Martedì, 25 Settembre 2018 08:08

Il test di gravidanza: come e quando farlo

By

Come e quando fare il test di gravidanza.

Il test di gravidanza misura il livello dell’ormone Beta HGC (Gonadotropina Corionica Umana) nelle urine o nel sangue, la Gonadotropina è una glicoproteina in realtà, prodotta dalla placenta subito dopo l’installazione nell’utero ed è presente quindi solo nelle donne in gravidanza.

 

Quando fare il test di gravidanza

Esistono test di gravidanza precoci che funzionano fino a 6 giorni prima della data prevista per le mestruazioni ma la cosa migliore è effettuare il test dopo almeno una settimana dal ritardo mestruale in modo che l’ormone HGC sia già presente a livelli tali da essere individuato dal test.
Il test va fatto preferibilmente di mattina, evitate anche di bere prima del test in modo che l’urina non sia troppo diluita.

 

Quale test di gravidanza comprare?

I test di gravidanza moderni hanno una sicurezza del 99% ma se si vuole la sicurezza al 100% si può anche effettuare un esame del sangue specifico che si effettua in ambulatorio e costa circa 20€.
I test di gravidanza da fare in casa invece possono essere acquistati in farmacia o online e hanno un costo che varia da 10 a 20€ circa.
Alcuni costano di più perché permettono di stabilire anche la settimana di gravidanza oppure  possono essere fatti precocemente cioè prima del ritardo mestruale anche se a volte possono dare dei falsi negativi.
Non ci sono grandi differenze nelle marche, alcuni sono venduti in confezione doppia per poter ripetere il test dopo qualche giorno in caso di esito negativo.
Se avete bisogno di un test nominale, per esempio se dovete richiedere la maternità subito perché lavorate in un settore a rischio, dovete per forza rivolgervi ad un ambulatorio dove potete scegliere se effettuare il test urinario o quello sanguigno.

 

Falsi positivi e falsi negativi

Se il test di gravidanza è positivo è abbastanza difficile che sia un falso risultato, poiché misura la presenza dell’ormone HGC che in condizioni normali non è presente nella donna. Raramente può accadere che alcuni farmaci, per esempio quelli che stimolano l’ovulazione o alcune patologie della donna, per esempio le neoplasie alle ovaie, possano interagire con lo stick. A volte anche raccogliere la pipì in un contenitore non perfettamente pulito può generare un falso positivo, se volete essere sicure ripetete il test a qualche giorno di distanza o fatevi prescrivere un test sanguigno.

Al contrario i falsi negativi sono più frequenti, soprattutto se il test viene effettuato molto precocemente e i livelli dell’ormone HGC sono ancora troppo bassi per essere rilevati dal test. Occorre quindi aspettare il ritardo del ciclo e rifare il test in modo da essere sicure.

 

Come si fa il test di gravidanza

Utilizzate la prima pipì del mattino perché è quella più concentrata e non bevete liquidi prima di effettuare il test per evitare che risulti troppo diluita.
Leggete le istruzioni del test che avete acquistato, normalmente è sufficiente esporre la punta dello stick per 5 secondi al flusso di urina oppure raccogliere l’urina in un contenitore e poi immergere lo stick per circa 20 secondi.
Poi si posiziona lo stick in orizzontale e si aspetta 2-3 minuti.
Nel test è sempre presente una striscia di controllo (o un altro simbolo) che si colora quando il test è stato fatto correttamente, la seconda striscia invece si colora solo nel caso di gravidanza.
Se il colore delle linee o dei simboli che compaiono è poco marcato è meglio ripetere il test dopo qualche giorno per verificare. Anche in caso di esito negativo è comunque importante ripetere il test dopo qualche giorno per assicurarsi che effettivamente non sia in atto una gravidanza.

 

Come capire se siete incinta anche senza un test di gravidanza

Oltre al test di gravidanza può essere facile capire se si aspetta un bambino dai diversi sintomi che potete avere. Nel “diario di una gravidanza” che avevamo pubblicato tempo fa MammaOltre si era accorta di aspettare la sua terza figlia senza bisogno di un test di gravidanza.


Se siete in gravidanza:

  • possono verificarsi perdite di sangue, in particolare dopo una settimana dal concepimento in concomitanza con l’impianto in utero

  • possono aumentare le perdite biancastre a causa dell’aumento della produzione di estrogeni dei primi mesi di gravidanza

  • il seno può diventare più teso e dolente un po’ come durante la sindrome premestruale

  • potete provare un generale senso di stanchezza e affaticamento è uno dei sintomi più comuni nei primi mesi di gravidanza

  • si può far sentire il mal di testa o il mal di schiena
  • la nausea al mattino è un altro dei sintomi abbastanza inequivocabili di una gravidanza in atto


 

Cosa fare se il test è positivo

Se il test rileva una gravidanza in atto non è necessario precipitarsi dal ginecologo, la prima cosa da fare è quella di mettervi in comunicazione con il bambino anche se è ancora solo della dimensione di un fagiolo. La gravidanza è una danza a due, più siete in contatto meglio riuscirete a viverla.
Possono salire ansie e paure che non pensavate e che sono assolutamente normali indipendentemente se questo bambino sia stato o meno atteso.

Sapere di portare in grembo un’altra vita di cui poi dovrete prendervi cura in modo continuativo può portare alla luce i vissuti passati, le aspettative e magari anche qualche ripensamento.
Cercate un’amica o, nel cause di paure più insistenti, un professionista con cui parlarne. Esprimere le proprie paure è il modo migliore per lasciarle andare.

Dal punto di vista pratico, smettete di bere e fumare, curate la vostra alimentazione e nutritevi di pensieri positivi più che potete, questo a volte può significare allontanarvi un po’ da alcune persone, spegnere la TV o fingere di dover andare in bagno quando qualcuna vuole raccontarvi l’ennesimo parto splatter che ha vissuto!

E infine, naturalmente, parlate con il papà di come cambierà la vostra vita e godetevi questo romantico ed emozionante periodo.

 

 

di Barbara Lamhita Motolese

 

Immagine: It will be new start for our family on Shuttesrtock

Barbara Lamhita Motolese

Amo l'innovazione in tutti i campi, e come mamma mi sono scoperta innovativa facendo scelte del passato!
Vivere la mia genitorialità ricercando la coerenza con il mio sentire e con il mio pensiero, mi ha portato a esperienze poco comuni e molto felici: il parto in casa, il co-sleeping, il babywearing, e l'homeschooling... per citarne alcune.
Sono un'appassionata custode della nascita e una meditatrice assidua.
Ho dato vita a GenitoriChannel.it per coniugare la mia passione dei temi genitoriali con quella per il web.

Articoli correlati (da tag)

Aggiungi commento


Iscriviti alla newsletter

Leggi la nostra informativa su Privacy e Trattamento dati

www.GenitoriChannel.it è gestito da Ta-Daaa! Srl - Via Fratelli Rosselli 6 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) P.Iva e CF 06936140968

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.