Iscrizioni scuola online: come registrarsi al sito del Miur

Iscrizioni scuola online: come registrarsi al sito del Miur

Come effettuare la registrazione sul sito del Miur per l'iscrizione online

Iscrizioni scolastiche online dal 16 gennaio

Iscrizioni scolastiche online dal 16 gennaio

Tutte le informazioni sulle iscrizioni scolastiche online.

Giovedì, 21 Aprile 2011 08:46

Per Pasqua: un menù a prova d’agnello!

Agnellini di Pasqua Agnellini di Pasqua di Andrew Petrie su sxc.hu

Eccoci arrivati ad un nuovo appuntamento con le festività. Ci si riunisce tutti per grandi abbuffate e per godere del calore e dell’affetto delle persone a cui vogliamo bene. Oggi noi vi proponiamo un menù vegetariano squisito...

L’agnellino, sotto Pasqua, è un pensiero per molti. Ognuno con la sua sensibilità: chi non vede l’ora di averlo in tavola, chi invece è addolorato dalla fine che attende più di mezzo milione di agnelli in Italia e preferisce di gran lunga imbandire la tavola con agnellini di marzapane o di cioccolato.

In una società benestante come la nostra, dove il cibo è garantito in abbondanza alla stragrande maggioranza delle persone, cominciare ad usare coscienza anche su ciò che si mangia può essere una strada da imboccare. La dieta media del nostro paese è senz’altro eccessivamente ricca di carne, ma il problema è che ormai si è persa quella cultura culinaria mediterranea, che si presentava ricca, varia e gustosa anche senza il ricorso quotidiano alla carne.

 

Abbiamo pensato quindi di suggerivi un menù gustoso ma vegetariano, per divertirvi ad imbandire una tavola pasquale che anche un’agnellino approverebbe!

Antipasti:

 

Involtini di peperone e cuore di caprino

Involtini di peperoni con cuore di caprinoIngredienti:

  • Peperoni rossi e gialli
  • Erba cipollina fresca (steli lunghi)
  • 300 g caprino cilindrico
  • olio e sale 

 

Preparazione:

Adagiate i peperoni sulla leccarda del forno con un foglio di carta forno. Infornateli circa mezz’ora nel forno già caldo a 250°. Una volta ben arrostiti, toglieteli dal forno e poneteli in una pentola con il coperchio dove li lascerete sudare per almeno15 minuti. Quindi spellateli e eliminare i semi e i filamenti interni.

Dividete ogni peperone in 4 parti. Disponete le falde su di un tagliere e cospargete le parti interne dei peperoni con del sale, pepe macinato ed erba cipollina tritata; disponete su ogni falda un pezzo di caprino delle stesse dimensioni, poi avvolgete il caprino come per formare un involtino, legatelo con un paio di fili di erba cipollina e tagliatelo a metà, pareggiando eventualmente le estremità con un coltello.

Cospargete le estremità di erba cipollina  tritata.

Disponete su di un piatto da portata, irrorate con un filo di olio .

 

 

 

Bruschetta caprese

Bruschetta caprese

Ingredienti:

  • Pane casereccio
  • aglio
  • mozzarella di bufala
  • basilico
  • pomodori ciliegini
  • origano
  • sale e olio

Preparazione:

Tagliate a pezzi la mozzarella e lasciatela scolare.
Tagliate a pezzi i ciliegini, unitele alle olive nere mondate dal nocciolo, al basilico spezzettato.
Condite con olio, origano e sale.

Affettate il pane e disponetelo su una padella calda ad abbrustolire da entrambi i lati, o nel grill.
Poi strofinate le fette con dell’aglio. Unite la mozzarella alle altre verdure. Disponete  sulle fette di pane e irrorate di olio.

ricette tratte da http://www.giallozafferano.it/

 

Primo: Lasagne vegetariane di nonna Katy (ricetta di una nonna sprint)

lasagne vegetarianePer la pasta: 
Nonna Katy fa la pasta a mano, ma  visti i marmocchi che girano intorno e le scarse risorse di tempo e abilità, possiamo usare quella pronta che si trova nel banco frigo degli alimentari (non quella secca, mi raccomando!) 

