Giovedì, 10 Novembre 2011 06:17

Le voglie in gravidanza

By

Le voglie sono un classico della gravidanza. Ma saranno poi vere o sono solo modi per farsi coccolare un po' di più dai mariti? Monia nelle sue Cronache di mamma ci racconta le sue.

***

La mia prima voglia è stata quella di smettere di dare di stomaco.
Non sono stata ascoltata; oppure il piccino ha frainteso l'amore della mamma per il rugby e ha tentato di rendere ovale il mio stomaco a suon di “drop”.

 

Il cibo non era certo al centro dei miei pensieri:
“Figurarsi se mi vengono le voglie!”

E, invece, forse perchè essere smentita è un mio clichè oppure perchè dalla prima voglia non soddisfatta ne sono nate altre a cascata, le voglie le ho avute eccome!
E' vero, ad essere onesta fino in fondo, alcune non sono state voglie, ma antidoti, contromosse alle nausee che avanzavano come i barbari di Attila, non facendo ricrescere nemmeno la flora batterica! Però sempre di desiderio di cibo si parla: i formaggini, le patatine - quelle al formaggio che ti lasciano un odore nauseabondo sulle mani per ore ancora di più! - la schiacciata e i crackers. Tutto quello che era salato e sgranocchiabile.

Forse, però, l'unica vera voglia che possa vantare questo appellativo è stata anche la prima di cui si è accorto mio marito, con un certo stupore, dato che non avevo mai manifestato particolare interesse per questo alimento: cetriolini sottaceto.
Arrivati al martedì, il barattolo acquistato con la spesa del fine sabato si era volatilizzato. Il coniuge perplesso, ritrovava soltanto barattoli di vetro vuoti e solitari nel sacchetto della raccolta differenziata, come se fossero stati razziati. Il tasso di aceto all'interno del mio corpo stava drasticamente salendo: avrei potuto fare a meno di quel poco che mettevamo nell'insalata per il resto della mia vita.

I dolci, invece, non erano sfiorati nemmeno dall'ombra di un desiderio. Anche la cioccolata, l'insperabile consolatrice in fase depressiva e pre-mestruale, era stata tristemente accantonata; forse perchè portavo già in grembo quello che Bono avrebbe chiamato “the sweetest thing”.

Aggiungi commento


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, gestire la pubblicità e compiere analisi statistica del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.