Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

Un contratto con tuo figlio per usare il cellulare

 Quando le regole sono chiare, aderirvi è più semplice.

Lavoretti di riciclo: il barattolino per la festa della mamma

Lavoretti di riciclo: il barattolino per la festa della mamma

Per i bambini la cosa più divertente è creare con le loro mani. Ecco 4 idee riciclo.

Mercoledì, 13 Novembre 2013 00:00

Pannolini due pezzi: fitted, prefold e ciripà

Pannolini fitted stesi Pannolini fitted stesi Richard Fawcett su Flickr

Cosa sono i pannolini lavabili "a due pezzi" e come si usano?

Concludiamo la rassegna degli articoli per scegliere il pannolino lavabile perfetto parlando dei pannolini due pezzi, comprendono tante tipologie e materiali. Vediamoli.

Com'è fatto un pannolino "due pezzi"

È composto di due parti separate e che si indossano separatamente:

  • una parte assorbente, che può essere: fitted, prefold, ciripà
  • una mutanda o cover impermeabile, che può essere di diversi materiali

I due pezzi si indossano uno sopra l'altro.

La parte assorbente ha caratteristiche diverse a seconda del tipo, che ora vedremo, e può essere rinforzata con inserti: posizionati dentro, oppure tra essa e la mutandina.
In alcune condizioni, come in caso di caldo, o di irritazioni, la parte assorbente può anche essere indossata da sola, anche se ovviamente non garantisce l'asciutto completo all'esterno.

Pregi della tipologia a due pezzi

  • Ha grandissima assorbenza, perché l'umido deve superare due barriere;
  • è versatile, perché consente svariate personalizzazioni: dall'uso degli inserti al tipo di cover;
  • è durevole, perché gli interni sono di solito molto robusti e le cover non richiedono di essere lavate ogni volta;
  • nel caso di prefold e ciripà l'asciugatura è estremamente veloce;
  • prefold e ciripà vestono benissimo già i neonati;
  • prefold e ciripà sono estremamente economici.

Difetti della tipologia a due pezzi

  • Richiede un doppio passaggio per essere indossata ed è leggermente più difficile di pannolini come i pocket o gli AIO;
  • i fitted più la cover possono essere in alcuni casi un po' ingombranti addosso;
  • i fitted in materiali naturali asciugano lentamente;
  • i pieghevoli richiedono pratica per essere utilizzati nel modo corretto.

Ora vediamo più nel dettaglio i singoli tipi

Fitted

fitted4

Sono pannolini già sagomati che si chiudono con velcro o bottoni (più raramente richiedono l'uso di un gancetto).

Di norma sono strati assorbenti tutti cuciti insieme, ma in alcuni casi possono avere un inserto separato o cucito da un lato per migliorare l'asciugatura, proprio come nel caso degli AIO.

Possono essere di svariati materiali: cotone, bamboo, canapa e microfibra. Esistono anche tipologie ibride con la parte a contatto della pelle in pile, per una sensazione più asciutta. È di questo tipo il fitted della foto che segue.

Come abbiamo detto il suo pregio è la grande assorbenza, e la relativa facilità d'uso rispetto ai tipi pieghevoli. Per questo si rivelano un'ottima e confortevole soluzione per le notti.
Di contro, soprattutto se in materiali naturali, sono lunghi da asciugare.

Si utilizzano così:

  •   si posiziona il pannolino sotto il bimbo, e si chiude;
  •   si posiziona la cover impermeabile nuovamente sotto il bimbo e si chiude, cercando di non fare sporgere parti del pannolino sottostante, che farebbero uscire il bagnato.

Prefold

prefoldstesi

Sono dei rettangoli di cotone (spesso anche non sbiancato) fatti di vari strati cuciti uno sopra l'altro. Nella parte centrale sono cuciti più strati, dunque è più spessa e più assorbente.

Esistono di diverse dimensioni, da scegliere in base alla taglia del bimbo. Di solito per i neonati si usano quelli da 30x40 cm, per i più grandini 40x50 cm.