… certo non fa molto decrescita felice ed è meno genuina… però viene buona! 

Se invece sei superwoman, o un superpapà che -vuol cimentarsi a mano: 

 

Ingredienti per la pasta:

  • 4 uova
  • 250 g di farina di grano duro
  • 150 g di farina bianca o semintegrale
  • sale

Besciamella:

  • 100 g burro
  • 100 g farina
  • 1 l latte
  • sale
  • noce moscata

se decidete di comprare la pasta al banco frigo, la besciamella deve essere molto liquida, mentre con la pasta fatta in casa che va bollita prima di essere stesa nella teglia, la besciamella avrà una consistenza "normale".

Ripieno

  • 300 g piselli
  • 300 g di spinaci
  • 200 g fagiolini
  • misto funghi congelato
  • 4 zucchine
  • 1 cipolla, 2 spicchi d’aglio
    (nb: sulle verdure potete scegliere di cambiarle a piacere, magari levate i funghi se ai bimbi non piacciono, usate una scarola o anche dei germogli di soya, oppure degli ottimi asparagi, insomma: fantasia!) 
  • 200 g parmigiano
  • 350 g hemmental o altro formaggio a gusto          
  • pepe, sale, olio

 

foto da http://profumodisicilia.blogspot.com

 

 

  Preparate la pasta

disponete la farina “a nido” sulla spianatoia, rompete le uova all’interno, salate e impastate a lungo. Poi fate una pallina e mettetela in un sacchetto di plastica ben chiuso, lasciate riposare per almeno 30 min (è più facile da stendere). Infarinate il piano di lavoro e tirate, con l'aiuto di un mattarello, la pasta a sfoglia sottilissima, oppure utilizzate una “nonna papera”, cioè la macchinetta a manovella (nonna Katy usa questa!).
Fate bollire abbondante acqua salata e scottate la sfoglia, passatela in una pentola di acqua fredda in modo da fermare immediatamente la cottura. Quindi stendetela su dei canovacci da cucina.

La pasta preconfezionata non necessita di essere sbollentata.

 

Preparate la besciamella

Mettete in un pentolino il burro, fatelo sciogliere, togliete dal fuoco e aggiungete la farina, rimettete sul fuoco per qualche minuto, mescolando continuamente ed evitando di farle prendere colore o farla attaccare. Togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete latte caldo mescolando il tutto con un cucchiaio di legno.

Rimettete quindi il pentolino sul fuoco, fate cuocere a fiamma bassa finchè la salsa comincerà a bollire e aggiungete un pizzico di sale e un pizzico di noce moscata. Fate cuocere ancora a fuoco basso il tempo necessario per far addensare la salsa. La consisenza non deve essere troppo dura, perchè dovrà essere versata negli strati di lasagna.

Occhio, se usate la pasta comprata, guardate le indicazioni per la besciamella, perché in genere deve essere molto più liquida per consentire la cottura della pasta.

 

Preparate il ripieno

Dovrete cuocere separatamente le varie verdure.

Sbollentate i piselli. Fate appassire, in una padella con l’olio, mezza cipolla, mettetevi dentro i piselli con un po’ di acqua di cottura, salate e fate cuocere un pò, potete aggiungere del pepe.

Lavate bene gli spinaci mondati, poi tirateli su dall’acqua e metteteli direttamente in una pentola capiente vuota, sul fuoco. In pochi minuti gli spinaci saranno pronti. Allora passateli in una padella dove avrete scaldato uno spicchio d’aglio mondato e tagliato a metà con del burro. Salate e fate cuocere.

Lessate in acqua salata i fagiolini e poi tagliuzzateli a dadini.

Tagliate a cubetti (o a rondelle) le zucchine. Fate appassire, in una padella con l’olio, mezza cipolla, mettetevi dentro le zucchine, aggiungete un po’ di acqua o latte e fate cuocere. Salate.

