Quanti di voi si sono domandati cosa c'e' davvero dentro una fabbrica alimentare? Io l'ho fatto e piu' di una volta, finalmente ieri ho potuto cominciare a darmi qualche risposta e sono rimasta davvero stupita.
Stupita per quello che ho visto ma soprattutto per quello che NON ho visto.

La ricetta base per fare la pizza è molto semplice e potete cuocerla velocemente anche nel forno di casa. Probabilmente non verrà come quella cotta nel forno a legno della pizzeria ma vi assicuro che è buonissima!

La cosa più importante è la lievitazione dell'impasto, la pasta della pizza deve essere ben lievitata altrimenti vi farà il classico effetto di pesantezza e sete continua che spesso succede quando andiamo in una pizzeria scadente.

Gli ingredienti sono simili a quelli che servono per fare il pane, l'unica differenza è la quantità di olio che è doppia per rendere la pizza più croccante. In questa ricetta usiamo il lievito di birra fresca che ha una lievitazione più veloce di quello secco. Una volta che sarete diventati esperti potrete provare differenti impasti per la pizza con farine integrali o di altri cereali. 

 

Ingredienti per fare la pizza nel forno di casa

  • 800g di farina
  • 600ml di acqua tiepida
  • 2 C. di olio E.V di oliva
  • 1 C. di sale
  • 10g di livito di birra fresco

Per la classica pizza margherita vi servirà anche della passata di pomodoro condita con olio, sale, origano e due mozzarelle, se invece volete fare la focaccia aumentate leggeremente la dose di olio e spolverate con sale grosso.

 

Come impastare la pizza

Sciogliete il liveito in poca acqua e impastatelo con gli altri ingredienti, fate riposare l'impasto coperto al caldo per 2-3h. La lievitazione dipende molto dalla temperatura e dall'umidità della stanza, più è caldo e umido più la pizza lieviterà velocemente. Se siete di fretta potete aumentare la dose di lievito ma non esagerate!

Una volta lievitato l'impasto stendete in due teglie oliate, la focaccia potete farla un po' più spessa della pizza.
Condite a piacere e mette nel forno di casa a 190-200° per 15 min circa.  Alla fine guarnite con la mozzarella o altri formaggi da sciogliere e passate ancora qualche minuto in forno.

Importante: alcuni condimenti come il prosciutto crudo vanno messi alla fine quando la pizza è già cotta.

 

In questo video due bimbi di 3 e 5 anni fanno una pizza margherita e una focaccia. I bimbi in cucina sono uno spasso, imparano come vengono cucinate le cose, sviluppano le loro abilità manuali, si autoeducano al cibo sano e si divertono.

 

 

Avete mai provato a fare il pane in casa? E' facile, veloce e divertente...e si può impastare tutti insieme!

La ricetta base per fare il pane in casa è molto semplice e richiede pochissimi ingredienti: farina, acqua, lievito, olio e sale. Naturalmente ci sono centinaia di varianti e una volta che avete capito bene come fare l'impasto e che consistenza deve avere potete sperimentare con diverse farine e forme oltre che aggungere altri ingredienti come semi, noci e olive, solo per fare qualche esempio.

Ingredienti della ricetta base

  • 1Kg di farina 0
  • 700-800ml di acqua tiepida
  • 1 bustina di lievito secco
  • 1C. di olio
  • 1c. di sale

Come fare il pane

Impastate tutti gli ingredienti insieme, lasciate lievitare per 4-8h in luogo riparato e cuocete in forno a 180° per 50'.

 

In questo video due bambini di 3 e 5 anni impastano il pane divertendosi un mondo! 

 

Molte mamme interrompono l'allattamento a causa del rientro al lavoro

"Buonanotte bimbi, a domani", esco e accosto la porta della cameretta... quante volte ho sognato questo momento, il fatidico giorno in cui i miei figli si sarebbero addormentati da soli nella loro cameretta dando a me la possibilità di godere del MIO letto!

Ok, ci abbiamo messo 5 anni ma ce l'abbiamo fatta e vorrei raccontarvi come.

Sono fondamentalmente convinta che ogni famiglia abbia il sacrosanto diritto di scegliere con quale modalità preferisce dormire, noi in quasi 6 anni ne abbiamo cambiate almeno 5 e nessuna è stata LA soluzione definitiva, abbiamo cercato di seguire e allo stesso tempo guidare la crescita e lo sviluppo dei nostri figli in tutte le loro fasi che sono tante e che spesso si succedono con tale velocità da rimanere impreparati.

Al 3° avviso della scuola che avvertiva la scoperta di qualche caso di pediculosi all'asilo, mia figlia si grattava la testa...e noi pure!
Erano settimane che le controllavo i capelli ma non mi sono accorta di nulla, forse perchè le uova me le aspettavo più grandi e più vicine al cuio capelluto. Quando ho visto che si grattava ho pensato che le fosse andata un po' di sabbia e le ho fatto fare un bel bagno poi, con i capelli bagnati e passando un pettine ho beccato un pidocchio.
Ma anche lì a dire la verità non ero poi così sicura si trattasse di un pidocchio, poichè me li ricordavo più grandi anche questi. Diciamo che se trovi un insetto nei capelli di tua figlia non è che ci possano essere grandi dubbi ma io ho nutrito la speranza fino all'ultimo.

Tra poco anche la scuola materna prenderà il via, i bimbi di 3 anni e le loro rispettive mamme inizieranno il fatidico "inserimento all'asilo", un passaggio importante che porta con se molte paure per entrambi. Leggiamo l'esperienza di Barbara Motolese con sua figlia e le sue riflessioni in proposito.

Il web è pieno di indicazioni su cosa fare e su cosa NON fare durante l'inserimento alla scuola materna, di articoli di psicologi, di consigli più o meno perentori sul tema dell'inserimento all'asilo.

La scorsa settimana abbiamo pubblicato un bellissimo racconto di parto in casa scritto dalla parte del papà. Oggi vi vogliamo far leggere l'altra parte della stessa storia, come ha vissuto la gravidanza e il parto la mamma di Irene.

Se niente importa: un libro per capire come vivono gli animali che poi mangiamo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.