Sono effettivamente molto economici e molto rapidi ad asciugare.
Per contro richiedono un po' di lavoro per essere piegati ed indossati. Per bimbi più grandini, che non amano stare sul fasciatoio ed aspettare, potrebbe essere un problema.
Tuttavia a guardarli possono fare più paura del dovuto ... soprattutto con un neonato, vale la pena di prenderne qualcuno e provare!

Si possono piegare e chiudere con un gancetto (il Nappi Nippa o Snappy), oppure si può richiudere le tre parti ed inserirle direttamente nella mutandina impermeabile, se ha le tasche che lo consentono.

Alla pagina di Nonsolociripà si possono vedere due tipi di piegatura possibile.
Sul blog di Equazioni trovate anche dei tutorial video.

Immagine: jakekrohn on flickr

Ciripà

ciripa

Sono i pannolini usati dalle nostre nonne. Si tratta di strisce di maglina di cotone con lacci da entrambi i lati ed una forma allargata alle estremità. Di solito il cotone è non sbiancato.

Vanno piegati ed allacciati, ed all'interno si possono aggiungere inserti per migliorare l'assorbenza. Spesso come inserti si usano delle garze, o muslin, che possono essere usati anche da soli come pannolini molto leggeri e traspiranti, da piegarsi più o meno come per i prefold.

Sono economici e rapidi ad asciugare. Sono molto morbidi, avvolgenti e confortevoli.
Il difetto è che richiedono un po' di lavoro e pratica per essere avvolti ed anche un po' di pazienza da parte del bambino. Per questo motivo sono il pannolino ideale per i neonati, che si possono fasciare senza eccessivo ingombro e con ottima vestibilità.

Anche per i ciripà comunque non bisogna lasciarsi scoraggiare e tentare una prova: sono meno difficili di quel che sembra.
Sempre sulla pagina di Nonsolociripà trovate la sequenza per piegarli.

Immagine: unaveganainfamiglia.blogspot

Cover o mutandine impermeabili

cover

Infine, qualunque tra questi pannoli si decida di provare, serve una cover impermeabile da metterci sopra.

Si può scegliere tra diversi materiali con diverse caratteristiche: pul o ptu, lana o lana cotta, pile.

Le mutandine in pul hanno le stesse caratteristiche già descritte delle parti esterne dei pocket: si tratta di materiali laminati, sottili, che garantiscono l'impermeabilità.
Si possono trovare con barriere o senza, con diverse forme, a taglie o taglia unica regolabile con bottoncini.

Le mutandine in lana apparentemente non si direbbero impermeabili; invece la lana, se trattata opportunamente con dei bagni periodici di lanolina, è piuttosto impermeabile, e traspirante.
Di cover in lana si trovano spesso in commercio quelle foggiate a pantaloncino, che arrivano a coprire il pancino e parte delle gambe e sono molto confortevoli per i più piccoli.
Si trovano anche quelle in lana cotta, che è leggermente più rigida, ma decisamente impermeabile, e che di solito si chiudono normalmente con velcri o bottoncini.
Dopo l'uso non serve lavarle ogni volta: basta stenderle all'aria e non trattengono i cattivi odori.
Di contro però richiedono un minimo di manutenzione: vanno lavate a mano, stese con cura e impermeabilizzate.

Le mutandine in pile funzionano proprio per la sua proprietà drenante: fanno filtrare all'esterno l'umidità, che evapora. Questo fa sì che la superficie della mutanda sia umida, ma, se non si mettono indosso al bimbo indumenti stretti, questi non si bagnano!
Anche queste si trovano sia a pantaloncino (quella blu e nera e quella arancione della foto sono tra queste), che con chiusure normali, ed hanno il pregio di asciugare in fretta.

Immagine: Miss Messie su Flickr

 

di Caterina Lazzari

Immagine: Richard Fawcett su Flickr

Video

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.