“E se fosse vero…?

Che il sistema immunitario del neonato può essere indebolito quando il parto si distanzia troppo dalla fisiologia?
Che l’ossitocina sintetica spesso utilizzata durante il travaglio, potrebbe arrivare anche al cervello del nascituro e alterare la sua capacità di produrre gli “ormoni dell’amore”?

Abbiamo avuto modo di intervistare il grande michel Odent, un medico ostetrico, ormai ottantenne, ma con uno spirito di rara giovinezza, che da più di 50 anni si occupa di nascita con grande passione e con la capacità di coniugare un grande rispetto e amore per la scienza con la fiducia nella perfezione della fisiologia, che nella normalità dei casi, è quella che può farci da grande maestra. L'ossitocina è un ormone che viene prodotto dall'uomo e numerose specie animali. Esso viene chiamato l'ormone dell'amore, perchè è coinvolto in momenti di grande intensità: dall'orgasmo, al parto, all'allattamento, alla nascita, ma è anche l'ormone a cui sono associabili, scientificamente parlando, comportamenti empatici e di grande affettività.

Nel nostro quotidiano, l'ossitocina è diventato ormai un ormone assai conosciuto perchè viene utilizzato quasi di routine in ospedale per indurre le contrazioni durante il parto.

Svezzamento secondo natura di Michela Trevisan, è senz’altro uno di quei libri a mettere nella lista dei regali per una neomamma.

L’autrice è una biologa specializzata in scienze dell’alimentazione e madre di 2 figli, insomma la persona giusta da cui farsi dare dei cosigli.

Il libro inizia portandoci attraverso alcune interessanti considerazioni: il bambino nasce sterile, e il suo percorso di impiastriccione e raccoglitore di germi (dalle pappe spiaccicate ovunque, a tutti gli oggetti messi in bocca, al gattonamento, che tutti sappiamo è una moderna lucidatrice...)  ha un suo significato, perché il bambino, attraverso comportamenti previsti dalla natura, costruisce la sua flora batterica intestinale, questa sarà "il re" del suo sistema immunitario. Questa considerazione ci offre degli spunti di riflessione anche sui prodotti che utilizziamo per la detersione e la sterilizzazione di ciò che è destinato a lui... ma anche sul fatto che cercare di costruire un ambiente sterile o simil sterile intonro al bambino, non è affatto una cosa salubre.

Genitori Channel intervista in esclusiva Michel Odent su un tema molto interessante: fino al momento della nascita il bebè è un entità sterile, nel momento della nascita viene colonizzato dai miliardi di batteri con cui conviviamo, questo determina un tratto importante del suo sistema immunitario. Con questa nuova prospettiva, quella appunto batteriologica, qual è il luogo migliore in cui nascere? quali sono le persone che dovrebbero stare vicino e toccare il bebè alla nascita? qual è la modalità di nascita più salubre?

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.