa, consumo di acqua ed energia e utilizzo di sbiancanti chimici e materie plastiche per la produzione) sprecano risorse e inquinano l'ambiente. Per produrre pannolini usa e getta per un solo bambino si richiede una quantita' di cellulosa pari a circa 10 grandi alberi. Riempiti di feci e urine, essi costituiscono il 20% circa dei rifiuti nelle discariche. Ogni bambino produce all'incirca una tonnellata di questi rifiuti difficili da trattare e non biodegradabili. Il loro tempo di decomposizione, variabile da 200 a 500 anni, aumenta in condizioni di carenza di acqua e ossigeno, condizioni che alcuni genitori riproducono volontariamente, richiudendo ogni singolo pannolino in un sacchetto di plastica. La loro degradazione rilascia nell'ambiente sostanze chimiche nocive, tra cui sodium polyacrilate, tributyl-stagno (TBT), diossina, xylene, ethylbenzene, styrene, isopropylene.

Utilizzare pannolini lavabili è invece una scelta rispettosa dell'ambiente nel quale i nostri figli dovranno vivere. I consumi idrici ed energetici dovuti al lavaggio dei pannolini lavabili in lavatrice non sono significativamente superiori a quelli del ciclo vitale-produttivo dei pannolini usa e getta. Lavare i pannolini con lavatrici ad alte prestazioni energetiche, a carico pieno e a temperature medio-basse, ed asciugare all'aria anziché in asciugatrici meccaniche, consente di spostare anche il bilancio idrico ed energetico a favore dei pannolini lavabili.

Salute del bambino

I benefici dell'uso di pannolini lavabili anziché pannolini usa e getta sulla salute del bambino sono molteplici e relativi a:

 

  1. Traspirazione - I pannolini usa e getta sono rivestiti da un film plastificato che impedisce la normale traspirazione della pelle. L'effetto immediato è un locale aumento di temperatura di 1°C. Si ricorda che il surriscaldamento dell'area genitale è stato correlato a infertilità maschile. I pannolini in tessuto consentono invece la normale traspirazione e mantengono la corretta temperatura nell'area genitale.
  2. Composti tossici nei pannolini usa e getta - I pannolini usa e getta sono costituiti da composti sintetici con effetti tossici. Emissioni nocive per il tratto respiratorio sono state dimostrate in uno studio su topi di laboratorio (Anderson & Anderson (1999) Arch Environ Health 54:353-358). Nell'esperimento, gli animali, esposti a varie marche di pannolini usa e getta mostravano sintomi riconducibili all'asma, e irritazioni di occhi, naso e gola, mentre l'esposizione a pannolini di tessuto non produceva alcun effetto.
    Il sodium polyacrilate, componente dei gel superassorbenti, può assorbire fino a 100 volte il suo peso in liquidi. A causa del suo forte effetto disidratante, è collegato all'insorgenza degli eritemi da pannolino.
    Il TBT è un battericida e fungicida molto potente: usato anche nelle vernici antivegetative per le barche, passa nell'ambiente acquatico dove causa gravi danni allo sviluppo dell'apparato genitale di molluschi marini (crescita di pene negli individui femmina). Greenpeace ha condotto test scientifici su pannolini usa e getta di svariate marche, e afferma che il TBT, presente in tracce, potrebbe dare effetti tossici sui sistemi immunitario e ormonale.
    La diossina è un composto chimico altamente tossico, che può causare tumori, disfunzioni ormonali, ridotta fertilità maschile, malformazioni fetali, danni al sistema nervoso e immunitario. La diossina rilasciata nell'ambiente si diffonde in atmosfera e in acqua, entra nella catena alimentare, si accumula nelle cellule lipidiche, si trasmette nei feti tramite la placenta e nei neonati tramite il latte materno.
    L'uso di pannolini lavabili evita che le delicate parti genitali dei bimbi vadano a contatto con sostanze chimiche utilizzate per la produzione di pannolini usa e getta, con potenziali effetti nocivi per la salute.
  3. Mantenimento di posizione ottimale per le anche - L'ingombro di un pannolino lavabile, variabile da modello a modello, è mediamente superiore a quello di un pannolino usa e getta. Questo da alcuni genitori viene visto come un potenziale problema, ma non è affatto cosí! I pannolini lavabili non procurano alcun impedimento ai movimenti nei bambini più grandicelli, e nei neonati sono addirittura più indicati degli usa e getta, poiché mantengono meglio divaricate le gambine, aiutando il corretto sviluppo delle anche. La lussazione congenita dell'anca, che colpisce soprattutto le bambine di razza bianca caucasica, viene infatti affrontata già nelle prime settimane di vita utilizzando un doppio pannolino o una mutandina speciale o, nei casi più gravi, un apposito divaricatore. Usare pannolini lavabili già dalle prime settimane di vita favorisce quindi il normale sviluppo di questa articolazione.
  4. Percezione delle funzioni fisiologiche - La sensazione di "sederino asciutto", tanto promossa dai produttori di pannolini usa e getta, è di fatto innaturale. Il bambino che indossa pannolini lavabili viene invece messo in condizione di associare la sensazione di bagnato al fare pipì, favorendo l'insorgere del controllo delle funzioni fisiologiche e l'abbandono anticipato del pannolino.

 

Risparmio per le famiglie


Un pannolino lavabile acquistato nuovo costa mediamente 13 €, a partire dai 2 € circa dei più economici prefolds, fino ai modelli più costosi di pocket o all-in-one che arrivano a 25 € circa.

Considerando che per un utilizzo esclusivo di pannolini lavabili occorre un kit di almeno 15-20 pezzi, e  ad eccezione dei pannolini a taglia unica che accompagnano il bimbo dalla nascita al vasino, occorrono almeno 2 o 3 kit completi di pannolini per ogni taglia, la spesa-pannolini per i lavabili è dell'ordine delle centinaia di euro.

Il genitore che compra pannolini usa e getta invece spende complessivamente di più, in quanto un bimbo in media consuma settimanalmente un pacco da 10€, il che significa almeno 500 € annuali.

Pertanto, la famiglia che utilizza pannolini lavabili risparmia almeno la metà rispetto alla famiglia che acquista pannolini usa e getta per 2-3 anni. Pannolini ecologici usati acquistati di seconda mano e pannolini ecologici auto-prodotti, ovviamente, consentono un ulteriore risparmio rispetto a pannolini acquistati nuovi. Nel caso di utilizzo degli stessi pannolini per altri figli, inoltre, il risparmio conseguito usando pannolini lavabili aumenta proporzionalmente al numero di figli!

Risparmio per la collettivita'

La gestione (raccolta, trasporto, smaltimento) dei rifiuti urbani indifferenziati ha dei costi in continuo aumento, anno dopo anno, per motivi normativi e di adeguamento tecnologico. Le tariffe sono variabili da provincia a provincia; nell'anno 2009 la media nazionale è stata di 100-150€ a tonnellata, ma in alcuni casi si sono superati di molto i 200€ per tonnellata. Ogni anno le amministrazioni locali si trovano quindi a far fronte a spese elevatissime per la gestione rifiuti, spese che riversano sui cittadini tramite la Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani.

L'utilizzo di pannolini lavabili, insieme a raccolta differenziata, compostaggio dei rifiuti organici ed altri accorgimenti per la riduzione dei rifiuti, contribuisce a ridurre il volume totale dei rifiuti e a ridurre le spese per le amministrazioni, quindi a ridurre le tasse per i cittadini.

 

Immagine: reb su flikr

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.