Fate scaldare in una padella l’olio e uno spicchio d’aglio mondato e tagliato a metà, versate i funghi in paella, salate, se necessario aggiungete un po’ di acqua o latte. Potete mettere un cucchiaino di farina per addensare il sughetto.

 

Componete la teglia

imburrate bene una pirofila capiente, se usate la pasta pronta, occorre fare un primo strato di besciamella, se no potete foderare la teglia di pasta sbollentata.

Mettete a strati: 1 verdura, una spolverata abbondante di parmigiano, inserite della mozzarella tagliata a dadini o a fette sottili, e uno strato di besciamella, chiudete con uno strato di pasta e proseguite con una nuova verdura. L’ultimo strato, sopra la pasta cospargete di fiocchetti di burro e spolverate di parmigiano.

In forno a 180°C per c.a 40 min. Potete all’inizio coprire con carta stagnola, e poi toglierla a metà cottura.  Lasciare riposare qualche minuto fuori dal forno e servire quando non scotta la lingua!

 

Secondo: Zucchine ripiene al farro (tratto da www.gingerandtomato.it)

zucchine ripiene al farro

  • 2 zucchine
  • 200 g farro
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio aglio
  • 1 costina di sedano
  • 150 g pecorino fresco a dadini
  • cumino, olio, sale

 

Come prima cosa mettete a cuocere il farro in acqua bollente per circa 45 minuti. Quando i chicchi saranno al dente scolateli.

Pelate la cipolla ed una carota, eliminate i filamenti dal sedano. Lavate le verdure e tritatele grossolanamente.

Spuntate le zucchine, lavatele e tagliatele a metà verticalmente. Con l’aiuto di un cucchiaino, svuotate le zucchine dalla polpa e ricavate un incavo.

Sbucciate lo spicchio d’aglio e mettetelo a rosolare in una padella con un po’ d’olio. Dopo qualche istante, quando l’aglio si sarà imbiondito eliminatelo e mettete a cuocere la polpa delle zucchine e le verdure tritate. Quando le verdure si saranno dorate aggiungete un mestolo d’acqua ed alzate la fiamma sotto la padella.

Quando l’acqua si sarà asciugata, versate il farro in padella e saltatelo a fuoco alto, mescolandolo continuamente, per pochi minuti. Aggiustate di sale e lasciate raffreddare tutto.

Spostate il farro in una ciotola ed unitevi i dadini di formaggio.

Riempite le zucchine con il composto a base di farro. Conditele con un po’ di olio e disponetele su una teglia leggermente unta. Fate cuocere le zucchine in forno, preriscaldato a 180 gradi, fino a quando non saranno tenere .

Nel frattempo pelate l’ultima carota, lavatela e tagliatela a julienne. Al termine della cottura, disponete le zucchine nei piatti e spargete su ognuna un po’ di carota, condite con dell’olio a crudo e servite.

 (immagine di Robyn Lee)

Contorni misti

Visto che abbiamo già lavorato un sacco, propongo, come contorni, delle insalate più e meno fantasiose.

L’insalata verde e omega: insalata iceberg tagliata sottile, semi di papavero, lino, girasole, sesamo, gherigli di noci spezzettati, uvetta, sale, succo di limone e olio di quello buono.

L’insalata siciliana: olive nere denocciolate, arancia pelata a vivo e tagliata a cubetti, condire con olio, origano e semi di finocchio (il sale potrebbe non servire). Per chi vuole osare si può mettere anche una cipolla cruda tagliata da insalata. Un suggerimento per servirla: tagliare un’arancia con la buccia a fettine sottili, foderare un’insalatiera di vetro trasparente, e mettere all’interno l’insalata di olive.

 

Dolce: ANCORA NON SIETE SAZI????!!!!

Beh, io in effetti non posso passare la Pasqua senza una Pastiera Napoletana…

Pastiera napoletana

 

AUGURI!!!!

Video

Altro in questa categoria: Andiamo fuori a giocare! »

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.