Idee regalo per San Valentino

Idee regalo per San Valentino

Ecco arrivati alla festa degli innamorati. Siete pronti? Qualche suggerimento su cosa regalare a San Valentino.

10 costumi di carnevale per bambine che non vogliono essere principesse

10 costumi di carnevale per bambine che non vogliono essere…

Idee per un costume di carnevale per bambine che non amano i tulle.

Sabato, 24 Aprile 2010 16:08

Pannolini lavabili: Faranno per me?

pannolini lavabili pannolini lavabili MyHappyCrazyLife su flikr

Usare i pannolini tutti giorni e' un'impresa impossibile? e l'asilo? e fuori?...

“Ma non avevi proprio altro da fare???”

Con queste parole mia mamma ha accolto la nostra decisione di passare ai pannolini lavabili...

quando poi la cosa si seppe in giro, chiunque si sentì in diritto di raccontarci anedotti raccapriccianti sull'uso dei ciripà...dai lacci che avvolgevano chi tentava di avvicinarsi, ai culetti dei bimbi trasformatisi improvvisamente in babbuini, alle notti passate insonni per cambiare le lenzuola perennemente fradice...insomma, non incontrammo molti pareri favorevoli, ma ormai era deciso: i nostri figli (Luca di 20 mesi ed Elisa in pancia) avrebbero avuto pannolini di stoffa!

Già...ma dove trovarli?

Proviamo a rivolgerci ad un negozio per bambini, uno di quelli ben forniti...con sorpresa troviamo i pannolini lavabili ma nessuno sa spiegarci come si usano anzi, non sanno neanche come ordinarli!

Tentiamo ugualmente di mettere insieme un ordine (per fortuna non arriverà mai...) e, durante l'attesa, iniziamo a girare in rete, nella speranza di ricevere qualche informazione in più...

Scopriamo, con grande gioia, che la scelta dei lavabili non è poi così assurda...c'è un evidente risparmio economico...calcolando approssimativamente (se volete il calcolo esatto leggete qui),nei primi 3 anni di vitaper ogni bambino spendiamo quasi 2.000 euro in pannolini, e produciamo circa 1 tonnellata di rifiuti...PER OGNI BAMBINO!

per l'acquisto dei lavabili invece, la spesa può arrivare ad 800 euro (ma anche molto meno) per il primo figlio...e 0 per il secondo! Inoltre anche i rifiuti sono pressochè azzerati...e persino l'ambiente ringrazia!

Ma c'è anche un altro aspetto importante che ci ha spinto verso i lavabili: la salute dei bimbi. Vivere circa 3 anni col culetto chiuso nella plastica non dev'essere tanto piacevole (ehm...5 giorni al mese sono spiacevolissimi...) e l'alternativa del pannolino di stoffa ci è sembrata ottima.

Insomma...tra peripezie varie...diffidenze e critiche iniziali...da 16 mesi Elisa usa felicemente dei coloratissimi pannolini lavabili...a casa come al nido (comunale!!!!) grazie alle splendide educatrici e all'educatore che ha!

Tre semplici mosse per gestire i lavabili in un video realizzato da www.nonsolociripa.it

 

 

PANNOLINI LAVABILI: LA RESA DEI CONTI!

Assorbimento pipì

L'assorbimento nei pannolini lavabili varia a seconda del modello, del tessuto e del livello di mantenimento del pannolino stesso. Può essere quindi inferiore, paragonabile, o anche superiore all'assorbenza di un pannolino usa e getta. Va però ricordato che l'assorbenza di tutti i pannolini lavabili può essere regolata e aumentata, con l'aggiunta di appositi inserti assorbenti, fino a trovare l'assetto idoneo per il proprio figlio e per i diversi momenti della giornata. Cosa non possibile con i pannolini usa e getta, la cui assorbenza è costante e non controllabile.

 

come conciliare la vita di tutti i giorni coi lavabili?

Le indicazioni sono diverse anche in questo caso, e ognuno può liberamente sperimentare i vari consigli...ci sono però degli accorgimenti comuni da prendere, per poter utilizzare al meglio i nostri pannolini:

1) lavarli almeno 3 volte solo con acqua, prima di utilizzarli;

2) evitare candeggianti e ammorbidenti;

3) prediligere il bicarbonato al posto del detersivo:

4) NON stirare assolutamente la parte in pul.

Dopo queste precauzioni, ecco cosa faccio io.

Partendo dal presupposto che la mia vita di tutti i giorni è composta da un lavoro, due figli, un marito con turni di 12 ore, la casa, internet, il gas e gli amici (e magari una doccia ogni tanto...), io di solito metto quelli usati, a secco in un bidoncino di plastica con coperchio (prima pulisco quelli sporchi), in attesa di buttarli nella prima lavatrice utile...alla prima occasione li metto in lavatrice a 50°, 1200 giri, con bicarbonato, aceto e a volte un goccio di detersivo. Al termine li stendo, se è possibile al sole, altrimenti in casa, mettendo gli inserti di spugna sui caloriferi...ho anche l'asciugatrice, ma la uso solo in casi estremi.

Una volta asciutti, li sistemo già “farciti”, con l'inserto nella tasca...ed eccoli pronti!

Per le uscite...

uso la wet-bag, una borsa di pul con cerniera, dove metto i pannoli sporchi, in attesa di rientrare a casa...in viaggio...beh se sono viaggi di due o tre giorni ho pannolini a sufficienza per evitare di lavarli...se stiamo via di più, m'informo...l'anno scorso, ad esempio, siamo andati in viaggio di nozze in un family hotel austriaco...e prima di confermare, mandai una mail per chiedere se avevano la lavatrice a disposizione!

Al nido...

... invece, funziona così...al lunedì porto una borsa di stoffa piena di pannolini (piena piena...circa 14-15) e una wet-bag, che vengono appese nel bagno...e al pomeriggio riporto a casa la wet-bag piena! La mattina dopo, se ho pannoli disponibili, reintegro quelli usati...e via andare.

 

di Mamma Flavia

Articolo messo a disposizione di Genitori Channel da una mamma di www.nonsolociripa.it

 

immagine: MyHappyCrazyLife su flikr

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.